Risparmio in bolletta: occhio alle tariffe prima casa e seconda casa

Martina Melgazzi
  • Dott. in Lettere Moderne

A parità di consumi, chi ha una seconda casa potrebbe ricevere delle bollette più alte rispetto a quelle di una prima casa. Ma com’è possibile se la seconda casa, di solito, viene utilizzata meno della prima? In che modo l’energia consumata in una seconda casa può arrivare a costare di più di quella della prima casa, anche se viene consumata in quantità pari o addirittura minori? Continua a leggere l’articolo per scoprire come mai le bollette delle seconde case sono più alte di quelle delle prime case.  

Risparmio in bolletta: occhio alle tariffe prima casa e seconda casa

Avere una seconda casa è senza dubbio un bel privilegio, soprattutto se questa si trova in una bella località vacanziera o in un luogo che ci permette di “scappare”, magari durante il fine settimana o nei ponti, dal tran tran della routine cittadina. Tuttavia, questo privilegio non è privo di costi, spesso anche elevati: le bollette sono uno di questi.

Perché sì, il costo delle bollette per le seconde case non è lo stesso di quello per le prime: scopriamo subito perché!

Risparmio in bolletta: occhio alle tariffe prima casa e seconda casa

Bolletta prima e seconda casa: quali sono le differenze

Risparmio in bolletta: occhio alle tariffe prima casa e seconda casa

Partiamo subito con il dire che le differenze più sostanziali tra le bollette delle prime e delle seconde case riguardano l’elettricità. Infatti, è bene sapere che ci sono 3 distinte tipologie di tariffe per l’energia elettrica, nate per “avvantaggiare” i residenti delle prime case e, soprattutto, chi consuma elettricità in modo costante e uniforme, ma che possono creare qualche problemino ai proprietari di seconde case. Ecco quali sono:

  • La Tariffa TDPC: pensata per soddisfare le esigenze di chi ha consumi annui molto elevati e si affida a una pompa di calore elettrica ad alta efficienza energetica;
  • la Tariffa TDR: per i residenti dell’abitazione dove intendono utilizzare l’energia elettrica in questione, fino a un massimo di 3 kW. La particolarità di questa tariffa è che il costo totale diminuisce con l’aumentare dei consumi. Addirittura, oltre un certo limite si può beneficiare dell’annullamento delle tasse sull’energia. È chiaro che questa tariffa va a vantaggio di chi è residente in una prima casa, che può così godere del fatto che ad elevati consumi non corrispondano bollette eccessivamente alte;
  • la Tariffa TDNR: interessa chi supera i 3 kW. A differenza della TDR, la TDNR riguarda anche i non residenti nell’abitazione e presenta uno svantaggio piuttosto evidente visto che, nonostante anche qui i costi siano inversamente proporzionali ai consumi, le spese fisse e gli oneri di sistema, invece, aumentino.

In generale, possiamo quindi dire che, per quanto riguarda le bollette dell’energia elettrica, i costi e le tariffe risultano convenienti per chi è residente in modo costante nell’abitazione in questione e fa un uso quotidiano dell’energia. Tuttavia, a questo consegue l’aumento delle spese fisse, per le bollette delle seconde case.

Bolletta del gas prima e seconda casa

Risparmio in bolletta: occhio alle tariffe prima casa e seconda casa

Come dicevamo, questa differenza non riguarda i costi del gas: in buona sostanza, non ci sono grandi disequilibri tra le bollette del gas delle prime case e quelle delle seconde case. A fare la differenza, nel caso del gas, non è tanto quindi il tipo di abitazione, ma la sua collocazione geografica: è chiaro che una seconda casa in un luogo caldo, per esempio al mare, necessiterà di meno gas rispetto a una seconda casa in montagna. Sarà quindi il clima a dettare il costo finale in bolletta e non la presenza di tariffe più o meno vantaggiose per le prime case.

Quindi, per risparmiare sulle spese della bolletta del gas della tua seconda casa, la cosa migliore che puoi fare è assicurarti di seguire comportamenti virtuosi in fatto di utilizzo dell’energia e, soprattutto, verificare che impianti, serramenti e infissi siano funzionanti e performanti: la temperatura interna può cambiare tantissimo in presenza di infissi o serramenti vecchi.

Importante è anche ricordarsi di effettuare correttamente tutte le manutenzioni periodiche di caldaie e termosifoni, come anche prendere in considerazione l’idea di sostituire le vecchie caldaie con sistemi a pompa di calore: sono spese che possono sembrare superflue, soprattutto se effettuate per una seconda casa, ma che alla lunga ripagano.

Bolletta della luce seconda casa: come risparmiare

Risparmio in bolletta: occhio alle tariffe prima casa e seconda casa

Come risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica della seconda casa, a fronte di tutto quello che ti abbiamo appena spiegato? Senza dubbio, il nostro consiglio è quello di sfruttare il più possibile la tua seconda abitazione, per ammortizzare i costi e, soprattutto, bilanciare le spese fisse e gli oneri di sistema.

Al netto di un utilizzo costante e intelligente dell’energia elettrica, ti consigliamo di pareggiare i costi della seconda casa con un uso strategico, lungimirante e consapevole del gas e dell’acqua: se sulle bollette della luce c’è poco da fare, è possibile invece impegnarsi a usare in modo “furbo” riscaldamento e acqua, soprattutto se l’abitazione si trova in un luogo caldo.

Oltre a questo, è importante ricordarsi di lasciare attiva l’utenza della luce, anche se la seconda casa non viene molto utilizzata e si ha la sensazione di spendere per nulla: in questo modo risparmierai non solo tempo ed energie preziose che altrimenti dovresti dedicare alla continua attivazione di nuovi contratti, ma eviterai di pagare penali e pratiche burocratiche per l’accensione all’occorrenza delle varie utenze.

Inoltre, ti suggeriamo di non affidare la fornitura elettrica per la sua seconda casa alla prima azienda che trovi, ma di cercare un fornitore affidabile, al passo con i tempi e capace di proporti prodotti e soluzioni adatti alla tua situazione di proprietario di una seconda abitazione: alcune aziende hanno delle proposte pensate proprio per andare incontro alle necessità di chi ha una seconda casa e non vuole trovarsi con bollette eccessivamente care!