Pulire il microonde secondo gli esperti: scoperti i 5 errori che distruggono il tuo elettrodomestico

Ecco i 5 errori più comuni da evitare durante la pulizia del forno microonde, per garantire lunga durata ed efficienza a questo fantastico elettrodomestico.

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

Galleria foto ed immagini

Evitare 5 errori nella pulizia del microonde è importante per il forno e per la vostra stessa sicurezza. Il microonde è ormai parte integrante delle nostre vite, inutile nascondercelo. Un suo corretto utilizzo e una sua corretta pulizia eviterà guasti e danni, con conseguente risparmio di soldi e tempo.

Non solo ci vuole attenzione dunque nell’utilizzo di questo elettrodomestico rivoluzionario, ma anche nelle delicate fasi di pulizia ordinaria. Molti sottovalutano questa importante fase che in realtà, con i relativi accorgimenti, donerà lunga vita al vostro elettrodomestico. Vediamo assieme i 5 errori da evitare nella pulizia del microonde.

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

1. Pulire il microonde: evitare spugne abrasive

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

Uno degli errori più comuni da evitare durante la pulizia del microonde è l’utilizzo di spugne abrasive, perché esse gratteranno in maniera irrimediabile la superficie esterna e, nondimeno, quella interna, rovinandole per sempre.

Inoltre il contatto dei materiali di cui è composto il microonde con la parte abrasiva della spugna potrebbe rilasciare nel forno stesso sostanze nocive. Queste sostanze potrebbero dissolversi in apparenza per poi essere assorbite dai cibi, provocandoci intossicazioni.

Attenzione anche alle pagliette in ferro: sconsigliatissime per lo stesso motivo di cui sopra. Optate piuttosto per dei panni in microfibra o spugne lisce e delicate.

2. Pulire il microonde: evitare prodotti aggressivi e tossici

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

Evitate prodotti aggressivi e tossici nella pulizia del vostro microonde. Essi si depositeranno sulle pareti e nei fori del forno, rilasciando sostanze tossiche che intaccheranno le vostre pietanze. Attenzione!

Sia per l’esterno che per l’interno, consigliamo soluzioni naturali a base di acqua, aceto e limone, veri e propri sgrassatori naturali. Questi prodotti fungeranno innanzitutto da antibatterici, disinfettando pareti e superfici senza ricorrere ad altro.

Inoltre è noto il potere sgrassante del limone, che aiuterà nella rimozione anche dello sporco più ostinato come incrostazioni e residui secchi di cibo difficili da pulire. Potete anche lasciare una pentola di acqua bollita con mezzo cucchiaio di aceto e mezzo limone per una notte.

Al mattino gli odori saranno scomparsi dal vostro forno come per magia, senza aver dovuto ricorrere a prodotti chimici!

3. Pulire il microonde: evitare dispositivi a vapore

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

Altro errore da evitare è pulire il microonde con dispositivi a vapore. Molteplici le ragioni, su tutte il rischio di danneggiare le resistenze e le componenti del forno stesso. Inoltre i vapori rilasciano umidità che potrebbe creare malfunzionamenti.

Il vapore infatti con le sue micro particelle di acqua potrebbe penetrare nei fori, nelle fessure e infilarsi nei contatti elettrici, danneggiandoli. Un pericolo anche per la salute!

4. Pulire il microonde: evitare di lasciare attaccata la spina

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

Una delle raccomandazioni più importanti che fanno tutti i produttori, suggerita anche dal comune buon senso, è quella di staccare la corrente prima di pulire il microonde. In primis per una questione di sicurezza, per evitare il rischio di scosse elettriche o bruciature.

In secondo luogo per essere più agili e comodi nelle operazioni di pulizia. Partendo di norma dall’esterno, poi pulirete dentro, lavando a parte i piatti e le griglie. Avrete pertanto la necessità di maneggiare e spostare l’apparecchio in base alla parte che dovrete pulire.

Con la spina attaccata non solo correte il rischio di rompere o danneggiare il cavo elettrico, ma anche di inciampare e farvi male, ponendo a rischio la vostra incolumità. Infine, si sa, acqua ed elettricità non vanno troppo d’accordo: evitate passaggi di panni umidi o spray senza prima aver staccato la spina del microonde.

5. Pulire il microonde: evitare di trascurare la pulizia

Pulire il microonde: 5 errori da evitare

Infine, l’errore forse più comune, figlio della frenesia delle nostre vite quotidiane, è quello di trascurare la pulizia del nostro microonde. Compatibilmente con gli impegni familiari e lavorativi, dobbiamo organizzarci affinché non si accumuli sporco e cibo nel forno.

Innanzitutto per una questione igienica: il cibo non rimosso favorisce la proliferazione di batteri che potrebbero finire poi nelle nostre stesse pietanze. Meglio rimuovere spesso, se non sempre, i residui di alimenti dal piatto, dalle griglie e dalle pareti.

Poi, trascurare la pulizia del microonde può portare a danni e malfunzionamenti allo stesso forno: il cibo seccando può sbriciolarsi e infilarsi in fessure e fori, intaccando meccanismi e contatti.

Infine, accumulando sporco, polveri, briciole e quant’altro, farete molta più fatica a rimuovere il cibo residuo dal vostro apparecchio. Considerate anche il fatto, come detto sopra, che non è affatto consigliabile l’utilizzo di agenti sgrassanti aggressivi e chimici.

Ciò si traduce in maggior tempo da dedicare, con limone e aceto o altri spray appositi, alla pulizia e disinfezione del microonde. Un tempo che potreste dedicare a voi stessi e ai vostri cari, oltre che alle vostre passioni.

Vi consigliamo pertanto una manutenzione regolare e precisa e il vostro microonde splenderà in tutta la sua efficienza, regalandovi pietanze succulente in totale sicurezza e salute!

Galleria idee e foto di pulire il microonde

Ecco una galleria di immagini per non incappare in errori durante la pulizia del vostro amato microonde.