Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

I cuscini da esterno, essendo più esposti alle intemperie, necessitano di una pulizia periodico e oculata. Tuttavia, a volte vengono commessi dei piccoli errori prima e durante il lavaggio. In questo articolo ne vedremo almeno quattro che devono assolutamente essere evitati.

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

Galleria foto ed immagini

Sapere come lavare, e quindi pulire, i cuscini da esterno è indispensabile se si vuole godere al meglio di un arredo fresco e igienizzato. Sembra un’operazione facile, in realtà nasconde una serie di insidie che per essere schivate devono essere necessariamente conosciute. Soprattutto se i cuscini in questione sono componenti di divani o divanetti che si trovano all’esterno: è chiaro che il tessuto dei cuscini si rovina stando costantemente all’aperto.

Il cuscino inoltre rappresenta spesso uno degli elementi meno considerati di un salotto. Essendo parte integrante di quest’ultimo è bene conoscere tutte le tecniche che stanno alla base di una pulizia di fondo che non porti danno al tessuto dello stesso cuscino.

Prima di iniziare a pulire i nostri cuscini, come del resto capita in tutti i lavoretti fai da te, bisogna armarsi di fiducia, perché se da un lato appare come un’operazione noiosa, dall’altro potrebbe trasformarsi come un modo per scaricare lo stress accumulato durante la giornata lavorativa o scolastica.

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

1. Pulire i cuscini: non dotarsi degli elementi necessari

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

Come in tutte le operazioni fai da te anche il lavaggio e la pulizia dei cuscini dipendono in larga misura dagli strumenti che abbiamo a disposizione. Soprattutto se siamo nuovi a questo lavoro andremo a commettere errori banali che facilmente potrebbero essere evitati. Anzitutto bisogna dotarsi di un detersivo per i panni delicati, in grado ovviamente di non creare corrosività alla superfice. Dopodiché è bene comprare un buon smacchiatore universale e una spazzola a setole morbide.

Un consiglio spassionato è quello di optare per un buon copridivano perché appare chiaro che una volta lavato, il cuscino, necessita di una ulteriore protezioni dalle intemperie.

2. Pulire i cuscini da esterno: non fare attenzione al sale

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

Il sale è ritenuto un ottimo ingrediente naturale in grado di combattere alcuni punti ostinati del tessuto del cuscino. Ci sono però alcuni accorgimenti da seguire, perché spesso ci si lascia prendere dall’entusiasmo e commettiamo l’errore di usarne troppo. Facendo così non facciamo altro che rovinare il cuscino perché la soluzione salina diventa praticamente corrosiva.

Potrebbe interessarti Come pulire la lavatrice

A maggior ragione accade ciò se abbiamo dei cuscini in lattice o in piuma d’oca. L’uso massivo del sale, accompagnato ad un lavaggio poco oculato, andrà a creare problemi importanti.

3. Pulire i cuscini da esterno: non leggere le etichette

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

Una mancata lettura dell’etichetta potrebbe arrecare danno a qualsiasi prodotto. Dai jeans alle magliette passando per le camice: tutti questi capi presentano delle etichette nelle quali ci sono scritte tutte le informazioni necessarie. Ovviamente i cuscini non sono esenti da ciò, anzi rispetto ad altri prodotti presentano ancora più informazioni da seguire e conoscere.

Per pulire i cuscini in maniera corretta è necessario, come detto, leggere attentamente le etichette per comprendere soprattutto quale temperatura si deve scegliere per il lavaggio. Spendendo pochi minuti per leggere le informazioni inerenti al nostro cuscino si evitano strafalcioni potenzialmente deleteri.

4. Pulire i cuscini da esterno: non aspettare l’asciugatura dei tessuti

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

I cuscini non sfoderabili, quelli che usiamo di più per il nostro salotto esterno, sono facilmente lavabili. Basta essenzialmente una razione d’acqua, il giusto sapone e una bella spazzola indicata per il tessuto in questione.

L’errore che spesso si commette è però quello di mettere in ordine i cuscini prima che siano del tutto asciugati: questo è un errore assolutamente da evitare se non si vuole rovinare non solo il proprio cuscino, ma anche il divano stesso che a contatto con il tessuto ancora acquoso darebbe vita a problemi di non facile risoluzione.

Altri consigli per pulire i cuscini

Pulire i cuscini da esterno: 4 errori da non commettere

Per un’igienizzazione più profonda è possibile usare un elemento molto comune come il bicarbonato di sodio. Fondamentale per igienizzare in maniera più precisa, il bicarbonato di sodio, magari unito ad un pò di aceto, riesce ad eliminare in un solo colpo le macchie presenti sul cuscino, ma non solo, donerà ai tessuti una nuova lucentezza e morbidezza.

Come si usa? Niente di più facile, basta aggiungere due cucchiai di bicarbonato di sodio nel cestello della lavatrice. Usando il bicarbonato inoltre potrete proteggere il cuscino dai famigerati acari, i quali sono considerati deleteri per la nostra salute. Ebbene, usandolo nel cestello della lavatrice state certi che se ne andranno via in breve tempo.

Galleria idee e foto per pulire i cuscini da esterno

Pulire i cuscini è importantissimo se si tiene al proprio soggiorno outdoor. In più, una volta che si imparano ad intercettare questi piccoli errori sarà sempre più facile trattare bene i nostri cuscini, sia quelli che si trovano all’interno del salotto, sia quelli esterni, oggetto della nostra discussione perchè più propensi ad essere sporchi.

Successivamente vedremo in una serie di immagini tutto quello che abbiamo descritto a parole nell’articolo.