Problema pioggia: trasformare balcone in veranda

Autore:
Fabiola Criscuolo
  • Dott. in Scienze Politiche

Con l’inoltrarsi dell’autunno il problema della pioggia diventa sempre più attuale. Il cambiamento climatico tipico della stagione impedisce spesso di sfruttare gli spazi aperti della casa, sia anche un balcone. Come possiamo trasformare questo spazio in una veranda? Quali sono i criteri e soprattutto i regolamenti da seguire? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Galleria foto ed immagini

Problema pioggia: trasformare balcone in veranda
Veranda sul balcone di casa

Durante il periodo estivo, le belle giornate incentivano a vivere l’aria aperta, godere dei caldi raggi del sole e, quando è possibile, sfruttare gli spazi esterni della casa.

Rinunciare a questi con l’arrivo dell’inverno può essere difficile e in molti cercano soluzioni durature, che consentano quindi di vivere l’outdoor in ogni periodo dell’anno.

Anche chi possiede un balcone continua a vivere il proprio spazio aperto, utile per godere delle giornate di sole, ma anche per proteggere lo spazio dalle piogge sempre più frequenti.

A causa di queste, infatti, non solo è impossibile sfruttare lo spazio per rilassarsi, ma nell’eventualità anche per poggiare il bucato, costringendoci a utilizzare l’asciugatrice consumando maggiore corrente elettrica.

Con l’installazione di una veranda è possibile ovviare a tanti problemi. Questa infatti rende abitabile in ogni periodo dell’anno il nostro balcone, consente di mantenere la temperatura interna della casa più a lungo e soprattutto impedisce alla pioggia di sporcare il balcone.

Consente allo stesso, poi, di durare più a lungo senza incorrere nei problemi strutturali tipici dello spazio esterno, ma anche diventando più pratico per la gestione quotidiana.

Dobbiamo però prestare attenzione ad alcune regole e normative se desideriamo trasformare il balcone in veranda per ovviare al problema della pioggia. In questo articolo abbiamo raccolto una serie di informazioni.

Problema pioggia: trasformare balcone in veranda
Balcone in veranda

Problema pioggia: chiedere i permessi per costruire una veranda in balcone

Problema pioggia: trasformare balcone in veranda
Documenti richiesta veranda

Quando si desidera trasformare il balcone in una veranda per ovviare al problema della pioggia è necessario comprendere che si sta apportando una modifica strutturale all’edificio, sia pure piccola ai nostri occhi.

Per tale motivo, come per tutte le modifiche, è necessario richiedere un’autorizzazione prima di procedere, al fine di costruire la veranda secondo le regole. Questa infatti ci permette di ampliare lo spazio abitativo edificando un nuovo vano abitabile.

Dovremo quindi chiedere l’autorizzazione per la costruzione al Comune di appartenenza e far registrare la variazione planivolumetrica e architettonica della casa indipendentemente dal materiale che desideriamo utilizzare, sia questa tutta vetri o in alluminio.

Esistono però, come vedremo in seguito, casi particolari che ci permettono di ovviare alla richiesta del permesso. In ogni caso, prima della realizzazione, è bene informarsi presso i propri uffici comunali al fine di evitare l’insorgere di atti penali a nostro carico.

Ricordiamoci inoltre che, se l’edificio è ritenuto bene storico, dovremo richiedere un permesso anche alla Soprintendenza dei beni culturali.

Costruire una veranda in un condominio

Problema pioggia: trasformare balcone in veranda
Veranda in balcone in condominio

Sebbene nei condomini sia necessario rispettare determinati criteri di estetica e di realizzazione, è possibile, previo i dovuti permessi, realizzare una veranda in balcone che ci permetta di ovviare al problema della pioggia sfruttando lo spazio esterno in ogni periodo dell’anno.

Potrebbe interessarti Idee per abbellire una veranda

In questo caso sarà necessario considerare maggiori regole, come la necessità di non compromettere l’estetica, motivo per cui dovremmo poter essere soggetti a una determinata scelta di materiale piuttosto che quella che avremmo preferito.

Dobbiamo inoltre assicurarci che la costruzione della veranda non comprometta la stabilità dell’intero edificio e soprattutto la possibilità di affaccio del condomino al piano superiore poiché parte della struttura poggerà anche sul suo balcone.

In caso di realizzazione di una veranda in condominio è sufficiente, dopo aver richiesto le dovute autorizzazioni in Comune, informare l’amministratore, senza che il progetto sia approvato dall’assemblea condominiale.

Tuttavia, per conservare i rapporti di buon vicinato, può essere buon costume quello di far visionare il progetto agli altri condomini e in particolare al vicino del piano superiore per assicurarlo della completa stabilità della struttura.

Costruire una veranda sfruttando le agevolazioni statali

Problema pioggia: trasformare balcone in veranda
Veranda con bonus ristrutturazione

Come abbiamo detto, uno dei motivi principali che ci spinge a realizzare una veranda in balcone è quello di ovviare al problema della pioggia.

Con la realizzazione di questa struttura infatti, non solo otterremo maggiore spazio vivibile anche nella stagione più fredda. Potremo ovviare a diversi problemi di dispersione termica tipici delle stagioni autunnali e invernali e sfruttare lo spazio per l’asciugatura del bucato, evitando l’utilizzo dell’asciugatrice.

Ricordiamoci che quest’ultima è assai comoda, ma comporta un dispendio energetico e quindi economico non di poco conto.

In tal senso, la realizzazione di una veranda in balcone rientra tra le opere previste dal Governo nel Bonus Ristrutturazione con agevolazione del 50%.

La sua costruzione infatti risponde ai criteri di realizzazione e di efficienza energetica richiesti e può essere utilizzata a patto di usufruire di metodi di pagamento tracciabili.

Costruire una veranda senza richiedere permessi

Problema pioggia: trasformare balcone in veranda
Veranda in balcone senza permessi

Finora abbiamo parlato della necessità di edificare la veranda previo la richiesta di permessi comunali e condominiali. Ma è possibile realizzare la veranda senza permessi? La risposta è sì, in quanto, per ovviare al problema della pioggia, possiamo sfruttare davvero tanti materiali per proteggere il nostro balcone.

La necessità di richiesta di permessi è dovuta alla modifica sostanziale dello spazio esterno in quanto la realizzazione di una veranda con materiali classici, sia questo alluminio, PVC o legno, comporta una modifica visibile e irreversibile.

Diverso è il caso in cui la veranda sia costruita mediante l’utilizzo di materiali rimovibili. È il caso delle tende in PVC trasparente che permettono di chiudere completamente il balcone realizzando una vera e propria veranda da sfruttare in ogni periodo dell’anno.

Anche la realizzazione di una struttura interamente in vetri apribile non richiede la necessità di permessi edilizi, in quanto, una volta aperti, non comporta una reale variazione della struttura dell’edificio.

Esistono poi casi particolari che permettono di edificare una veranda classica anche senza la necessità dei permessi, come ad esempio quando questa è considerata di pertinenza, ovvero risponde a una precisa esigenza dell’edificio principale o quando non ha valore autonomo di mercato.

Anche nell’eventualità la veranda non superi precisi limiti dettati dal piano regolatore del comune è possibile realizzare la stessa senza permessi.

Pioggia e problema umidità

Sappiamo bene che oltre ad interventi di ripristino e ristrutturazione delle aree più colpite dall’umidità causata dalla pioggia, come quello della veranda, esistono delle soluzioni efficaci per per risolvere il problema umidità in casa dovuta alla pioggia e proteggere i tuoi beni.

Dagli impermeabilizzanti alle guarnizioni, dalle finestre alle grondaie, l’articolo ti fornirà tutte le informazioni necessarie per prevenire e risolvere definitivamente questa piaga.

Negli ultimi tempi poi, ci siamo abituati a sentire sempre più spesso di disastri naturali dovuti all’intensa pioggia e alle inondazioni che ne derivano, ragion per cui soprattutto chi abita in zone a rischio idrogeologico dovrebbe essere pronto ad intervenire tempestivamente ad ogni eventualità proteggendo la sua famiglia e la sua casa.

A tal proposito, potrebbe essere utile conoscere le soluzioni per preparare la casa al meglio in caso di inondazioni ed evitare danni economici e morali.

Galleria idee e foto Problema pioggia con una veranda in balcone

La realizzazione di una veranda sul balcone permette di ovviare al problema della pioggia in particolare nella stagione più fredda. In questa galleria di immagini abbiamo raccolto maggiori informazioni.