Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

Fabiola Criscuolo
  • Dott. in Scienze Politiche

Con il bel tempo e le ferie che si avvicinano è il momento di pensare anche alla casa al mare. Ma quali sono i consigli da seguire per conduttore e locatore che non vogliono avere brutte sorprese con un attico sul mare? Quali regole del vivere civile è bene seguire per il fitto a breve termine dell’abitazione? Scopriamolo insieme.

Galleria foto ed immagini

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

La stagione più calda ormai è nel pieno ed è arrivato il momento di pensare anche alle nostre vacanze. In molti scelgono di trascorrerle  al mare e tante volte, non possedendo abitazioni di proprietà, affittano una casa che possa accoglierli durante questo periodo relativamente breve.

In questi casi c’è chi sceglie la comodità e chi approfitta anche per avere una bella vista sul mare prediligendo un attico che si affacci sulla distesa azzurra. Come per l’affitto normale, anche in questi casi ci sono però delle regole, e più precisamente dei consigli, che possono aiutarci a vivere in modo sereno il periodo di permanenza in una casa in affitto. Queste possono aiutare sia il conduttore che il locatore, in particolare considerando che si tratta di un affitto a tempo ristretto spesso privo di normale contratto.

Oltre le classiche regole dettate dalla legge, esistono quelle che potremmo definire buone norme e che consentono di instaurare un rapporto di reciproca fiducia tra conduttore e locatore. Scopiamole in questo articolo.

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

1. Adeguare il prezzo al mercato

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

Il primo consiglio per affittare un attico sul mare è quello che riguarda il locatore, ovvero di adeguare il prezzo al mercato attuale. Quando parliamo di attico definiamo una tipologia di abitazione molto più elegante e raffinata, senza dubbio propensa a poter richiedere un accordo più elevato.

È però anche necessario considerare i prezzi del mercato immobiliare di riferimento e adeguare agli stessi il nostro affitto. Per l’attico, in generale è possibile richiedere un prezzo maggiore ma mai eccessivo, anche se questo si affaccia direttamente sul mare.

Al contrario sarebbe possibile che l’abitazione non venga affittata, in particolare se consideriamo che spesso il periodo di locazione è davvero breve.

2. Registrare l’accordo di affitto

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

Sia da parte del conduttore sia da parte del locatore può essere buona norma registrare l’accordo d’affitto. Per legge è possibile evitare un documento ufficiale nel momento in cui il periodo di affitto non superi 30 giorni, condizione molto frequente nel caso delle abitazioni sul mare.

Per tutela da parte di entrambe le parti interessate, può essere però vantaggioso redigere un accordo all’interno del quale si inseriscono tutti i vincoli. Lo stesso documento è a tutti gli effetti un vero e proprio contratto, anche se non firmato dinanzi ad un notaio.

Proprio per questo motivo potrebbe essere utile farsi assistere da un mediatore, come ad esempio l’agenzia immobiliare. Sarà proprio la stessa a certificare le condizioni dell’immobile al momento in cui viene affidato e nel momento in cui viene restituito al proprietario.

3. Offrire i servizi necessari

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

Quando si tratta di affitti a breve termine è necessario offrire ai nostri affittuari tutti i servizi necessari. Gli elettrodomestici fondamentali, quali un forno, un frigorifero e la lavatrice non sono un di più da far pagare, ma necessità che rendano vivibile l’attico nel breve periodo.

Ne consegue quindi che si tratta di accessori che devono essere inseriti dal locatore all’interno dell’attico e che consentono di affittarlo con maggiore facilità. Trattandosi di un attico, è fondamentale anche offrire una tipologia di arredamento da esterno che consenta di vivere anche questa zona della casa.

Attrezzare quindi il terrazzo con un divanetto, un tavolo o più in generale anche un ombrellone che protegga dal sole, equivale ad arredare l’abitazione per renderla più appetibile e non deve essere visto come un surplus da far pagare.

4. Pagamenti tracciati

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

Al fine di tutelare entrambe le parti in causa nell’affitto di un attico sul mare, è preferibile scegliere di effettuare sempre pagamenti tracciabili. Evitiamo quindi di accettare, dal conduttore, pagamenti in contanti o da parte del locatore di proporre una tipologia simile di pagamento.

In particolare, quando il periodo di affitto inferiore ai 30 giorni e non vi è l’obbligo di registrazione dell’accordo dello stesso, tracciare un pagamento può essere una garanzia per entrambe le parti testimoniando l’avvenuto passaggio della proprietà.

5. Versare il saldo alla fine

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

È buona norma da parte del locatore quella di versare il saldo alla fine, ovvero solo quando riceve dal conduttore le chiavi dell’appartamento. Non si tratta di mancanza di fiducia nei confronti dello stesso, ma della possibilità di essere tutelato.

Per il blocco dell’attico sul mare è infatti necessario versare un acconto al proprietario, ma solo dopo aver visionato l’appartamento e aver redatto un accordo scritto all’interno del quale siano specificati tutti i difetti dell’appartamento, è buona norma versare il saldo. In questo modo, da affittuari, avremo la sicurezza che non saranno a noi addebitati eventuali danni non riconducibili al nostro periodo di affitto.

6. Avere cura della casa

Attico sul mare: 6 consigli per locatore e conduttore

Quando affittiamo un attico sul mare, anche se si tratta di un breve periodo, è fondamentale trattare lo stesso come se fosse una casa di proprietà. Senza dubbio potremmo evitare lavori di manutenzione ordinaria, me è bene prestare attenzione alla pulizia e alla cura dell’appartamento.

Assicuriamoci quindi di mantenere sempre pulito il frigorifero, il filtro della lavatrice prima di lasciare l’appartamento, e soprattutto trattiamo con cura gli arredamenti senza rischiare di danneggiarli.

Possono sembrare consigli superficiali, ma quando ci si trova in vacanza è facile dimenticarsi della gestione domestica. Dedichiamo quindi almeno un giorno della vacanza, magari uno degli ultimi, alla pulizia della casa, anche se questa sarà compresa nel contratto di affitto.

Galleria idee e foto consigli affitto attico sul mare

Con l’avvicinarsi delle vacanze in molti pensano a dove trascorrerle. Un attico sul mare può essere rilassante e suggestivo e in questa galleria di immagini abbiamo raccolto i consigli utili per conduttore e locatore.