Comprare un attico a Milano, Torino, Genova o Bologna: questa è la svolta che stavi aspettando!

Stefano Marcelletti
  • Master in Web Marketing conseguito presso Digital Coach Milano

Abitare in un attico è una soluzione abitativa ricca di fascino e di prestigio. I vantaggi sono innumerevoli, a partire dal panorama e dal comfort. I prezzi ovviamente sono superiori alla media delle altre abitazioni. Cerchiamo di scoprirne i motivi e andiamo a prendere in esame la situazione delle quattro maggiori città del nord Italia: Milano, Torino, Genova e Bologna. Scopriamo che tipologie di attici troviamo, quali sono le peculiarità delle singole zone e qual è la media dei prezzi.

Galleria foto ed immagini

Attico Milano, Torino, Genova e Bologna: 4 tipologie, consigli e medie prezzi

Che cos’è un attico? Perché è così ambito? Perché ha un costo maggiore rispetto ad un’abitazione “normale”? Un attico è per definizione l’ultimo piano di un edificio, costruito al di sopra della superficie di coronamento, totalmente o parzialmente arretrato rispetto alla facciata e munito di terrazzo a livello.

Questa tipologia abitativa gode di diversi vantaggi rispetto alle altre abitazioni, per tali ragioni il suo costo per metro quadro è maggiore, con incrementi che variano secondo la città o la singola zona. Il maggior valore di questi appartamenti deriva dai diversi vantaggi che possono offrire:

  • miglior esposizione e luminosità;
  • sono silenziosi, distanti dalla strada e non sono soggetti a rumori da calpestio;
  • maggior protezione dai tentativi di effrazione;
  • migliore vista panoramica.

Altri elementi che possono contribuire a far lievitare il prezzo di un attico sono l’eventuale presenza di un ascensore e la porzione dell’edificio che va a coprire, se maggiore o uguale ai due quinti. Acquistare un attico in città permette di godere di appartamenti luminosi e ampi spazi aperti, senza tuttavia rinunciare ai servizi e alle opportunità che può offrire un grande centro urbano.

Ma com’è la situazione nelle principali città del nord Italia? Quali sono le zone migliori dove abitare o investire? Qual è la media dei prezzi per acquistare o affittare un attico? In questo articolo la nostra lente di ingrandimento andrà su Milano, Torino, Genova e Bologna.

Attico Milano, Torino, Genova e Bologna: 4 tipologie, consigli e medie prezzi

1. Attico a Milano: media prezzi, tipologie, trend attuali

Attico Milano, Torino, Genova e Bologna: 4 tipologie, consigli e medie prezzi

Il capoluogo meneghino, capitale italiana della moda e del design, è una città moderna e ricca di opportunità, ma anche la più costosa dove vivere. A livello immobiliare troviamo una grande varietà di soluzioni abitative, da palazzi storici ad avveniristici grattacieli.

Nel quadrilatero della moda, in via Montenapoleone o via della Spiga i prezzi per un attico extralusso possono raggiungere i 17.000 €/m². Un attico con vista Duomo in centro può raggiungere lo stesso prezzo. Nell’elegante quartiere di Brera, cuore culturale e artistico della city, la media dei prezzi per un attico è di circa 11.000 €/m².

In zona Cadorna, vicino al Castello Sforzesco, i prezzi toccano i 10.000 €/m², tra le zone più costose anche Guasalla-Cinque giornate, Corso Sempione e Porta Ticinese, dove si superano quasi sempre gli 8.000 €/m². Per gli hipster e gli artisti consigliamo il quartiere Porta Ticinese, quartiere dall’anima bohémien dove non mancano gallerie d’arte e negozi vintage.

La media dei prezzi per acquistare un attico a Milano è di circa 5.800 €/m², mentre per un affitto occorrono intorno ai 24,6 €/m² mese. Le quotazioni più economiche si registrano nel quartiere Baggio (2.950 €/m²). I prezzi degli attici sono in media il 20% superiori a quelli delle altre abitazioni.

Ma quali sono i trend architettonici e urbanistici nel capoluogo lombardo ?

  • Edifici green : Milano è una delle capitali delle case green e sostenibili. Gli attici green sono tra i più appetibili sul mercato immobiliare, non solo per una semplice moda ma per il grande beneficio in termini di riduzione dell’inquinamento e della temperatura interna degli edifici. Per questa ragione è sempre più frequente imbattersi in prati verdi e giardini pensili sui tetti e sui terrazzi degli attici milanesi. A riguardo possiamo citare il complesso edilizio Bosconavigli progettato da Stefano Boeri, il noto architetto ideatore del Bosco Verticale. Un’oasi verde nel cuore di Milano, a pochi passi dall’Alzaia del Naviglio Grande, circondato da un vasto parco privato e percorsi alberati. La struttura è costituita da un elegante edificio a corte che, con la sua struttura a gradoni, può vantare un attico su ogni piano. Ognuno di essi ospita diverse specie di piante ed alberi ad alto fusto. Un altro quartiere che fa del verde il suo vanto è senza dubbio City Life, che nasce da un progetto di riqualificazione del quartiere Portello. Esso porta la firma di tre “archistar” di fama internazionale: Arata Isozaki, Daniel Libeskind e Zaha Hadid. Al suo interno possiamo trovare palazzi in stile liberty, uno shopping district, 3 mila mq di orti urbani (Orti Fioriti), e la zona pedonale più vasta della città. Acquistare un Attico a City Life costa in media 11.000 €/m².
  • Rooftop con piscina e angolo relax: Milano è una metropoli caratterizzata da un’elevata produttività, ambienti di lavoro competitivi e ritmi frenetici. Per questa ragione trovare un momento di relax diventa un antidoto naturale per attenuare lo stress. L’aperitivo è un must per lavoratori e studenti, meglio ancora se sorseggiato in un rooftop bar con vista sullo skyline della città. Questi locali sono spesso dotati di piscine e angoli relax, ma quello che non possono garantire è la privacy. Chi ha la facoltà economica può sempre decidere di godere in via esclusiva di questi privilegi, gli attici con piscina e zone relax sono la soluzione più adatta.
  •  Architettura post-industriale: Milano è la città più industrializzata d’Italia. La presenza di numerosi opifici industriali dismessi è stato il terreno ideale per progetti che hanno visto il riadattamento di questi edifici in funzione abitativa. Questa tendenza è stata registrata soprattutto nel quartiere Bovisa, dove sorge il campus del Politecnico di Milano. Gli attici open space in stile loft urbano sono una soluzione molto apprezzata, soprattutto dai professionisti. L’ ampiezza degli spazi e la luminosità sono infatti una condizione ideale per ospitare laboratori e studi privati.

2. Torino: attici eleganti e signorili con vista su Mole Antonelliana, collina e montagna

Attico Milano, Torino, Genova e Bologna: 4 tipologie, consigli e medie prezzi

Il capoluogo piemontese è una città che offre le opportunità lavorative di una metropoli, ma è allo stesso tempo vivibile e a misura d’uomo. Il mercato immobiliare è ricco e variegato, tra vecchi palazzi signorili ed edifici di nuova costruzione. Gli attici offrono una vista di tutto rispetto sulle Alpi, la Mole Antonelliana e le colline circostanti.

Il quadrilatero romano e il Centro storico sono le zone più affascinante con i viali larghi e ortogonali, i portici, i caffè storici, gli edifici dallo stile barocco e i cortili curati.
A pochi km a piedi dal centro, più a sud, troviamo il prestigioso quartiere di Crocetta: palazzi eleganti e raffinati e lunghi viali alberati. In questa zona è possibile trovare attici di lusso con ampi terrazzi che si affacciano sulla collina.

Sulla riva destra del Po, non lontano dal centro, sorge un’altra ambita zona residenziale. Comprende Gran Madre, Borgo Po e Precollina, quartieri chic e tranquilli dove si alternano grandi palazzi di pregio ed edifici più piccoli di due o tre piani. I contro? I prezzi sono più alti della media ed i servizi inferiori rispetto ad altre zone della città.

Per chi cerca una zona prezzi più accessibili, consigliamo il quartiere Campidoglio, dove sono presenti molti edifici ristrutturati. Questa zona della città è caratterizzata da murales e installazioni artistiche, un vero museo a cielo aperto. Le numerose aree giochi e la tranquillità la rendono un luogo perfetto per i bambini.

Gli amanti della vita mondana possono optare per San Salvario, a due passi dalla stazione di Porta Nuova: quartiere che pullula di cocktail bar, locali e ristoranti. Nel quartiere Santa Rita, infine, si possono trovare molte occasioni a prezzi più bassi. Questa zona ha iniziato ad essere densamente popolata a partire dagli anni ’70, offre molti servizi ed è ricca di negozi.

Il prezzo medio per acquistare un attico a Torino è di 2.600 €/m², il prezzo mensile per un affitto di 11,3 €/m². I prezzi più alti si registrano in centro storico, Borgo Po, Gran Madre e Precollina, con valori intorno ai 3.700 €/m².

3. Attico a Genova: giusto mix tra antico e moderno, terrazzi vista mare

Attico Milano, Torino, Genova e Bologna: 4 tipologie, consigli e medie prezzi

Genova è una città ricca di storia e di fascino. Nel suo tessuto urbano troviamo contrasti particolari tra antico e moderno. Luci, vicoli, piazzette, viali si susseguono mutevoli in un infinito labirinto che ci regala scorci diversi e suggestivi, come se guardassimo attraverso un gigantesco caleidoscopio. La sua conformazione particolare, inoltre, stretta tra le montagne e il mare, offre panorami mozzafiato e unici.

Gli attici più ambiti sono ovviamente quelli con terrazzo vista mare. Cercando nei maggiori portali di annunci immobiliari, circa 300 corrispondono ad attici. Tra questi è possibile trovare una vasta scelta di soluzioni: palazzi antichi ristrutturati o edifici moderni, che soddisfano qualsiasi esigenza. Nel centro storico troviamo i Palazzi rinascimentali dei Rolli (patrimonio Unesco), che al tempo della Repubblica di Genova ospitavano l’aristocrazia cittadina. Nella centrale via XX Settembre, la via commerciale di Genova, sorgono eleganti edifici in stile Liberty.

Non mancano soluzioni più moderne, come l’area dell’ex Boero (quartiere Molassana), dove troviamo attici che si inseriscono in un importante progetto di rigenerazione urbana, tra aree verdi e servizi. Per gli amanti della tranquillità e del mare consigliamo i quartieri residenziali di Sturla, Quinto e Quarto. Nervi è una soluzione più prestigiosa, caratterizzata dalla presenza del complesso botanico (Parchi di Nervi), dalla splendida vista sulla scogliera e dai Palazzi Liberty.

Tra i quartieri residenziali più esclusivi: Albaro ,Carignano e Castelletto, che offre una vista privilegiata da un colle che domina la città. La zona di Foce è ideale per chi desidera vivere in un quartiere più animato. In questo quartiere sorge la zona fieristica e si tiene l’annuale salone nautico.

Per quanto riguarda i prezzi, a Genova acquistare un attico occorrono in media 2.600 €/m². Rivarolo è la zona più economica 1.050 €/m², mentre ad Albaro spetta il primato del quartiere più costoso con 4.100 €/m². I prezzi degli attici sono circa il 6% maggiori rispetto alle altre tipologie abitative.

4. Attico a Bologna: dal panorama sulla città delle torri alla tranquillità dei Colli bolognesi

Attico Milano, Torino, Genova e Bologna: 4 tipologie, consigli e medie prezzi

Bologna è una città con un’alta qualità della vita, ricca di attività culturali e artistiche, e con una gastronomia d’eccellenza. Caratterizzata dai suoi lunghissimi portici e dai tantissimi locali che animano la città, è ricca di aree verdi e di zone pedonali, che la rendono adatta a chi non ama lo smog e il traffico cittadino. Un’efficiente rete di trasporti permette inoltre di spostarsi agevolmente da una zona all’altra della città.

A livello urbanistico, negli ultimi anni, abbiamo assistito alla riqualificazione di alcuni quartieri, come Savena, Corticella e Bolognina, che mantengono tuttavia prezzi ancora accessibili. Un attico in queste zone costa in media 3.000 €/m², per queste ragioni un investimento immobiliare rappresenta un vero e proprio affare.

Nel centro storico troviamo gli edifici più caratteristici, la maggior parte risalgono agli anni ’50. I prezzi in queste zone possono superare abbondantemente i 4.000 €/m². Acquistare un attico in centro può offrire un panorama privilegiato sulle torri che dominano la città e ne costituiscono un elemento caratteristico, su tutte spiccano la Torre degli Asinelli e quella della Garisenda .

Il quartiere Santo Stefano è l’area dove sorgono più palazzi di prestigio, gli attici in questa zona sono più che altro spaziosi, dallo stile ricercato e circondati da ampi giardini. Essi permettono di godere appieno dello stupendo panorama che offrono i colli bolognesi. La media dei prezzi per l’acquisto di un attico a Bologna è di 3.800 €/m², 13,1 €/m² mese per un affitto.

Galleria idee e foto di attico Milano, Torino, Genova e Bologna

Vivere in un attico è una scelta abitativa prestigiosa e ricca di fascino. In questo articolo abbiamo esplorato le soluzioni che ci offrono alcune tra le maggiori città italiane. Date un’occhiata alla galleria sottostante dove abbiamo raccolto per voi alcune suggestive immagini.