6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile che ci fa risparmiare tempo, ma ci vuole una corretta manutenzione per farla funzionare a dovere e soprattutto prevenire ristagni che causano il cattivo odore. Ecco come individuare le cause e come usare dei semplici rimedi naturali come aceto, bicarbonato, sale grosso o limone per non danneggiare questo indispensabile elettrodomestico.

Galleria foto ed immagini

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Il cattivo odore in lavatrice dipende da diverse cause, per questa ragione molto spesso non si riesce a mandarlo via del tutto. Prima di cominciare, chiedetevi quanto dura è l’acqua che arriva nei rubinetti dell’impianto idraulico domestico.

Se è troppo dura, potrebbe essere la causa di un odore alacre e poco piacevole. Stesso discorso per quanto riguarda l’odore di fogna: il problema è nell’impianto idraulico o direttamente nell’acquedotto, ma la prova del nove la si avrà se lo stesso odore è presente anche in cucina e negli scarichi. Se così non fosse, ci possono essere dei residui di sapone da bucato nei tubi di scarico.

Tuttavia, esistono delle cause all’apparenza inspiegabili per le quali la lavatrice puzza e si riempie di muffa. Ecco di seguito 6 soluzioni per muffa e cattivi odori in lavatrice, qualche trucchetto della nonna e rimedi assolutamente naturali per neutralizzare gli odori sgradevoli e avere una lavatrice efficiente.

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

1. Pulire il cestello

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Il cestello è considerata la parte di lavatrice in cui si accumula la maggior parte dello sporco, quindi è normale che sia la fonte dei cattivi odori. Provate ad effettuare un lavaggio a vuoto alla massima temperatura possibile, almeno una volta al mese.

Al posto del comune detersivo, usate un bicchiere di aceto bianco da versare nella vaschetta. Un rimedio naturale che aiuta a igienizzare l’interno della lavatrice e rimuovere i cattivi odori. Se la situazione non dovesse migliorare, aggiungeteci bicarbonato di sodio.

Se l’aceto non dovesse essere sufficiente per pulire la lavatrice, puoi ricorrere al sale grosso. Basta 1kg all’interno del cestello e poi avviare un lavaggio a vuoto a 30 gradi con centrifuga.

Prima di sciogliersi, il sale grosso favorirà una leggera abrasione delle superfici interne, eliminando eventuali tracce di sporco o di sapone incrostati. Una sorta di scrub per lavatrici, insomma, però questa è una operazione da effettuare solo in casi particolari.

2. Lasciare aperto il cestello

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Per evitare l’insorgere di muffa e soprattutto cattivi odori, bisogna prendere la buona abitudine di lasciare aperto il cestello dopo ogni lavaggio. In questo modo, la parte si asciugherà all’aria e non ci sarà pericolo di trovare brutte sorprese, come la muffa.

Muffa che si può trovare anche nella vaschetta dei detersivi, la quale è consigliabile pulire e igienizzare meticolosamente.

3. Non lasciare dentro il bucato a lungo

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Correlato al fatto di mantenere pulito il cestello, bisogna fare attenzione a non dimenticarsi della biancheria in lavatrice. Questa dimenticanza potrebbe costare caro: oltre ai cattivi odori, si rischia di avere una proliferazione di muffa e altri batteri. Pertanto, meglio tirare fuori i panni subito, alla fine di ogni lavaggio. Anche per evitare di avere vestiti troppo spiegazzati.

4. Pulizia tubature

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Aceto e bicarbonato sono sufficienti anche per rimuovere calcare e sporcizia nelle tubature, facendo un lavaggio a vuoto. Tuttavia, ci sono dei prodotti pensati per liberarsi dello sporco ostinato dei tubi di scarico. Basta acquistare il prodotto e seguire le istruzioni, in modo da risolvere il problema.

5. Filtro lavatrice

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Ce ne dimentichiamo tutti, ma il filtro della lavatrice è forse la componente più importante dell’elettrodomestico. Esso ha la funzione di ripulire l’acqua di scarico dopo il lavaggio, pertanto, è normale che si accumulino sporcizia e che insorgano cattivi odori.

Basta semplicemente munirsi di una bacinella e di stracci per evitare di allagare il bagno, svitarlo e pulirlo semplicemente con acqua corrente. Una volta compiuto questa operazione, basta sistemarlo al suo posto. Sarebbe opportuno fare questa operazione una volta all’anno, ma per evitare l’accumulo di peli e altro, aspirate o sbattete bene i tessuti da lavare.

6. Guarnizione sporca

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

La puzza di muffa può essere dovuta alla guarnizione, dove l’acqua si sedimenta e non si asciuga. Sarebbe opportuno asciugarla manualmente e ripulirla dai residui a ogni lavaggio, per evitare ristagni e muffa.

Se la situazione è particolarmente compromessa, prendete del bicarbonato di sodio mischiato con succo di limone, in modo da formare una crema. Usate una spazzola di piccole dimensioni o un vecchio spazzolino da denti e cercate di pulire, insistendo molto sulla muffa.

Questo composto dovrebbe essere in grado di entrare negli spazi più insidiosi e risolvere il problema alla radice.

6 soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Galleria idee e foto di soluzioni lavatrice per muffa e cattivi odori

Avete visto alcune soluzioni e rimedi per mantenere la lavatrice pulita e igienizzata, a prova di cattivo odore, ma ci sono altre cause che vanno oltre l’umidità che si viene a creare nell’elettrodomestico a causa dei ristagni di acqua. Tuttavia, se sentite odore di bruciato, dovete intervenire subito. Spegnete l’elettrodomestico e staccatelo dalla corrente. Una volta che si sarà raffreddato, cercate di capire se sia la presa o la lavatrice stessa la causa della puzza.

Può anche darsi che l’apparecchio è nuovo e le parti in plastica provochino questo odore, così come i trucioli di sapone che sono andati ad aderire al riscaldatore e bruciano durante i lavaggi. In altri casi, potrebbe anche trattarsi di un guasto alla serratura della porta, del riscaldatore o dell’alimentazione. L’unica maniera per risolvere il problema è chiamare un tecnico qualificato.

Per quanto riguarda le altre problematiche, non ci sono operazioni di pulizia particolarmente complicate.  L’unica accortezza è essere costanti e cercare di pulire la lavatrice e le sue componenti anche in base a che tipo di lavaggi si effettuano (le temperature alte aiutano), oppure alla tipologia di detersivi usati, dalla quantità usata e dalle proprie abitudini. Affidatevi alla nostra galleria immagini per avere altre idee e soluzioni!