5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo

Perché la temperatura degli ambienti domestici è così importante? Non basta solo accendere il riscaldamento? La risposta è no. Purtroppo, presi da mille impegni, dal periodo storico che stiamo vivendo e altre fonti di stress, ci si dimentica di controllare che la casa abbia una temperatura ottimale, oltre che il giusto grado di umidità. E da qui, insorgono i problemi! Muffa, cattivo odore, irritazione agli occhi, pelle secca e pruriginosa, problemi respiratori e gola secca possono essere risolti in 5 modi per mantenere costante la temperatura in casa e renderla ideale con una corretta manutenzione, eliminando gli ostacoli, differenziando la temperatura in ogni stanza e controllando vetri e serramenti.

Galleria foto ed immagini

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Quando arriva l’inverno, la maggioranza delle persone patisce i drastici cambi di temperatura. L’autunno ci prepara con gli sbalzi termici, da caldo a freddo, mentre purtroppo, la stagione invernale è caratterizzata dal clima rigido. Anche in casa. Pertanto, è urgente capire come gestire in modo corretto questo passaggio e come mantenere una temperatura costante in casa.

La gestione della temperatura in casa porta diversi benefici e vantaggi. In primis, ci si guadagna in salute. Pare che la marcata differenza tra esterno e interno esponga l’organismo a disturbi e malanni di stagione che colpiscono le difese immunitarie e provocano tosse, raffreddore e allergie.

Inoltre, la formazione della condensa e la successiva muffa è pericolosa, segno che occorre controllare la temperatura interna e il grado di umidità negli ambienti. Inoltre, una temperatura costante in casa è ottima per la bolletta: sarà più leggera se evitiamo gli sprechi.

Di seguito, ecco 5 modi per mantenere una temperatura costante in casa e avere maggiore comfort e risparmio energetico.

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

1. Corretta manutenzione

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Il primo passo per migliorare e mantenere costante la temperatura in casa è quello di avere un buon impianto di riscaldamento. A questo proposito, non dovete fare i pigri o peggio, pensare di risparmiare: occorre chiamare il tecnico una volta all’anno per la pulizia e la manutenzione, nonché per effettuare tutti i controlli necessari.

Questo manterrà la caldaia, la stufa a pellet o legno o la pompa di calore efficiente e costante. Una buona abitudine è quella di spurgare regolarmente i termosifoni, in modo da mantenere il loro regolare funzionamento.

2. Tenere le finestre chiuse

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Un errore madornale quando si accende il riscaldamento è quello di tenere le finestre aperte. Va benissimo aprirle per arieggiare gli ambienti, soprattutto la camera da letto, quando si è appena svegli.

Tuttavia, la dispersione del calore fa sì che aumentino gli sprechi e l’ambiente si raffreddi più in fretta. Programmate i riscaldamenti dopo l’apertura delle finestre, che dovrebbe durare una decina di minuti al massimo.

3. Puntare sugli infissi e vetri doppi

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Sarebbe opportuno sostituire le finestre con vetro singolo con vetri doppi o addirittura tripli. Questi strumenti saranno capaci di mantenere una temperatura costante in casa, sia in inverno, sia in estate.

Anche gli infissi influiscono per quanto riguarda la dispersione del calore: cercate di considerare la possibilità di sostituzione con serramenti a risparmio energetico. Potete consultare uno specialista che valuterà la situazione e vi dirà se si è idonei alla richiesta di eventuali incentivi e detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica.

4. Riscaldare le stanze necessarie

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Contro gli sprechi e soprattutto per evitare dispersione di calore, oltre a programmare il termostato in certi orari specifici, suggeriamo di dividere la casa a zone. Riscaldate solamente le stanze necessarie, dove voi o la vostra famiglia alloggia, chiudendo le porte delle stanze inutilizzate. Potete far installare le valvole termostatiche sui termosifoni, per differenziare la temperatura ed evitare che una stanza sia caldissima e l’altra fredda.

Seguendo le esigenze della famiglia media, gli esperti suggeriscono che in cucina bastano 18 gradi, visto che forno e fornelli contribuiscono a mantenere caldo l’ambiente. Nel soggiorno e nello studio, dove si tende a stare fermi, si suppone che la temperatura non scenda sotto i 20-21 gradi.

Nella camera da letto, invece, la temperatura può anche non superare i 16 gradi, visto che ci sono piumoni e coperte a mantenerci al caldo. Ovviamente, con bambini piccoli e neonati le esigenze cambiano, quindi nella zona giorno la temperatura potrebbe arrivare a 22 gradi e nella zona notte salire tra i 18 e i 19 gradi.

5. Niente ostacoli

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Nonostante ci sia il riscaldamento acceso e pure a una temperatura elevata, il calore non è uniforme in tutti gli ambienti della casa? Prendetevi un minuto e osservate bene: ci sono ostacoli sui termosifoni? Spesso è colpa di mobili, indumenti, tende dal tessuto pesante e addirittura dei cassettoni degli avvolgibili.

Tutti questi oggetti provocano una dispersione di calore, risolvibile rispettivamente spostando il mobilio, utilizzando una calamita per tende in modo che il tessuto non tocchi il radiatore e facendo isolare i cassettoni degli avvolgibili.

Diverso il discorso degli umidificatori di ceramica con un po’ di acqua da appendere ai caloriferi, essi sono indispensabili per mantenere una costante umidità in casa. Vi accorgerete che l’aria in casa è troppo secca per il fatto di avere costantemente gola secca, capelli aridi, labbra e altre parti del corpo screpolate per la pelle secca, irritazione agli occhi, prurito, problemi respiratori con tosse, starnuti, allergie e congestione.

Nel periodo invernale, assicuratevi che l’umidità negli ambienti di casa sia del 50%, basandovi su una media di 20 gradi. Non solo per la salute vostra e della vostra famiglia, bensì per evitare l’insorgere di muffe e altre proliferazioni biologiche poco salubri.

5 modi per mantenere costante la temperatura in casa

Galleria idee e foto di modi per mantenere temperatura costante in casa

Seguendo i nostri consigli, farete anche una scelta green: si ridurrà in modo notevole l’impatto ambientale, consumando meno energia e producendo meno anidride carbonica. Insomma, non è una scelta dettata dal portafoglio, bensì anche dalla voglia di pensare al proprio benessere e a quello dell’ambiente.

Nella nostra galleria immagini potrete trovare altri spunti e idee oltre i 5 modi per mantenere una temperatura costante in casa, per affrontare l’inverno in modo sereno e affacciarsi alla primavera con entusiasmo.