Sostituzione delle ringhiere in condominio, chi decide e chi paga?

Autore:
Verdiana Sasso
  • Giornalista

Come avviene la sostituzione delle ringhiere dei balconi in condominio? Chi decide e come avviene la ripartizione delle spese? Cosa dice la normativa? Diamo un’occhiata al regolamento condominiale e scopriamo cosa è consentito fare e cosa è vietato.

Ringhiera del balcone
Photo by Kifor production – shutterstock

La ringhiera del balcone, nota anche come parapetto o balaustra, è un elemento di protezione, fondamentale per evitare la caduta nel vuoto di persone o di oggetti dal balcone o dal terrazzo. È costituita da diversi elementi come il corrimano, le colonne e i piantoni che possono essere realizzati con materiali diversi. Il tutto va a formare una barriera ad andamento orizzontale.

Galleria foto ed immagini

Le ringhiere dei balconi condominiali sono parte integrante della facciata dell’edificio e in quanto tale rappresentano un bene comune. A fare chiarezza sull’argomento è la sentenza n.10848 del 2020 della suprema Corte di Cassazione che ha eliminato ogni dubbio in materia. Dunque, secondo l’orientamento giurisprudenziale prevalente, le ringhiere così come i divisori dei balconi sono parti integranti della facciata dell’edificio condominiale e contribuiscono a costituire il decoro architettonico dello stesso. Ma chi si occupa della sostituzione e come avviene la ripartizione delle spese?

Condominio, sostituzione delle ringhiere: normativa e ripartizione delle spese

Ringhiera
Photo by TovtynPavlo – shutterstock

Come anticipato, la ringhiera fa parte della facciata dell’edificio ed è da considerarsi una parte comune, così come specificato dall’articolo 1117 del Codice Civile che recita:

Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell’edificio, anche se aventi diritto a godimento periodico e se non risulta il contrario dal titolo:
1) tutte le parti dell’edificio necessarie all’uso comune, come il suolo su cui sorge l’edificio, le fondazioni, i muri maestri, i pilastri e le travi portanti, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni di ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate.

Per quanto riguarda la sostituzione, è compito dell’assemblea condominiale decidere l’inizio dei lavori quando si tratta di una ringhiera che incide sul decoro architettonico dell’edificio. In questo caso specifico, ogni decisione riguardante la sua manutenzione è di competenza dell’assemblea.

Chi paga la sostituzione delle ringhiere?

Come avviene la ripartizione della spesa per la sostituzione delle ringhiere in condominio? I costi per la sostituzione delle ringhiere dei balconi che contribuiscono al decoro del caseggiato sono a carico di tutti i condomini, così come specificato dall’articolo 1123 del Codice Civile:

Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne.

Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell’intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.

Sostituzione delle ringhiere in condominio: immagini e foto