Permessi per piscina interrata: ecco quali sono

Avere una piscina interrata nel giardino di casa è il sogno di molti. Tuttavia, prima di pensare alla realizzazione è bene conoscere in maniera chiara e dettagliata quelle che sono le leggi vigenti e i permessi per far sì che si possa trasformare in una realtà concreta.

Guarda il video

Permessi per piscina interrata
Photo by Canva

Sapere quali sono i permessi per la realizzazione di una piscina interrata, è la domanda di tutti coloro che vogliono ritagliarsi un piccolo angolo di relax nel giardino della propria abitazione.

Galleria foto ed immagini

Tuttavia, per far sì che da semplice sogno si trasformi in una realtà concreta e tangibile è bene conoscere in maniera dettagliata e approfondita tutte le norme vigenti atte per questo tipo di lavori.

Permessi per piscina interrata: tutto quello che devi sapere

Come già accennato, è importantissimo conoscere i permessi necessari per l’installazione di una piscina interrata in quanto in determinate situazioni, essa potrebbe essere considerata come un bene extra di lusso e portare come conseguenza il pagamento di tasse aggiuntive.

Anche se in generale le regole vengono imposte a livello comunale, la Legge vigente in materia, contiene al suo interno delle indicazioni che fanno riferimento ai permessi da richiedere affinché si possano intraprendere i lavori per l’installazione di una piscina interrata.

Permessi per piscina interrata
Photo by somara – Pixabay

Il primo passo da compiere verso la realizzazione è quello di chiedere agli apposti uffici del proprio Comune di residenza quale è la linea più idonea da seguire, anche se solitamente i maggiori intoppi sono quelli che si verificano a livello ambientale e paesaggistico.

In ogni caso a prescindere da quelle che sono le direttive comunali, rimane ferma la richiesta del Permesso di Costruire.

Questo aspetto, viene stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica 380/2001 che stabilisce che la costruzione di una piscina interrata, obbliga il possessore a intraprendere degli scavi e ciò comporta a trasformare in modo permanente il suolo pubblico.

Per questo motivo, il tecnico incaricato dovrà presentare al Comune la domanda sovraesposta in quanto in assenza del Permesso di Costruzione ogni tipologia di lavoro verrebbe interrotta.

In relazione a quanto citato sopra, dobbiamo tenere a mente che nel 2004 la Cassazione si è espressa in maniera specifica in merito citando che:

Sono subordinati al preventivo rilascio del permesso di costruire, non soltanto gli interventi edilizi in senso stretto, ma anche gli interventi che comportano la trasformazione in via permanente del suolo non edificato.

I permessi relativamente alla piscina interrata rientrano tra le autorizzazioni necessarie per realizzare degli interventi in giardino.

Quando serve la DIA

Permessi per piscina interrata
Photo by Canva

Nel caso in cui la propria abitazione sia collocata in una zona protetta e sottoposta a vincoli paesaggistici o storico – architettonici, si dovrà provvedere ad avere l’Autorizzazione della Soprintendenza e quindi di lavori senza quest’ultima non possono avere inizio.

La situazione, si complica ulteriormente nel caso in cui oltre ai due vincoli citati sopra, si aggiunge anche il rischio idrogeologico. Solitamente, si tratta di una minoranza di casi, ma nel caso in cui ci si dovesse ritrovare in questa situazione, bisognerà rivolgersi a un geologo abilitato e ottenere la sua autorizzazione. In ogni caso, sia gli scavi che i lavori devono sempre rispettare il Codice Ambientale.

Un ulteriore documento che bisogna presentare, fa riferimento alla DIA ovvero la Denuncia di Inizio Attività. Una volta che la DIA è stata presentata, devono trascorrere 30 giorni  e solo una volta terminato questo periodo, si otterrà il permesso per poter iniziare i lavori.

Nonostante ciò, ci sono due limiti che devono assolutamente essere rispettati:

  • Non devono essere lavori di nuova costruzione;
  • Rispetto a quello che è il volume totale dell’edificio gli interventi devono avere un volume minore uguale del 20%.

Da tali vincoli, si potrà emergere se la piscina interrata che si vuole costruire, ha una dimensione maggiore del 20% del suolo sulla quale verrà posizionata indi per cui sarà necessario essere in possesso del Permesso di Costruire.

Permessi per piscina interrata: foto e immagini