IMU terza rata a febbraio: chi dovrà pagare

Autore:
Laura Scarpellini

IMU ancora in evidenza tra gli emendamenti inclusi nella legge di Bilancio 2024. Stavolta è stata definita una terza scadenza fissata per il prossimo mese di febbraio. Ma chi sarà tenuto a provvedere a tale pagamento? Cerchiamo di fare chiarezza su come si dovrà calcolare il suo importo, e quali saranno i contribuenti che dovranno provvedere al pagamento.

Galleria foto ed immagini

IMU terza rata a febbraio: chi dovrà pagare

IMU e legge di Bilancio: ecco la novità

Ebbene nella legge di Bilancio 2024 di recente approvazione, è stata definita anche una nuova scadenza, riguardante l’IMU. Si tratta di una nuova rata, messa a punto con scadenza fissata al prossimo mese di febbraio 2024. Si tratta di un aggiustamento conseguente alla ritardata presentazione da parte di alcuni Comuni, delle aliquote d’imposta aggiornate.

Per molti cittadini si potrà avere l’amara sorpresa di ritrovarsi degli importi della tassazione IMU, decisamente più alti, e per altri invece essere uguale agli anni passati, o addirittura a conguaglio. Vediamo meglio di cosa di tratta.

IMU terza rata a febbraio: chi dovrà pagare
Photo by freepik – Freepik

Aliquote aggiornate: cosa è accaduto

Le aliquote IMU sono state oggetto di modifica da parte delle Amministrazioni Locali, che attraverso una delibera comunale hanno dovuto provvedere a comunicarla al Ministero dell’Economia. L’Ente ministeriale a sua volta provvede poi alla relativa pubblicazione sulla propria piattaforma, di quanto ricevuto annualmente, entro il 28 ottobre.

Ma nel caso in cui le delibere comunicali non sia state inviate per tempo, i contribuenti dovranno prendere a riferimento l’importo IMU dell’anno precedente. Ma con il recente emendamento incluso nella Legge di Bilancio 2024, ecco che si dovranno andare a prendere di riferimento per i conteggi IMU le delibere comunali che siano state inserite sul portale del federalismo fiscale, entro la data del 30 novembre 2023.

La data dell’ultima pubblicazione delle delibere è stata aggiornata di conseguenza, al prossimo 15 gennaio 2024.

Quale è la funzione dell’IMU

L’imposta dell’IMU ormai sappiamo tutti che va a riguardare tutti gli immobili in possesso, ad esclusione della prima casa, se questa non rientra nella classificazione degli immobili di lusso. Pertanto ecco che terreni agricoli, edificabili e immobili, sono oggetti di tale tassazione. Ma ci sono, anche alcune particolari eccezioni che risultano essere esentati da tale versamento.

Il pagamento è ripartito con la prima scadenza a giugno, derivata dal calcolo sull’anno precedente, messo a punto dal Comune dove si trova l’immobile.

L’importo della rata sarà pari al 50 per cento della somma dovuta. La seconda rata a saldo, ha avuto scadenza il 16 dicembre e quest’anno la data è slittata al 18 in quanto su trattava di un sabato.

Il saldo viene calcolato in base al conteggio che vede l’applicazione delle aliquote aggiornate e comunicate entro il 14 ottobre al MEF

IMU terza rata a febbraio: chi dovrà pagare
Photo by freepik – Freepik

Chi dovrà pagare a febbraio

Sia chiaro che non tutti i contribuenti saranno chiamati a provvedere al versamento della terza rata con scadenza il 29 febbraio esente da sanzioni ed interessi. Infatti il versamento delle somme a conguaglio sarà dovuto solo a ai residenti in quei circa 200 Comuni, che non hanno approvato per tempo le aliquote IMU aggiornate, con relativa comunicazione al MEF.

Inoltre nell’eventualità che il Comune abbia deciso di andare a diminuire l’aliquota e il contribuente si trovi ad avere un saldo in negativo, scatterà il dovuto rimborso, che seguirà l’iter in essere.

IMU febbraio 2024, chi dovrà segnare la data in agenda: foto e immagini