Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?

Autore:
Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
27/12/2022

Una fonte pulita e rinnovabile che permetterebbe di sfruttare il calore naturale della crosta terrestre allo scopo di avere energia elettrica e acqua calda. Si tratta dell’energia geotermica: è possibile installarla in Italia?

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
casa geotermica

Tra le tante fonti rinnovabili, è poca conosciuta l’energia che si sprigiona sotto forma di calore che è presente nella crosta della Terra. L’Italia si colloca tra i principali produttori di energia geotermica a livello europeo, ma molti dopo i recenti avvenimenti geopolitici che hanno causato i rincari dei prezzi energia si chiedono se il Belpaese possa essere il territorio ideale per questa energia rinnovabile.

Galleria foto ed immagini

In Italia non mancano le risorse geotermiche in quanto nella penisola si concentrano sorgenti naturali di acqua calda, la quale è l’elemento chiave di questa fonte energetica green. Cerchiamo di capire di più e rispondere alla domanda cruciale dell’energia geotermica: è possibile installarla in Italia?

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
impianto geotermico

Energia geotermica: che cos’è e come funziona

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
sonde impianto geotermico

Abbiamo già accennato che l’energia geotermica trae origine dal calore che viene sprigionato dalla Terra, proprio dalla crosta terrestre. Il calore geologico è originato dal decadimento di materiali radioattivi presenti in natura quali torio e uranio.

Questa è una reazione chimica che genera calore termico. Infatti, la temperatura del sottosuolo aumenterà di 3 o 4 gradi ogni 100 metri, se si va in profondità. Anche il magma è un aiuto a produrre energia geotermica quando passa nelle vicinanze delle falde acquifere sotterranee.

I gas caldi che si sprigionano saranno utili per generare elettricità o far funzionare gli impianti di riscaldamento domestici.

A volte si può anche fare a meno dell’acqua. Si possono utilizzare liquidi particolari a seconda dei casi. Importa soltanto l’obiettivo ovvero l’azionamento di grandi turbine che muovono alberi motore e creano energia meccanica, trasformata successivamente in elettricità.

Come e dove si installa un impianto geotermico

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
sistema di accumulo

Un impianto geotermico conviene? Certo, perché ci aiuterebbe a dimenticare caldaia e condizionatore. Si avrà un unico impianto che svolgerà in contemporanea la funzione di due apparecchi. Per installare un impianto geotermico in Italia e a livello mondiale, si deve tenere conto di tre elementi fondamentali:

  • Pompa di calore in posizione protetta (giardino, cantina, antibagno ecc.);
  • Sonde geotermiche orizzontali o verticali da installare sotto terra per scambiare calore col terreno;
  • Sistema di accumulo e distribuzione del calore a bassa temperatura costituito da terminali che aiutano a diffondere energia termica mediante ausili come pannelli radianti, riscaldamento a pavimento e bocchette di ventilazione.

Come spazi, non serve certo avere un parco come giardino. Eventualmente, il problema si porrà negli edifici di vecchia data. Mentre in immobili di nuova costruzione si scopre che la tecnica della geotermia è fortemente consigliata e non ostacolata.

Sfatiamo anche il fatto che l’energia geotermica ostacoli le altre fonti rinnovabili. Anzi, se l’immobile è  ben coibentato e fornito di pannelli fotovoltaici per il riscaldamento dell’acqua, più alte saranno le prestazioni dal punto di vista energetico.

Geotermia in Italia: qual è la situazione

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
funzionamento impianto geotermico

Nonostante tutto, l’energia geotermica in Italia nell’ultimo decennio è stata trascurata. Il motivo è semplice: non ci sono investimenti, tutti dirottati su energia solare ed energia eolica. Per ora, siamo al settimo posto in classifica. Siamo dopo Nuova Zelanda, USA, Indonesia, Filippine, Islanda e Messico.

Non solo per i finanziamenti mancanti, bensì perché una centrale geotermica è una realtà complessa con un impatto ambientale importante. Per questo sono gli stessi cittadini ad opporsi, vedendo questi imponenti edifici che deturpano l’ambiente. Inoltre, è un mercato molto difficile e non c’è molta liberalizzazione.

Ma in Italia esiste una realtà geotermica in Toscana. A Larderello, per la precisione, dove si erige un impianto classificato come uno dei più grandi d’Europa. Basta dire che vanta oltre 120 MW di potenza installata. Ci sarebbe anche in Campania una zona promettente, precisamente nell’area dei Campi Flegrei e di Ischia.

Infatti, sono presenti giacimenti con un potenziale di oltre 17 GW, come in Sicilia e nel Lazio. Salvo sorprese, si dovrebbero realizzare 10 nuovi impianti per avere 50 MW ma saranno a ciclo binario. Significa che saranno in grado di generare elettricità anche a basse temperature.

Energia geotermica in Italia: normative e convenienza

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
Impianto di geotermia in montagna

Anche se mancano finanziamenti, non significa che l’Italia non usi questo tipo di energia. Al momento le centrali geotermiche attive sono quelle dislocate sul Monte Amiata e che producono 1372MW utilizzati per riscaldamento domestico, usi termali, acquacoltura, agricoltura e usi industriali.

Per quanto riguarda la convenienza, è netta e lampante. Un impianto di questo tipo potrebbe collocarsi ovunque nel territorio italiano in quanto gli esperti sono in grado di valutare le caratteristiche del sottosuolo.

Ma per evitare pericoli derivati dal rischio idrogeologico, meglio affidarsi a un esperto e capire come si potrebbe realizzare un impianto domestico. La manutenzione di un impianto geotermico è nulla.

Inoltre, le sonde hanno durata illimitata, i pannelli radianti come una pompa di calore geotermico durano anche 20 anni. L’unico onere è il consumo elettrico della pompa di calore ma per il resto questa energia è a costo zero rispetto al gas metano.

Conclusioni energia geotermica in Italia

Energia geotermica: è possibile installarla in Italia?
funzionamento impianto geotermico raffreddamento e riscaldamento

Insomma, abbiamo appurato che l’energia geotermica sia pulita e rinnovabile, ma forse ancora troppo complessa da comprendere.

Le trivellazioni e le centrali imponenti sono i due grandi svantaggi in confronto ad altre fonti energetiche green, ma i vantaggi sono una fornitura costante di energia nell’arco di tutta la giornata, senza produrre CO2 o altri inquinanti.

Si spera che con il mini geotermico si possa cambiare rotta. Ovvero, realizzare piccoli impianti a misura familiare o condominiale, che costano meno e impattano meno. Come costi, andiamo dai 15mila ai 20mila Euro in su, dipende dalla potenza come dalla superficie da riscaldare.