Bonus sicurezza 2022

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo

Detrazione del 50% per spese sostenute per installazione di sistemi volti ad aumentare la sicurezza della casa da furti, rapine, aggressioni, fughe di gas e quant’altro grazie al Bonus sicurezza 2022. Requisiti, lavori soggetti alla detrazione, a chi spetta e modalità di richiesta.

Bonus sicurezza 2022

Che cos’è il Bonus sicurezza 2022

Bonus sicurezza 2022

Si tratta di un’agevolazione fiscale che prevedere la detrazione del 50% per i costi sostenuti in seguito all’acquisto, l’installazione e la progettazione di interventi mirati per l’aumento della sicurezza della casa. Quindi, è valida per l’installazione di sistemi di allarmi, antifurti e videosorveglianza fino ad un importo massimo di spesa che ammonta a 96mila Euro.

Come richiedere il Bonus sicurezza 2022

Bonus sicurezza 2022

Per usufruire di questa utile agevolazione non si deve presentare nessuna domanda, in quanto si tratta di un bonus che scatta solo nella dichiarazione dei redditi. Un requisito fondamentale è essere in regola con il pagamento dell’IMU e della TASI.

Bonus sicurezza 2022, a chi spetta

Bonus sicurezza 2022

Possono fare richiesta del Bonus sicurezza tutti i soggetti privati paganti l’imposta Irpef sul reddito delle persone fisiche, che siano o meno residenti in Italia, e a coloro che sono titolari di impresa con Partita IVA, proprietari dell’immobile soggetto all’eventuale agevolazione. Oltre ai proprietari, ci sono altri soggetti aventi diritto come:

  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione);
  • inquilini di casa in affitto o comodatari;
  • familiari conviventi del proprietario dell’immobile a condizione che documentino le spese sostenute per la ristrutturazione edilizia/sicurezza;
  • imprenditori individuali, società semplici o società in nome collettivo.

Lavori soggetti al Bonus sicurezza 2022

Bonus sicurezza 2022

Per quali lavori vale questa importante detrazione fiscale? Secondo le norme attuali, gli impianti e i lavori con cui si può richiedere questo beneficio sono l’installazione di:

  • porte blindate;
  • sistemi di allarme;
  • impianti antifurto e impianti antintrusione;
  • sistemi di videosorveglianza professionale a circuito chiuso (TVCC);
  • impianto rilevazione incendi e impianti evacuazioni e controllo fumi;
  • sistemi controllo degli accessi e dispositivi per la protezione da allagamenti e fughe di gas;
  • sistema nebbiogeno.

Inoltre, sono annoverati anche i seguenti lavori:

Potrebbe interessarti Sisma bonus case antisismiche 2022

  1. Perizie per installazione impianto di allarme e antifurto;
  2. Sopralluoghi installazione impianto di allarme;
  3. Progettazione impianto di allarme;
  4. Prestazioni professionali connesse all’installazione dell’impianto di allarme;
  5. Spese per l’acquisto dei materiali per l’impianto di allarme;
  6. Telecamere per videosorveglianza;
  7. Compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti.

Esse devono essere tutte spese documentate, quindi riportate al dettaglio sulla fattura con tutti gli estremi del contribuente e della ditta qualificata addetta all’esecuzione di questi lavori e perizie. I suddetti lavori dovranno essere compiuti nell’anno solare, quindi tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022.

Cassaforte e Bonus sicurezza 2022

Bonus sicurezza 2022

In realtà, anche l’installazione di una cassaforte potrebbe essere annoverata come intervento volto ad incrementare la sicurezza sfruttando il Bonus ristrutturazioni 2022. Non ci sono grandi differenze, se non per la documentazione da richiedere e, qualche volta, i permessi.

Informatevi sempre nel vostro Comune di residenza, in modo da non scoprire troppo tardi che la parete o lo spazio da voi prescelto come collocazione ideale di questo oggetto per proteggere i vostri preziosi sia soggetto a vincolo storico o di altro genere.

Oltre alla documentazione che di prassi bisogna presentare al momento della denuncia dei redditi e da conservare per controlli futuri, dovete compilare in questo caos la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Si tratta di un modulo necessario quando non serve chiedere un’abilitazione al comune per dare avvio ai lavori, deve indicare la data di inizio e certifica il fatto che l’opera rientri tra le aventi diritto alla detrazione.

Come richiedere il Bonus sicurezza 2022

Bonus sicurezza 2022

Il Bonus sicurezza 2022 per la casa è una detrazione fiscale che scatta in dichiarazione dei redditi, quindi non bisogna presentare alcuna domanda. Ovviamente, bisogna adempiere a delle regole, come effettuare i relativi pagamenti per saldo acquisto e installazione dei sistemi di allarme e antifurto mediante sistemi tracciabili.

Bonus sicurezza 2022: modalità di pagamento

Bonus sicurezza 2022

Un requisito importante per la validità di questo bonus è che i pagamenti vengano effettuati in modo che rimangano tracciati, ovvero mediante un bonifico parlante, postale o bancario, sul quale risultino:

  1. causale del versamento, con riferimento alla relativa norma di legge;
  2. numero, data ed importo della fattura (o relative date, in caso di interventi diversi);
  3. codice fiscale di chi vorrebbe beneficiare della detrazione;
  4. codice fiscale o numero di Partita IVA del beneficiario del pagamento.

In caso di pagamento mediante bonifico, è caldamente specificato che deve essere effettuato dalla stessa persona che richiede la detrazione. Nella dichiarazione dei redditi poi si dovranno riportare i dati catastali dell’immobile per identificarlo, nonché allegare tutta la documentazione relativa ai lavori effettuati. Meglio conservare tutto in copia, per evitare di incappare in disguidi in caso di verifica fiscale.

Altre considerazioni sul Bonus sicurezza 2022

Bonus sicurezza 2022

Vi suggeriamo di affidarvi a una ditta esperta e certificata, in grado di rilasciarvi relativa documentazione e atto di conformità dell’impianto. Anche per il fatto di avere la certezza di installare degli impianti e dei materiali di prima scelta e con personale qualificato per lo scopo.

Si sa che quando si tratta di sicurezza, tutti noi abbiamo sempre un occhio di riguardo per salvaguardare non solo i preziosi e il nostro patrimonio, bensì per mettere in sicurezza la nostra famiglia e i nostri affetti più cari.

Inoltre, per conoscere le ultime novità in merito al Bonus sicurezza 2022, andate a consultare le FAQ sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate: lì troverete tutte le risposte ai vostri eventuali dubbi.