Bonus infissi e serramenti: tutte le novità del 2024

Per l’anno d’imposta 2024  non è stato confermato il bonus infissi e serramenti. L’agevolazione permetteva di avere un’agevolazione IRPEF sugli sgravi fiscali, uno sconto in fattura oppure una cessione del credito.

Bonus infissi e serramenti 2024: cosa cambia da quest’anno
Photo by Canva

Nel 2024, resta il dubbio sul bonus infissi e serramenti ovvero la detrazione che fino alla fine del 2023, permetteva a tutti coloro che volevano procedere con la sostituzione di serramenti o infissi di poter usufruire di un’agevolazione fiscale del 75%.

Galleria foto ed immagini

Con il prossimo decreto Superbonus, si sta valutando la possibilità di stanziare ulteriori fondi a favore del bonus, attraverso non solo dei nuovi possibili sgravi, ma anche con una cessione del credito oppure attraverso uno sconto in fattura.

Bonus infissi e serramenti 2024: tutte le informazioni

Il bonus infissi e serramenti 2024, – come abbiamo già accennato – è un’agevolazione IRPEF messa a disposizione di tutti coloro che nell’anno in essere, hanno intenzione di procedere con la sostituzione di infissi e serramenti nuovi.

Prima di entrare nel dettaglio, devi sapere che nel mercato italiano, gli infissi e i serramenti, permettono di ricavare un fatturato annuo pari a 7  miliardi di euro rappresentando una grossa fetta dell’economia del nostro Paese.

Bonus infissi e serramenti 2024: cosa cambia da quest’anno
Photo by StockSnap – Pixabay

Infissi, porte nuove, pavimenti dotati di tecnologie di ultima generazione, sono tutti elementi fondamentali per rendere la propria abitazione quanto più green possibile ovvero più sostenibile e con meno impatto ambientale.

Gli infissi di ultima generazione, sono estremamente importanti per i seguenti motivi:

  • Contribuiscono a ridurre la dispersione del calore nella stagione invernale e di aria fresca nella stagione estiva;
  • Abbattono i consumi relativi al riscaldamento in casa andando a determinare un notevole risparmio energetico;
  • Altissime capacità di isolamento acustico e termico;

Per tutti questi motivi, il bonus infissi e serramenti 2024 è uno degli incentivi che ha come obiettivo primario quello europeo ovvero “emissioni zero” sancito dal “Green Deal” per il raggiungimento della transizione energetica.

Come richiedere il bonus

Essendo il Governo al lavoro con i tagli per cambiare la nuova riforma del Superbonus, è molto probabile che nei prossimi giorni, venga presa una decisione definitiva anche per quanto riguarda il bonus infissi.

Nell’anno d’imposta 2023 era stato possibile effettuare la sostituzione di pavimenti, porte, infissi e serramenti ottenendo il 75% di sgravi fiscali sui lavori di ristrutturazione e di edilizia che potevano essere associati a tutti i lavori riguardanti l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Attualmente è possibile procedere con la sostituzione degli infissi tramite la richiesta dell’ Ecobonus oppure del Bonus ristrutturazioni. Ovviamente sono ammessi anche tutti i lavori eseguiti su ascensori, scale, piattaforme elevatrici e servoscale.

Infissi detraibili del 75% : quando è possibile?

Come accennato nel corso dell’articolo, al momento non è più possibile ottenere la detrazione IRPEF del 75% per i lavori di sostituzione di infissi e serramenti con il lavoro di abbattimento delle barriere architettoniche.

L’esecutivo, dovrà sciogliere il nodo riguardante la cessione del credito e dello sconto in fattura due misure che ad oggi sono richiedibili soltanto da tutti i proprietari di condominio oppure di villette purché quest’ultimi abbiamo un ISEE inferiore o uguale a 15.000 euro oppure appartenenti a quei nuclei famigliari con delle persone disabili.

Tra le numerosissime ipotesi in campo c’è la probabilità che si estenda la detrazione IRPEF per 10 anni (anziché 5) e abbassando la percentuale al 50% anziché al 75%.

Potrebbe interessarti Pulire gli infissi bianchi

Bonus infissi e serramenti 2024: foto e immagini