Bonus casa 2024 attivo il portale Enea: ecco per quali agevolazioni

Bonus casa 2024, al via il nuovo portale ENEA attraverso la quale è già possibile trasmettere al sito online dell’Agenzia Nazionale delle Nuove Tecnologie tutte le pratiche riguardanti tutti gli interventi edilizi già conclusi. Ma vediamo meglio nel dettaglio come funziona.

Guarda il video

Bonus casa 2024 ENEA
Photo by Canva

È già attivo il nuovo portale ENEA relativo ai bonus casa 2024 attraverso la quale è possibile trasmettere al nuovo sito online dell’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie tutte le pratiche relativi agli interventi edilizi già conclusi.

Galleria foto ed immagini

Per poter accedere ad alcune detrazioni fiscali sempre collegate alle opere – come ad esempio l’Ecobonus – sarà però essenziale inviare tutta la documentazione entro una scadenza inderogabile di 90 giorni.

Bonus casa 2024 ENEA: tutte le informazioni necessarie

Come abbiamo già accennato è già pienamente funzionante il nuovo portale ENEA per i bonus casa 2024. In relazione alle detrazioni fiscali riguardanti la riqualificazione energetica degli edifici, sarà necessario – come già accennato – trasmettere per via telematica all’ENEA le informazioni su tutti gli interventi terminati dall’anno 2018 in avanti.

Questo, permetterà di avere accesso alle detrazioni fiscali del 50% per tutte le ristrutturazioni edilizie – bonus casa – che comportano non solo un netto risparmio energetico ma anche un utilizzo delle fonti rinnovabili.

Bonus casa 2024 ENEA
Photo by Canva

Per quanto riguarda l’anno in corso – 2024 – il Superbonus -rispetto a come lo conosciamo – subirà delle variazioni, ma resterà comunque possibile eseguire lavori di ristrutturazione sul proprio immobile, risparmiando grazie anche ad altri bonus edilizi istanziati dal Governo.

Come abbiamo già accennato, anche per l’interno corso di questo anno, il Superbonus resterà in vigore ma con delle restrizioni molto significative tra cui una di quelle più rilevanti sarà l’annullamento della formula 110% – messa in atto dal Governo Meloni – che non varrà però per tutti.

Ecobonus

L’Ecobonus , è uno sconto fiscale che riguarda il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Esso è applicabile solamente per tutti gli interventi eseguiti su immobili già esistenti compresi quelli adibiti sia a scopi aziendali che ha scopi professionali indifferentemente dalla categoria catastale di appartenenza.

Tutti coloro che sosterranno le spese entro il 31 dicembre 2024, potranno usufruire di una detrazione fiscale del 65% , ma con alcune eccezioni che prevedono una detrazione del 50%. Queste spese comprendono:

  • L’acquisto e l’installazione di finestre con infissi;
  • Schermature solari;
  • Impianti di climatizzazione invernale alimentati da biomasse;
  • Sostituzione di impianti con caldaie a condensazione di classe energetica A.

L’Ecobonus, ha un limite di spesa che va dai 40.000 ai 60.000 euro per ogni singola unità immobiliare anche se va sottolineato che l’agevolazione può arrivare a coprire anche l’80% in tutti i casi di ristrutturazione di edifici che si trovano in tutte quelle zone terremotate, ma verrà applicata solo se i lavori effettuati sono atti ad abbassare il rischio sismico.

Bonus ristrutturazione

Bonus casa 2024 ENEA
Photo by Canva

Il bonus ristrutturazione meglio noto come bonus casa, sarà utilizzabile anche  nel 2024 grazie alla proroga messa in atto dal Governo. In questo caso, si potrà godere di una detrazione fiscale del 50% suddivisa in 10 anni e riguarda tutte le spese sostenute per i lavori di manutenzione sia ordinaria che straordinaria con un tetto massimo di spesa pari a 96.000 euro per ogni singola unità immobiliare.

Questa tipologia di incentivo copre:

  • La sostituzione del tetto;
  • Sostituzione di infissi interni e esterni;
  • sostituzione di persiane e serramenti;

È bene tenere a mente che dal 17 febbraio 2023 non è più possibile usufruire dello sconto in fattura oppure della cessione del credito d’imposta.

Bonus casa 2024 ENEA: foto e immagini