Tendenze casa, un italiano su tre vuole cambiare abitazione dopo 2 anni

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
24/11/2022

Una nuova ricerca di Changes Unipol, realizzata ed elaborata da Ipsos, ha analizzato le abitudini degli italiani riguardo le tendenze casa. E non mancano le sorprese come, ad esempio, che un italiano su tre vorrebbe cambiare abitazione entro 2 anni. Ecco perché. 

Tendenze casa, un italiano su tre vuole cambiare abitazione dopo 2 anni
Vetrina digitale compravendita e affitto agenzia immobiliare

Uno studio che ha analizzato le tendenze casa in Italia. Se la pandemia ci ha tolto la convivialità, si scopre anche che gli italiani scelgono la loro dimora tenendo conto di criteri specifici. Ma che la vorrebbe cambiare entro i prossimi 2 anni. La pensa così il 48% delle persone intervistate per la ricerca di Changes Unipol, realizzata ed elaborata da Ipsos.

Il prezzo è certamente il criterio principe per quanto riguarda la scelta della nuova abitazione per il 64%, ma è l’impatto ambientale e l’efficienza energetica per il 37% degli intervistati che fa pensare. Importantissimi i seguenti criteri, in ordine di importanza: zona, luminosità e metratura. La sicurezza non viene molto considerata. O meglio, dipende.

Infatti, chi abita nelle aree metropolitane, in zona Verona si colloca al terzo posto con la scelta del basso impatto ambientale e l’efficienza energetica. A Napoli, Bari e Palermo si presta attenzione alla sicurezza, indicata rispettivamente nel 22%, 31% e 29% dei casi. I cosiddetti Baby Boomers, persone tra i 57 e i 74 anni, sono più sensibili all’ambiente e la Gen-Z si orienta su sicurezza e distanza dai mezzi pubblici.

Ma chi vorrebbe cambiare abitazione dopo due anni tra affitto e compravendita? Chi vive in centro storico. Strano ma vero: un italiano su 4 vorrebbe vivere in centro, mentre il 40% vuole cercare in periferia grazie al fatto che costa meno, si hanno spazi ampi e ariosi.

Il 36% è anche pronto ad andare fuori città in zona tranquilla, il più possibile a contatto con la natura e soprattutto avere una casa più grande. I giovani Gen-Z vogliono il centro con un 34%, ma i Millennials, persone tra 27 e 40 anni, bramano la periferia per il 45%. I Baby Boomers, con un 43%, invece, scapperebbero per cercare fuori città.