Sammontana porta sulle spiagge gli arredi in plastica riciclata

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
08/08/2022

La plastica è tra i materiali più inquinanti in assoluto e proprio in quest’ottica, in Toscana, è stato appena presentato un progetto di economia circolare davvero molto interessante. Sammontana (nota azienda di Empoli), in collaborazione con Revet, ha, infatti, realizzato arredi da spiaggia utilizzando plastica riciclata e proveniente da centinaia di comuni toscani.

Sammontana porta sulle spiagge gli arredi in plastica riciclata

Tavoli, sedie e cestini portarifiuti: sono stati questi i protagonisti indiscussi al Camping Ecoresort Le Esperidi di Marina di Bibbona (Livorno). Proprio qui, infatti, lo scorso 18 luglio sono stati presentati dei kit di arredo da spiaggia realizzati, al 100%, utilizzando materiale plastico riciclato.

Il progetto porta la firma di Sammontana Italia che, in collaborazione con Revet (l’azienda che si occupa della raccolta differenziata in Toscana), ha realizzato centinaia di kit da destinare ad altrettanti stabilimenti balneari partner distribuiti in tutta la regione. Testimonianza, questa, di come l’economia circolare abbia preso davvero piede in Toscana e di come sia destinata ad allargarsi anche ad altre zone del Bel Paese.

Alla base del progetto la necessità di ribadire l’importanza di riciclare i rifiuti e salvaguardare, anche in questo modo, l’ecosistema marino. Ben l’80% dell’inquinamento del mare è, difatti, rappresentato dalla plastica.

I granuli che si ottengono dopo il processo di lavorazione e riciclo hanno la stessa qualità di quelli provenienti da materiali vergini ma, al contrario di questi, sono davvero ecosostenibili. Un progetto, quello di Sammontana, che ha già raccolto tantissime approvazioni e che è destinato a far parlare a lungo e ad ispirarne di simili.