Risparmio energia con il razionamento energetico

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
14/11/2022

Per affrontare l’aumento dei costi dell’energia e del gas nei prossimi mesi, bisogna cercare di razionare le fonti energetiche con parsimonia. Ma come fare ad attuare il risparmio energia con il razionamento energetico? 

Risparmio energia con il razionamento energetico
lampadina a risparmio energetico

Bisogna essere realistici e dirlo fuori dai denti. I mesi che verranno saranno duri sotto il profilo del rapporto tra consumi energetici e costi elevati delle materie prime. Chi non ha fatto in tempo a premunirsi di impianti che utilizzano le fonti di energia rinnovabili e utilizza i dispositivi che consumano gas e luce, deve fare i conti con i rincari.

A meno che non si abbia un generatore elettrico per scongiurare il pericolo blackout, ci si deve aspettare anche lo scenario peggiore, ovvero il razionamento di gas e luce.

Ma volendo e per darsi una regolata con i consumi, possiamo benissimo applicare di nostra iniziativa una sorta di razionamento energetico per imparare a non sprecare energia e risparmiare in bolletta. Sembra difficile? In realtà, sono solo piccole accortezze da applicare ogni giorno per ritrovarsi con i conti energetici più leggeri e imparare a usare bene le fonti energetiche a disposizione.

Per quanto riguarda la parte elettricità, cercate di non dimenticare accese le luci o di non lasciare apparecchi in stand-by. Se avete una tariffa conveniente solo in una certa fascia oraria, potrete pensare di concentrare le vostre attività in quell’arco di tempo per pagare di meno in bolletta. Quindi, utilizzare i grandi elettrodomestici come lavatrice e lavastoviglie in questo arco di tempo, a pieno carico.

Se potete, illuminate casa in altra maniera, come ad esempio candele, lanterne o luci notturne con sensore di movimento. Per il gas, è fattibile se il termostato della caldaia c’è l’opzione caldaia spenta. Potrete spegnere la caldaia quando non serve, in modo da evitare dispersioni. Basterà accenderla quando dovrete farvi la doccia. Concentrate l’accensione dei termosifoni in un dato orario, mentre la notte spegnete tutto, oppure cercate di avere un abbigliamento da casa pesante.

Sia che abbiate l’induzione, sia i fornelli a gas, il batch cooking vi salverà la vita e il portafoglio.  Si tratta di pianificare la spesa e i pasti della settimana. Ci si porta avanti cuocendo due tipi di cereali, due tipi di legumi e preparando frutta e verdura cruda lavata.

Due ore in un giorno della settimana a scelta per cuocere in contemporanea. Infine, si fa raffreddare il tutto. Il cibo si mantiene in freezer fino a 6 mesi, in frigo per 5 giorni se si tratta di legumi, pasta e riso sconditi. Sono buoni per 2 o 3 giorni tutti gli altri piatti. Basterà solo dare una scaldata veloce in microonde per risparmiare energia e mangiare bilanciato senza sprechi.