Risparmio energia, addio aria condizionata con la vernice bianca rinfrescante

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
21/10/2022

Addio all’aria condizionata e al caldo torrido con la vernice bianca rinfrescante che consente di risparmiare energia e usabile su mezzi di trasporto, ma anche sulle pareti esterne e interne di una casa, combattendo il riscaldamento globale.

Risparmio energia, addio aria condizionata con la vernice bianca rinfrescante

Cambiare colore conviene, soprattutto se aiuta anche al risparmio energia. Se il nero ha la capacità di assorbire tutto lo spettro di luce visibile, il bianco lo rifletterà. E se si è in grado di inventare una vernice altamente riflettente per respingere sufficiente luce solare allo scopo di raffreddare edifici o veicoli, si potrebbe dire addio definitivamente all’aria condizionata durante i mesi d’estate. Ebbene, gli scienziati della Purdue University sono riusciti ad inventare una vernice bianca rinfrescante per risparmiare energia e dire addio al condizionatore.

La definiscono una vernice più bianca del bianco. Essa ha la capacità di riflettere interamente la luce solare incidente, abbattendo di oltre 4 gradi la temperatura interna di case, aerei e auto. Gli scienziati ci lavorano dall’anno scorso ma la formulazione aveva dei piccoli difetti, come ad esempio il bisogno di avere uno strato di vernice con spessore 400 micron per attuare l’effetto rinfrescante.

L’inventore effettivo, il professore di ingegneria meccanica Xiulin Ruan, ha pubblicato uno studio sulla rivista scientifica Cell Reports Physical Science. In parole povere, è bastato sostituire il pigmento. Con questa accortezza, si avrà una vernice bianca rinfrescante anche con spessore di 150 micron.

La nuova formulazione riflette il 97,9% dei raggi luminosi. Inoltre, ha reso meno pesante la vernice dell’80%. Questa è una notizia bellissima, in quanto la vernice ultra bianca sarà impiegata per raffreddare appartamenti, palazzi e villette in un futuro. Ma è anche adatta a un aereo o un treno. Niente più giornate afose con l’aria condizionata accesa al massimo per raffreddare gli interni . Si risparmierebbe una enorme quantità di energia elettrica e si inquinerebbe di meno. L”obiettivo è quello di ridurre i costi e i consumi energetici, con un basso impatto ambientale.