Risparmio energetico: come ridurre i consumi del PC?

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
05/11/2022

Anche i computer, benché in molti non ci pensino, rappresentano un costo sulla bolletta elettrica. Che si tratti di un modello fisso o di un notebook, ogni giorno siamo abituati ad utilizzare questi dispositivi per svago o per lavoro. Ma ci siamo mai chiesti quanto ci costano? Quali sono i consumi del PC e come si possono ridurre? Fare chiarezza appare più che mai importante!

Risparmio energetico: come ridurre i consumi del PC?
ridurre i consumi del PC

È raro, al giorno d’oggi, che in una casa non ci sia almeno un PC utilizzato per studiare, lavorare o divertirsi. Meno raro, invece, che ci si chieda quali siano i consumi del PC e come questo tipo di dispositivo vada ad impattare sulla bolletta elettrica. Non è possibile fare una stima universale in quanto ogni computer ha caratteristiche differenti. Mediamente, comunque, può consumare da 65 a 250 Watt per ogni ora di utilizzo.

I consumi sono un po’ ridotti quando i computer vengono utilizzati in maniera normale mentre l’avvio di software particolarmente pesanti si traduce, inevitabilmente, in un consumo superiore. Ricordiamo, tra l’altro, che anche in stand-by i consumi del PC non sono irrilevanti: ecco perché è importante, quando non utilizzato, spegnerlo in via definitiva.

I consigli principali che arrivano direttamente dagli esperti e da chi si interfaccia quotidianamente con lo smart working e quindi con il lavoro al PC consentono di ridurne i consumi e, quindi, risparmiare. Il primo riguarda proprio lo stand-by da evitare quando il dispositivo non viene utilizzato. Anche l’alimentatore, se il PC è carico, va tolto dalla presa di corrente per evitare ulteriore consumo di energia. Una batteria continuamente sotto carica, poi, è maggiormente soggetta a danneggiamenti per cui è consigliabile evitare.

Nel caso in cui si utilizzi un PC fisso, è bene utilizzare una presa multipla dotata di interruttori singoli in modo da premettere di spegnere o accendere i vari componenti in maniera completamente indipendente l’uno dall’altro senza consumare energia inutile.