Risparmio ed energia, ecco come trovare le migliori offerte gas e luce!

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
06/10/2022

Con i costi dell’energia alle stelle, è utile correre ai ripari e cercare le migliori offerte gas e luce: gli aspetti da non sottovalutare, le caratteristiche di una buona promozione e come orientarsi nell’infinito mondo del mercato, evitando le truffe sempre in agguato. 

Risparmio ed energia, ecco come trovare le migliori offerte gas e luce!
Conteggi bollette gas e luce

Il prezzo di luce e gas sarà alle stelle, pertanto i fornitori di energia si stanno prodigando per erogare delle tariffe e promozioni che dovrebbero agevolare gli utenti. Ma sarà sempre così? Non pensate che la tariffa perfetta sia quella con il minor costo unitario, perché la bolletta si compone di tante voci e non sempre si avranno le migliori offerte gas e luce. Il primo elemento da valutare è il fabbisogno energetico, ovvero quando si consuma di più. Serve cercare di fare una media con le bollette di un anno e capire quando si utilizza più energia elettrica, specialmente se si ha una tariffa bioraria o trioraria (fascia F1, F2 o F3 di consumo). Importante dare un’occhiata anche alla quota energia, dove deve essere indicato il costo unitario espresso in Euro/kWh per la luce ed Euro/SMc per il gas. La Quota Fissa invece è il costo mensile fisso della fornitura in oggetto.

Dopo aver preso atto di questi elementi, si è  pronti per scovare le migliori tariffe. La tecnologia può dare una mano, magari con un comparatore di tariffe per offerte luce e gas. L’utente farà tutto da solo, mostrando a schermo tutte le proposte del mercato in base ai dati inseriti. Si vedrà anche se sia una tariffa a prezzo bloccato o indicizzato, di solito per 12 mesi. Sia chiaro che il costo unitario dell’energia più sarà basso, più si avranno bollette meno care. Attenzione anche ai costi nascosti. Essi sono gli oneri di sistema, le spese di trasporto e naturalmente le imposte.

Le tariffe del Mercato Libero sono famose per bonus aggiuntivi come un bonus di benvenuto, buoni sconto, promozioni o anche gadget. Sarà il fornitore che con la massima trasparenza dovrà informare il cliente su tutti gli oneri fissi, variabili e i benefit spettanti. Se non lo fa, meglio lasciar perdere. Infine, una buona tariffa ha anche un servizio digitale di monitoraggio tariffe per verificare i propri consumi e comunicare in autonomia l’autolettura.