Risparmiare in condominio, ecco cosa fare per ridurre i consumi

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
18/11/2022

Risparmiare in condominio e ridurre i consumi permetterebbe di arginare i costi del caro energia, oltre ad avere spese condominiali più leggere. Ecco dei consigli utili per dire addio ai rincari delle bollette condominiali senza creare disagi o incomprensioni con l’amministratore e gli altri residenti. 

Risparmiare in condominio, ecco cosa fare per ridurre i consumi
condominio edificio

Se le famiglie italiane sono preoccupate per gli eventuali rincari di luce e gas, per chi vive in condominio c’è anche la preoccupazione per l’aumento delle spese. Questo a causa di questa crisi energetica che porterà a un sali e scendi dei costi di gestione.

Se per il riscaldamento centralizzato ci sono delle regole precise redatte dall’assemblea o dal regolamento, anche per quanto riguarda il regime condominiale, nessuno ha parlato di come risparmiare kWh in condominio e risparmiare sulla bolletta della luce. Questo perchè si spera che ogni inquilino faccia la sua parte e cerchi di non accendere le luci quando non servono, ad esempio. Ma non sempre prevale il buonsenso.

Sarebbe utile pensare a una strategia che possa portare alla riduzione dei consumi. Ad esempio, limitare per quanto è possibile l’uso dell’ascensore, prediligendo le scale. Come già accennato, è la luce che influenza i costi in bolletta. Il consumo potrebbe essere ridotto negli spazi comuni.

Essendo luce temporizzata, si può chiedere di prolungare il tempo un cui essa rimanga accesa. Questo perché il momento dell’accensione è quello del maggior dispendio di energia. Inoltre, si farebbe una sorpresa gradita a chi deve raggiungere l’ultimo piano e permettere loro di raggiungere il portone di casa senza dover continuamente premere l’interruttore. Inoltre, si può fare richiesta di eliminare l’illuminazione estetica e comunque superflua. Oltre a sostituire le lampadine delle luci condominiali con quelle a LED con classe energetica A e superiore.

Un quesito che molti condomini si pongono è quello delle faccende domestiche, in primis quando utilizzare la lavatrice. Si sa che la tariffa oraria più conveniente è quella notturna, ma per regolamento di condominio dopo la mezzanotte fino alle prime luci dell’alba ci deve essere l’orario del silenzio.

Esiste una tariffa bioraria economica che parte dalle 19o 20 di sera fino alle 23, pertanto potrete organizzarvi in queste ore per risparmiare i costi energetici e garantire una convivenza civile e pacifica con gli altri residenti nello stabile.