Pellet alle stelle? I consigli degli esperti per risparmiarne tantissimo

Autore:
Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
10/12/2022

La stufa a pellet, molto in voga negli ultimi anni, continua ad essere una scelta molto apprezzata dalle famiglie italiane. La crisi del momento, però, ha portato ad un aumento esorbitante del prezzo del pellet che è quasi triplicato. Ecco che, quindi, risparmiare è d’obbligo e facendolo con i consigli degli esperti sarà impossibile sbagliare. Scopriamoli!


Pellet alle stelle? I consigli degli esperti per risparmiarne tantissimo
pellet che brucia

Utilizzare il pellet come combustibile per riscaldare la nostra casa in inverno conviene ancora, nonostante i prezzi siano notevolmente aumentati negli ultimi mesi. Il modo per risparmiare, comunque, esiste ed è bene conoscere quelle che sono le principali regole da attuare affinché questo avvenga.

La prima cosa da sapere è che non tutto il pellet è uguale: se, infatti, disponiamo di uno di faggio avremo un combustibile più efficiente (in termini di potere calorifico) rispetto, ad esempio, ad uno di abete. La prima regola, quindi, è quella di scegliere il pellet in maniera corretta dal momento che prodotti di qualità rendono sicuramente di più, sporcano meno e non intasano gli impianti.

Anche scegliere in maniera corretta il momento in cui acquistare è importante. Più la domanda, infatti, è bassa minore sarà il prezzo da pagare. Ecco che, quindi, in stagioni come la primavera e l’estate è certamente più conveniente. Il pellet sfuso, poi, costa meno rispetto a quello confezionato dal momento che gli imballaggi influiscono non poco sui costi finali del prodotto.

Il combustibile è importante, è vero! Anche la stufa, però, deve sempre essere mantenuta efficiente per garantire consumi ridotti. Indispensabile, quindi, sia la manutenzione ordinaria (con un’adeguata pulizia) che quella straordinaria, laddove necessaria. Occhio, infine, ad impostare correttamente la temperatura che gli esperti consigliano di mantenere attorno ai 20 gradi centigradi e di non salire mai al di sopra dei 22.

Temperature troppo elevate, infatti, seccherebbero l’aria in maniera eccessiva e potrebbero portare a seri danni per la nostra salute.