Non puoi rinunciare alla lavastoviglie? Ecco i consigli degli esperti per risparmiare

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
18/10/2022

Per molti la lavastoviglie rappresenta uno degli elettrodomestici di cui non si può proprio fare a meno. Utilizzandola in maniera scorretta, però, si rischia di veder lievitare a dismisura le bollette. Ecco, quindi, alcuni consigli utili per un uso consapevole e, soprattutto, per consumi più ridotti e un minor impatto sull’economia domestica.

Non puoi rinunciare alla lavastoviglie? Ecco i consigli per risparmiare
Caricamento lavastoviglie

La lavastoviglie: gioia e dolore di tutte le casalinghe. Un elettrodomestico utilissimo ma che può influire davvero molto sulla bolletta. Per fare in modo che questo non avvenga è necessario, secondo gli esperti, stare attenti sin da prima del suo acquisto. Il mercato, infatti, offre una vastissima gamma di modelli tra cui poter scegliere ed è per questo che la preferenza va accordata a quello che si adatta maggiormente alle proprie esigenze (ad esempio per dimensioni e tipologie di programmi disponibili).

Occhio, poi, a preferire modelli appartenenti ad una classe energetica conveniente (dalla A in su). Leggere l’etichetta, quindi, è fondamentale per non avere brutte sorprese dal momento che classi superiori garantiscono un risparmio energetico che può arrivare al 40% rispetto ai modelli più energivori.

Togliere i residui di cibo da piatti e stoviglie è una buona norma che permette di evitare il prelavaggio o un secondo ciclo nel caso di risultati poco soddisfacenti. Il consumo maggiore della lavastoviglie avviene per il riscaldamento dell’acqua: ecco perché è utilissimo verificare se sia possibile, o meno, impostare manualmente la temperatura massima da raggiungere.

Gli esperti consigliano un utilizzo sempre a pieno carico ma senza mai sovraccaricare l’elettrodomestico. Da evitare l’azionamento con pochi piatti e stoviglie dal momento che il consumo per singolo ciclo è identico a quello effettuato a pieno carico. La funzione “ammollo” è da evitare specie per poche stoviglie dal momento che consuma un quantitativo davvero elevato di acqua.

Da lasciare ai margini anche la funzione asciugatura: molto meglio, a fine ciclo, aprire lo sportello della lavastoviglie e lasciare asciugare il contenuto o prelevarlo e provvedere ad un’asciugatura manuale. Infine, è bene non tralasciare pulizia e manutenzione dell’elettrodomestico da eseguire secondo le indicazioni presenti sui vari manuali d’uso. Solo un elettrodomestico che funziona bene, infatti, è in grado di garantire ottime prestazioni e consumi ridotti.