Natale 2022 e affitti, ecco come evitare le truffe

Autore:
Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
09/12/2022

Come evitare le truffe in vista degli affitti per Natale 2022 e rovinarsi le feste natalizie e Capodanno 2023 perdendo i soldi di caparra o permettendo ai truffatori di clonare i dati di pagamento. Ecco come evitare di essere truffati anche via social e riconoscere le mail truffaldine con marchio Airbnb e simili. 

Natale 2022 e affitti, ecco come evitare le truffe
Casa finta di cartone in affitto

Siamo abituati a difenderci dalle truffe in quanto sono sempre dietro l’angolo. Soprattutto se si cerca una casa in affitto dove trascorrere le feste natalizie, le quali comprendono anche il Capodanno. L’avvento di Internet ha semplificato non poco la ricerca della casa online ma purtroppo ha anche incrementato l’attività di chi vuole arricchirsi illegalmente alle spalle di ignari affittuari che vogliono solo trascorrere un Natale 2022 e Capodanno 2023 all’insegna del relax e del divertimento.

La crescente esigenza di spostarsi per studio, lavoro e brevi periodi purtroppo portano i poveri malcapitati a cadere in certi tranelli. Pertanto, a che cosa dobbiamo fare attenzione per non cadere nella rete delle truffe sugli affitti e perdere i soldi? Prima di tutto, evitare di cercare case e appartamenti in affitto attraverso i social.

Si tratta di una strategia che potrebbe far risparmiare ma che si potrebbe anche rivelare poco legale. Ci sono determinati segnali a cui fare attenzione. Ad esempio, se l’inserzionista insiste troppo a richiedere i dati personali o denaro in anticipo, magari in contanti o ricarica Postepay. E inoltre, si rifiuta di far visionare la casa. Magari con la scusa di spedire le chiavi o comunicare il codice d’accesso via posta elettronica.

Per evitare di perdere tempo, è bene riconoscere anche gli annunci falsi. Spesso infatti i truffatori prendono di mira persone che sono disposte a prendere velocemente un immobile anche senza visionarlo per via della distanza, o sono inesperti e cercano di risparmiare sugli intermediari.

Attenzione agli annunci e alle mail con foto troppo belle o con nessuna foto, quelli che hanno il prezzo decisamente troppo conveniente rispetto alla zona e dove ci sono solo contatti mail o social. Di solito, un padrone di casa serio risponde al telefono. Gli annunci possono avere delle recensioni, attenzione a quelle troppo positive (qualcuno scontento ci deve essere sempre).

Ci siete cascati? Denunciate tutto alla Polizia Postale o andate dalle Forze dell’Ordine, i quali gireranno la denuncia a chi di competenza.