Illuminazione, ad ogni ambiente la sua luce ideale, ecco come!

Autore:
Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
18/12/2022

L’illuminazione in un contesto abitativo fa una differenza notevole, influenzando anche il tipo di arredamento e stile. Ecco come dare ad ogni ambiente la luce ideale seguendo questi consigli.

Illuminazione, ad ogni ambiente la sua luce ideale, ecco come!
Open space con luci in zone diverse

Molte persone curano i dettagli e le rifiniture anche in modo maniacale, ma dimenticandosi di un aspetto fondamentale ovvero la luce. L’illuminazione in una stanza fa la differenza, pertanto sbagliare tipologia di luce potrebbe essere un errore madornale.

Avere delle forti luci in camera da letto o far fatica a leggere in uno studio potrebbe anche influenzare l’umore in modo negativo. Per questo motivo, ecco come dare a ciascuna stanza la luce ideale. Tralasciando il fatto che esistano varie tipologie di illuminazione di interni come la luce di ambiente, funzionale, d’accento e naturale, bisogna considerare due fattori. Il benessere visivo e la prestazione visiva. In poche parole, la qualità e la quantità di luce presente in un dato ambiente.

Detto questo, l’illuminazione ideale per un ingresso o corridoio si potrebbe risolvere con faretti ad incasso o strisce a LED. Qualora i due ambienti siano collegati alla cucina o comunque al living, si potrebbe aggiungere qualche luce in più per uniformare. In cucina, l’illuminazione deve provenire dall’alto e perpendicolarmente.

Non si devono avere zone d’ombra o essere accecati mentre si cucina. Ottima soluzuone le luci sopra i fuochi ad almeno 70 cm di distanza. In una zona pranzo con un bel tavolo si deve per forza evidenziare l’elemento di arredo con un lampadario ad almeno 90 cm dal tavolo. L’ambiente è più grande? Aggiungete delle luci da parete per creare atmosfera soffusa. La zona living è semplice da illuminare, in quanto si deve differenziare in base alle diverse funzioni. Ma la luce naturale deve essere prevalente.

Il bagno deve essere ben illuminato con luci a LED soprattutto nello specchio. Per la camera da letto invece, meglio le classiche abat-jour in combo con l’illuminazione principale. Si possono differenziare anche qui le varie zone utilizzando il LED nella cabina armadio e nella zona studio.

Magari, per una postazione home working, meglio optare per una lampada da tavolo funzionale. Anche nella cameretta dei bambini la luce sarà importante. Deve seguire il dinamismo e la crescita dei bambini e pertanto è indicata una plafoniera al centro della stanza o un lampadario da soffitto con abat-jour.