Finalmente arrivano i rimborsi del bonus idrico, ecco quando

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
08/10/2022

Il MITE ha finalmente dato comunicazione per quanto riguarda i pagamenti del bonus idrico per le spese dei lavori idrici sostenute nell’anno 2021. Chi può beneficiarne, come correggere eventuali errori e soprattutto quali lavori sono esclusi dall’incentivo fiscale per l’acqua?

Finalmente arrivano i rimborsi del bonus idrico, ecco quando
rubinetto aperto

Il MITE, ovvero il Ministero della Transizione Ecologica, ha dato il via libera per pagare il cosiddetto bonus idrico. Ciò significa che gli utenti potranno beneficiare della relativa agevolazione fiscale in tempi brevi. Il bonus idrico è un beneficio fiscale a cui possono accedere gli utenti che hanno sostenuto determinati costi per la rete idrica tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2021. Le domande potevano essere inviate fino allo scorso 30 giugno 2022 per le spese relative al 2021, per poter usufruire di un bonus fino a 1000 Euro e senza particolari restrizioni in merito a reddito o soglia ISEE. Si sta quindi chiudendo l’iter di esame e di valutazione dei rimborsi per erogare la cifra spettante per ciascun utente. Sogei sarà la società incaricata per sbloccare i pagamenti. 

Se fate parte degli utenti che hanno ricevuto comunicazione di rettifica o correzione dei dati, non disperate perché non perderete assolutamente i soldi, né arriveranno sanzioni. Anzi, potrete ancora apportare delle modifiche e correzioni. Basterà solamente comunicare con Sogei attraverso l’indirizzo email [email protected] Si suggerisce di utilizzare la PEC, per comprovare l’invio. Il rimborso sarà in unica soluzione sul conto corrente bancario o postale indicato in fase di domanda.

Ricordiamo che acquistare e far posare bidet, piatti doccia, copri water, lavandini, autoclave, sedili WC e box doccia non sono spese idonee per quest’agevolazione fiscale. Le spese idonee devono porre migliorie alla rete idrica o ridurre in maniera significativa i consumi d’acqua. Potrete tentare la carta della detrazione al 50% per interventi fino a massimo 96 mila Euro. Si tratta di un bonus sugli interventi di ristrutturazione edilizia, visto che la Legge di Bilancio 2022 l’ha confermato fino al 2024.