Conciliare termosifoni accesi e risparmio: questo trucco è infallibile

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
12/11/2022

Adesso che il freddo è arrivato, uno degli enigmi con cui siamo costretti a fare i conti riguarda i consumi dei nostri termosifoni. Inevitbile, data la crisi energetica e il caro bollette, chiederci se è possibile risparmiare pur riscaldando adeguatamente la casa. Qual è la risposta? Scopriamone di più!

Conciliare termosifoni accesi e risparmio: questo trucco è infallibile
Accensione dei riscaldamenti

I termosifoni vengono considerati, da sempre, tra gli elettrodomestici più energivori di casa. E non è una considerazione errata dato che i consumi, spesso e volentieri, sono superiori a quelli che possiamo immaginare. Eppure, ci sono un paio di comportamenti “virtuosi” che, se messi in atto, ci consentono di conciliare termisifoni accesi e risparmio senza particolare fatica.

La prima cosa da fare è quella di effettuare periodicamente la manutenzione dell’impianto di riscaldamento per evitare danni, sprechi e migliorarne l’intera efficienza (ricordiamo, tra l’altro, che le manutenzioni dell’impianto caldaia sono obbligatorie per legge). Prima di riaccendere i termosifoni, poi, questi dovrebbero essere sottoposti a spurgo perché l’aria che si nasconde al loro interno impedisce il passaggio dell’acqua calda e riduce il potere riscaldante.

Oltre che isolare porte ed infissi, garantire una regolare pulizia dei termosifoni ed aiutarci con dispositivi come cronotermostati e valvole termostatiche, un trucco molto efficace per aumentare il calore prodotto senza andare ad incidere sui consumi è quello di installare uno o più pannelli riflettenti proprio dietro ciascun termosifone, tra quest’ultimo e il muro. In questo modo, il calore viene letteralmente proiettato facendo sì che le pareti non lo assorbano e che, quindi, venga distribuito meglio nell’ambiente circostante.