Carta stagnola e polistirolo, ecco l’accoppiata vincente per risparmiare in bolletta

Autore:
Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
06/12/2022

Sono economici e facilmente reperibili da chiunque. Stiamo parlando della carta stagnola e del polistirolo che, se combinati tra loro, rappresentano un’efficace soluzione per utilizzare con maggiore efficacia i termosifoni e per evitare le tanto odiate dispersioni di calore. Il tutto con un sospiro di sollievo non da poco anche in bolletta. Come si può fare? Scopriamolo!

Carta stagnola e polistirolo, ecco l’accoppiata vincente per risparmiare in bolletta
rotolo di carta stagnola

I termosifoni, tanto amati durante la stagione invernale, hanno un limite evidente. Parte del calore che sprigionano si disperde data la loro vicinanza alla parete e all’incapacità di quest’ultima di rifletterlo e rimandarlo verso l’interno degli ambienti. A questo è, però, possibile ovviare con uno stratagemma tanto semplice quanto efficace ed economico. Ci serviranno, infatti, soltanto della carta stagnola e del polistirolo.

Prendiamo un pannello quadrato (possibilmente della stessa larghezza del termosifone) di polistirolo e ricopriamone una “faccia” con la carta stagnola. Lasciamone, invece, una completamente spoglia dal momento che dovrà essere quanto più aderente possibile. Utilizzando un po’ di colla per espansi, andiamo a incollare il polistirolo alla parete che si trova subito dietro il termosifone con la parte della carta stagnola rivolta verso di noi e la parte in polistirolo aderente alla parete.

In questo modo, una volta accesi i termosifoni potremo notare le differenze sin da subito. Il calore che si irradierà verso la parete, infatti, non andrà perso come accadeva prima ma, grazie alle capacità riflettenti della carta stagnola, verrà convolato verso gli interni della stanza. Meno spreco e più caldo, ed il tutto in un minor tempo e senza eccessivi contraccolpi sulla bolletta elettrica.