Caro bollette, non spegnere il tuo router WI-FI: ecco perché

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
28/10/2022

Conviene spegnere il modem che consente di essere sempre connessi a Internet per risparmiare? La risposta è una sorpresa: ecco perché per il caro bollette non bisogna spegnere il router WI-FI. 

Caro bollette, non spegnere il tuo router WI-FI: ecco perché
router WI-FI acceso

Con l’aumento dei costi energetici si corre ai ripari cercando di adottare sane abitudini quotidiane per attuare il risparmio energetico e che ci possono consentire di consumare meno energia. Di conseguenza, pagare meno soldi sulla bolletta della luce a fine mese. In primis, lasciare i dispositivi elettrici ed elettronici in stand-by  è uno spreco notevole, tanto che pesa ben il 10% della bolletta mensile di media.

Anche computer, stampanti e TV, quando non si utilizzano, è utile comunque togliere la corrente per ovviare al problema. La maggioranza delle persone però ha anche un router WI-FI. Si tratta di un dispositivo sempre acceso e che consuma energia costantemente ogni giorno, perché Internet è attivo. Quindi, sarebbe meglio staccare la spina anche a questo apparecchio. E invece no!

Mediamente, il consumo energetico di un modem Wi-Fi con connessione fibra consuma tra gli 8 e i 10 kW/h, circa 30 o 40 Euro ogni anno.  Ovviamente, tutto dipende dalla tipologia supportata, dall’età dell’apparecchio e da quanto si utilizza la rete.

Con un uso intenso, è ovvio che i consumi energetici aumenteranno. Ma quindi non converrebbe spegnerlo la sera o quando è inutilizzato per risparmiare energia? La risposta è sempre no. Il fatto è che se il dispositivo viene riacceso e poi spento, necessita una specie di reset protettivo, una sorta di fase di avvio e di test di controllo della qualità della rete per diventare poi operativo ed efficiente.

Insomma, questa fase consuma energia e a conti fatti, per alcuni modelli il rincaro sul costo della bolletta sarebbe il doppio se non il triplo rispetto al mantenerlo sempre acceso. Tuttavia, sarebbe opportuno staccarlo quando si è in vacanza per lunghi periodi o si facciano viaggi di lavoro. E non solamente per il fatto di risparmiare sulla bolletta della luce. Si scongiurerebbe il rischio che qualcuno c0n intenzioni tutt’altro che benevoli possa avere l’accesso alla rete, curiosando tra i dati personali e le informazioni riservate.