Caro bollette, lo IoT ci salverà: ecco come

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
09/10/2022

Le bollette troppo care scombussola la vita di tantissimi italiani, che devono contare spesso su un solo stipendio. Quando le rinunce non bastano per risparmiare, lo IoT sarà la soluzione a questi problemi. Come usare l’Internet delle Cose per avere un risparmio su luce e gas. 

Caro bollette, lo IoT ci salverà: ecco come

Il periodo in cui stiamo vivendo non è dei più rosei, ne prendiamo atto. Purtroppo i costi di gas e luce subiranno dei rincari e molte famiglie stanno già correndo ai ripari. Tanti rinuncerebbero a piccoli piaceri come mangiare fuori o alle vacanze per poter far fronte alle cifre altissime del futuro. Soprattutto chi ha un solo stipendio o un budget fisso da non superare assolutamente. La soluzione per risparmiare potrebbe essere molto più semplice e si chiama IoT.

IoT è un acronimo inglese che significa Internet of Things, ovvero Internet delle Cose. Si chiede aiuto alla tecnologia per connettere termostato, frigorifero, lampadine, interruttori e altri elettrodomestici. Una volta collegati con determinati dispositivi, si inizieranno a raccogliere delle informazioni specifiche allo scopo di monitorare i consumi mediante software sofisticati. Questo permetterà di capire quasi in tempo reale se un elettrodomestico funziona a dovere o meno, riducendo o annullando direttamente gli sprechi visto che si può eliminare l’oggetto che consuma di più.

Ma non è tutto: con lo IoT si possono controllare diversi dispositivi da remoto, attivandoli o disattivandoli al bisogno. Questa opzione è utile per una caldaia o un condizionatore, controllando entrambi dallo smartphone. Oppure, programmare i vari termostati o valvole termostatiche, personalizzandone l’orario di accensione o spegnimento. Per gli sbadati che si dimenticano perennemente la luce accesa o la presa attaccata, bastano lampadine intelligenti  e le Smart Plug per risolvere il problema e limitare gli sprechi. Infine, con questo espediente si possono ottenere le tapparelle che si aprono e chiudono in funzione della temperatura esterna, per migliorare l’efficienza energetica della stanza, o isolandola secondo necessità.