Caro bollette e smart working: come risparmiare energia e lavorare meglio da casa

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
02/11/2022

Con il caro energia e i rincari sulla bolletta della luce, per chi lavora in smart working è utile scoprire in primis i consumi dei vari dispositivi fissi e portatili, accesi o in stand-by. Come risparmiare energia per lavorare meglio da casa in modo semplice. 

Caro bollette e smart working: come risparmiare energia e lavorare meglio da casa
computer per smart working, contatore luce con soldi e fornelli accesi

I pregi dello smart working rischiano di essere dimenticati. Il caro bollette interesserà i mesi più freddi dell’anno e il lavoro da casa finirà per pesare sulla bolletta di gas e luce. La pandemia ha portato delle categorie di lavoratori a poter scegliere i turni di lavoro da casa, ma diciamo pure che tante volte non si riesce a rispettarli. Più si usano i dispositivi, più si rischia di ricevere bollette decisamente salate.

Ma come fare a meno del computer, indispensabile per lavorare e studiare? Fermo restando che per il gas, i consumi sono quantificati mediamente per 476 euro di spesa annua in più, equivalente a un aumento del 13% in bolletta.

Tornando alle spese di elettricità, bisogna fare una grande distinzione tra computer fisso e computer portatile. Nel primo caso, l’apparecchio elettronico assorbe più energia rispetto al portatile, specialmente se adibito per il gaming. In sintesi, abbiamo 70 watt a riposo e 300 Watt in funzione.

Sommiamo poi monitor e altri dispositivi collegati e capiamo che è un salasso. Una sola ora di pc fisso equivale a 0,3 kWh, pertanto 8 ore di lavoro porta a consumare 2,4 kWh. In media, a seconda dei contratti energia, la spesa si aggira dai 120 ai 150 Euro all’anno. 

Ci sono due modi per risparmiare definitamente. Il primo è avvalersi di dispositivi portatili. Avendo l’alimentazione a batteria, essi non graveranno su tutte le 8 ore di lavoro. Il caricatore e quindi la ricarica del dispositivo costa in media dai 30 ai 90 Euro all’anno. ma e no volete cambiare il vostro fidato pc fisso, potete sfruttare una funzione che viene stigmatizzata: lo stand by. Pare che per gli apparecchi elettronici, il consumo è prossimo allo zero.

Pertanto,  impostate questa opzione ogni volta che il computer dovrà rimanere acceso ma inattivo. Per i consumi di gas, si possono ridurre programmando accensione e spegnimento automatico della caldaia, oltre ad aprire le finestre nelle ore più calde della giornata. Cercate di avere un abbigliamento più pesante e soprattutto bevete bevande calde. Vi manterrete idratati e non patirete il freddo stando fermi.