Caro bollette, come ridurre i consumi di acqua in casa

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
07/11/2022

Il caro bollette colpisce anche il risparmio idrico. Il costo medio di una bolletta dell’acqua nel 2022 tocca circa 450 Euro e imparare a ridurre i consumi di acqua in casa può diventare davvero fondamentale per l’economia di molte persone. Ecco cosa fare per risparmiare acqua e cambiare abitudini.

Caro bollette, come ridurre i consumi di acqua in casa
rubinetto aperto con acqua che riempie un bicchiere

Prima di ogni cosa, bisogna dire che il costo della bolletta dell’acqua varia da Regione a Regione. Il prezzo dell’acqua infatti è regionale. Inoltre, i rincari di questa risorsa dipendono dal costo al metro cubo, dall’utilizzo che si fa dell’acqua e dal tipo di utenza sottoscritta.

I modi per tagliare i consumi sono tanti e si possono acquisire delle abitudini votate proprio per risparmiare in bolletta e combattere il caro energia. Una lavatrice consuma fino a 90 litri per ogni lavaggio, mentre 10 minuti di doccia sono 120 litri, il rubinetto aperto fa perdere 70 litri di acqua. Meglio quindi correre ai ripari.

A parte tenere d’occhio i consumi con apposite app scaricabili e facendo la lettura del contatore periodicamente, bisogna adoperarsi per consumare meno acqua in casa. In primo luogo, non aprire il rubinetto al massimo e installare un frangigetto a risparmio energetico sui rubinetti.

Questa operazione permetterebbe di risparmiare ben il 50% di acqua rispetto a quelli normali. La vecchia bacinella della nonna sostituisce egregiamente il rubinetto costantemente aperto. Sarebbe una soluzione ottima per lavare le verdure e la frutta per poi riciclare l’acqua, bagnando le piante o lavando i pavimenti esterni. Inoltre è utile anche per quando ci si fa la barba e soprattutto per lavare i piatti.

Il bagno è l’ambiente in cui si consuma più acqua. Preferite la doccia al bagno e cercate di diminuire le tempistiche, magari mettendo una canzone specifica. Lo scarico del WC consuma acqua: meglio installare una cassetta WC a doppio pulsante e dosare i consumi. Oppure, non tirare lo sciacquone e buttare l’acqua usata per lavare il pavimento.

Lavatrice e lavastoviglie sono gli elettrodomestici che consumano di più. Per quello è meglio usarle a pieno carico. Usare la bacinella anche per lavarsi i denti permetterebbe di chiudere il rubinetto e risparmiare.