Camino ad acqua: la rivoluzione nel riscaldamento di casa

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
23/11/2022

In un momento come quello che stiamo vivendo, con il prezzo dell’energia alle stelle e considerato che siamo nella stagione più fredda, trovare sistemi di riscaldamento (e non solo) che ci consentano di risparmiare è davvero fondamentale. Tra le soluzioni più innovative del momento si colloca sicuramente il camino ad acqua, una particolare tipologia di caminetto che riscalda proprio come quelli tradizionali ma che, grazie al suo funzionamento, consente un notevole risparmio in termini di energia. Scopriamolo un po’ più da vicino!

Camino ad acqua: la rivoluzione nel riscaldamento di casa
Modello di camino ad acqua

Il camino ad acqua è una delle rivoluzioni del momento in termini di riscaldamento domestico, in un momento storico in cui il caro bollette fa davvero paura a tutti. Si tratta di un dispositivo bello da vedere, proprio come un camino tradizionale, che all’apparenza pare non discostarsi troppo da quest’ultimo ma che, a conti fatti, garantisce ottimi vantaggi in termini di risparmio. Il tutto senza effettuare, nell’ambiente in cui di deciderà di collocarlo, alcun lavoro di muratura e senza occupare troppo spazio. Anche chi ha stanze di ridotte dimensioni, quindi, non dovrà rinunciare al suo caldo tepore.

Il funzionamento del camino ad acqua si basa su una resistenza che si trova al suo interno e riscalda l’acqua producendo vapore e riscaldando casa senza braci e simili. In questo modo si hanno anche ambienti più puliti e, per certi versi, sani.  L’effetto che si ottiene a camino acceso, come anticipato, è molto realistico dal momento che sembra davvero alimentato con la legna. Quali sono i prezzi di un camino ad acqua? Al momento sul mercato ne possiamo trovare di diversi tipi e dimensioni. Proprio a seconda di questi parametri si parte da un minimo di circa 300 euro e si arriva fino a 2.000 per quelli più sofisticati.