Bonus Affitto Giovani: cosa devi assolutamente sapere

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
18/10/2022

Il Bonus Affitto Giovani non è una novità ma con le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022 è bene essere perfettamente a conoscenza di tutte le norme che lo regolamentano, dei requisiti indispensabili per accederci e di tutto ciò che vi ruota intorno. Scopriamolo insieme!

Bonus affitto giovani: cosa devi assolutamente sapere
Modellino di casa in palmo di mani

Sono moltissimi i giovani che, per lavoro o per studio, vivono fuori dalla propria città. Ecco perché, per agevolarli, il Governo, nelle legislature precedenti, aveva introdotto il cosiddetto Bonus Affitto Giovani che è stato prorogato anche per l’anno in corso. Grazie a questo, sarà possibile recuperare una parte dei soldi versati per pagare la pigione mensile, aspetto non da poco, in particolare per i più giovani.

Chi può richiedere il Bonus Affitto Giovani? Il Governo ha stabilito che i richiedenti debbano avere un’età compresa tra i 20 e i 31 anni (non compiuti al momento della richiesta) e che si rispetti anche una soglia di ISEE massima pari a 15.493,71 euro.

Il Bonus Affitto Giovani è usufruibile anche da chi ha affittato una singola stanza: non è necessario, quindi, che si occupi un’intera abitazione per richiederlo. Unica cosa da ricordare è che, in ogni modo, sarà indispensabile (pena rigetto della richiesta) trasferire la propria residenza nella stanza (o nella casa) presa in affitto. Solo in questo modo, infatti, l’Agenzia delle Entrate può essere messa al corrente dei dati degli inquilini. I contratti interessati, poi, non dovranno avere durata superiore ai 4 anni.

A quanto ammonta la detrazione ottenibile? Questa è pari a 991,60 euro all’anno, aumentata di molto rispetto agli anni precedenti quando si fermava ad “appena” 300 euro. Di caso in caso, specie per i contratti più onerosi, questo valore può crescere perché rapportato al 20% dei canoni di locazione (fino ad un massimo di 2 mila euro annui).