Bollette del gas, l’1 ottobre è una data storica: ecco cosa cambia!

Patrizia Maimone
  • Dott. in Informatica
01/10/2022

La stangata tanto preannunciata e temuta è ormai arrivata con notevoli incrementi dei prezzi e, non per ultime, delle bollette di luce e gas. Proprio per il comparto gas, gli inizi di ottobre 2022 corrispondono con quelli di una nuova era. I cambiamenti saranno importanti e potrebbero impattare, a quanto pare, non poco sulle famiglie.

Bollette del gas, l’1 ottobre è una data storica: ecco cosa cambia per le famiglie
Calcolare il pagamento

Le bollette del gas rappresentano una delle paure più grandi per gli italiani (e non solo) specie adesso che si avvicina la stagione invernale. Ma già da ora, ad autunno appena iniziato, arrivano le prime novità. Se, infatti, per l’aggiornamento dei prezzi del gas si dovrà attendere fino a novembre 2022, sono già cambiate le modalità di invio delle bollette ai consumatori. Fino a settembre, infatti, gli invii erano trimestrali, mentre a partire da adesso saranno mensili. Ciò significa che ogni famiglia riceverà la bolletta ogni mese.

Questa decisione, presa da Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) a seguito di richiesta da parte di diverse associazioni dei consumatori, vedrà un ricalcolo del prezzo del gas ogni mese (e non ogni 3) e si baserà sul Psv (il mercato italiano) e non più sul Tft (quello di Amsterdam). Volendo guardare a questa decisione con una prospettiva futura, l’obiettivo è quello di consentire ai consumatori di approfittare di eventuali vantaggi previsti dai vari Paesi per combattere il caro energia.

Secondo il Codacons, una scelta di questo tipo non avrà alcun risvolto positivo sugli utenti finali. Anzi! Con la formula di fatturazione mensile, il cliente conoscerà con 30 giorni di ritardo il prezzo del gas utilizzato il mese prima e questo potrebbe dare il via a fatture di conguaglio inattese e pesanti da sostenere. Nel frattempo, comunque, saranno i vari operatori a decidere la frequenza d’invio della bolletta del gas: Arera consiglia semplicemente di farlo con cadenza mensile almeno da ottobre 2022 alla primavera dell’anno prossimo.