Andare a convivere: ecco come organizzare il risparmio di coppia

Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
22/11/2022

Andare a convivere è un grande passo per una relazione di coppia, ma giustamente qualcuno può nutrire seri dubbi per quanto riguarda le ultime news del caro energia e i rincari luce e gas. Ecco come organizzare il risparmio di coppia, mettendo da parte qualche risparmio e non avendo particolari tensioni. 

Andare a convivere: ecco come organizzare il risparmio di coppia
coppia che calcola spese

La convivenza è un passo molto importante per una coppia, ma con i rincari luce e gas ci possono essere delle tensioni se non ci si organizza dal punto di vista economico. I problemi possono tramutarsi in tensione emotiva e rovinare il bel momento. Ecco dei trucchi per attuare il cosiddetto risparmio di coppia e andare a convivere leggeri e spensierati. Già la convivenza è una forma di risparmio, in quanto gli oneri verrebbero divisi a metà per uno.

Ovviamente, spendere soldi per pagare i conti non è un metodo idoneo per risparmiare. Si stima che i costi di una convivenza possano essere molto alti e dipendono molto dal tipo di contratto (mutuo o affitto), dai contratti per le utenze domestiche e da quanto si vuole risparmiare sulla spesa.

Si consiglia quindi di selezionare le spese essenziali eliminando il superfluo, come ad esempio la pay TV. Poi, stabilire un budget netto in base alle proprie entrate personali. Spesso, tra i due partner ce ne potrebbe essere uno che guadagna meno, magari perchè part-time.

In questo caso, per evitare tensioni si possono dividere le spese equamente in base al reddito personale. Ad esempio, chi guadagna di più toccherebbe affitto e all’altra persona la spesa alimentare o una o più bollette per le utenze.  Inoltre, pianificare serve anche a fissare dei budget per le spese a lungo termine come una manutenzione. O gli imprevisti.

Proprio per quest’ultimo caso, è bene stabilire una cifra per una sorta di fondo di emergenza contro le spese impreviste. Visti i tempi, sicuramente per la bolletta del riscaldamento che sarà più alta del normale.

Ma anche se si dovesse rompere qualche elettrodomestico, basta solo stabilire una cifra mensile da mettere su un conto corrente unico, se vi è più comodo. Ovviamente, non dovete privarvi di viaggi e uscite per svago. Basta solo riservare questi sfizi solo per occasioni speciali perché incidono sul budget mensile. Anche ordinare da asporto potrebbe avere delle conseguenze economiche.