Ristrutturare un vecchio comò: 10 idee e foto

Il comò che hai in camera non ti piace più e vorresti cambiarlo? Fermati un attimo! Con un po’ di manualità e di pazienza puoi ristrutturare un vecchio comò ridandogli nuova vita. Ecco 10 idee da cui potresti trarre ispirazione.

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-1

Galleria foto ed immagini

Il comò è indubbiamente uno dei complementi d’arredo più importanti in una stanza. Eppure, quando questo è vecchio e rovinato o, semplicemente, quando ci ha stancato, vorremmo liberarcene subito per acquistare qualcosa che ci piace di più.

Ma perché non soffermarci a pensare che quello stesso comò potrebbe cambiare volto? L’idea di ristrutturare un vecchio comò con l’arte del fai da te è un ottimo passatempo.

Oltre che consentirci, tra l’altro, di non annoiarci, trasformandolo completamente, o semplicemente rinnovandone i colori, ci darà tanta soddisfazione. Le idee per farlo di certo non mancano: basterà, poi, farci guidare dalla fantasia e, di certo, ci stupiremo del risultato che otterremo.


Leggi anche: Ristrutturare un vecchio camino

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-2

1. Ristrutturare un vecchio comò con le forme geometriche

La prima idea che ci sfiora la mente quando vogliamo ristrutturare un vecchio comò è quella di ridipingerlo. Prima di farlo, però, veniamo assaliti da mille dubbi: “quale colore scegliere?”, “meglio tinta unica o a contrasto?”, “E le decorazioni?”.

Insomma, queste sono solo alcune delle domande che potresti porti. L’alternativa che ti proponiamo è quella di ridipingere un mobile color legno di un bel grigio chiaro e di prevedere, a contrasto, una bella forma geometrica.

Questa scelta non solo darà nuovo vita al mobile interessato, ma ti permetterà di ristrutturare un vecchio comò (o comodino come nella foto) donandogli anche un tocco di movimento che, diciamolo, non guasta mai. E questo, vale a prescindere dalla tipologia di arredamento della tua camera. L’effetto finale sarà sbalorditivo per non dire, addirittura, unico.

ristrutturare-vecchio-comò-forme-geometriche

2. Ristrutturare un vecchio comò riverniciandolo

La maniera indubbiamente più classica di ristrutturare un vecchio comò è quella di riverniciarlo completamente in tinta unica. Un lavoro semplice e tutto sommato veloce che, però, è in grado di garantire degli ottimi risultati.

L’importante, in questo caso, è carteggiare bene il mobile in modo da eliminarne eventuali “asperità”. Questa fase preparatoria, comunque, dovrà interessarti in ogni caso, qualunque sia la tipologia di ristrutturazione che intendi fare.

Per dare un volto ancora diverso potresti riverniciare anche i pomelli del vecchio comò. Che tu opti per un colore a contrasto o che li dipinga del medesimo colore scelto per il resto del mobile, il cambiamento sarà ancor più evidente. Il vecchio comò cui eri abituato non esisterà praticamente più e avrà fatto spazio ad una creazione unica e personale.


Potrebbe interessarti: 10 idee per abbellire un vecchio divano

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-11

3. Ristrutturare un vecchio comò in stile patchwork

Che sia in cucina, in soggiorno o in camera da letto, lo stile patchwork risulta essere tra i più amati in assoluto. Inconfondibile con i suoi “mille pezzettini” sparsi qua e là come fossero in un puzzle ma senza seguire un ordine preciso.

L’idea che ti proponiamo per ristrutturare un vecchio comò è quella di ridipingere l’intera struttura del mobile (meglio se di un colore chiaro). Prima di farlo togli i vecchi pomelli che andrai, poi, a sostituire.

L’oggetto della decorazione non sarà l’intero mobile quanto, invece, la parte frontale di ogni cassetto. Proprio qui andrai ad incollare i vari pezzi (spesso con fantasie floreali e dei colori più disparati) facendoli combaciare con le forme del cassetto ma, per il resto, disponendoli un po’ a caso. Una volta completamente asciutti, sarà necessario uno strato di vernice protettiva trasparente.


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto

4. Ristrutturare un vecchio comò trasformato in divano

Chi l’ha detto che un comò che non ti piace più deve per forza rimanere un comò? Nessuno! Con un po’ di abilità manuale in più, difatti, nel ristrutturare un vecchio comò di casa puoi letteralmente dargli un nuovo volto.

Che ne diresti, ad esempio, di seguire quest’idea e trasformarlo in un comodo divano a due posti? Anche in questo caso il risultato dipenderà dalla disposizione dei cassetti, ma se il tuo comò accosta dei cassetti grandi ad altri di piccole dimensioni, il gioco è fatto!

Elimina, con un seghello, la zona a destra del vecchio comò lasciando in piedi solo la struttura centrale che, una volta rinforzata, fungerà da seduta. L’intero mobile andrà scartavetrato e riverniciato del colore che più ti piace.

Sulla seduta, poi, dovrai posizionare dei cuscini o, meglio, un materassino imbottito per renderlo più comodo per eventuali ospiti. Chiaro, comunque, che un mobile di questo tipo sia più di impatto “estetico” che prettamente “funzionale”.

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-4

5. Ristrutturare un vecchio comò con gli stencil

Ricordi da bambino quanto era bello giocare con gli stencil? Da piccoli lo si faceva per gioco ma adesso, con un po’ di pazienza, puoi utilizzare gli stencil per ristrutturare un vecchio comò in maniera originale. Pare, d’altro canto, che chi decide di rimodernare un mobile, nella maggioranza dei casi si affidi proprio a questa tecnica per farlo.

Scartavetrare, ripulire e ridipingere il vecchio comò saranno le prime cose che dovrai fare. Una volta pronta la base, poi, via con la fantasia. Gli stencil, ormai, esistono delle più svariate forme e fantasie.

Non dovrai far altro che scegliere quelli che più ti piacciono, appoggiarli fermamente al comò e procedere con il trasferimento dell’immagine sul mobile attraverso l’impiego delle classiche spugnette.

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-4

6. Ristrutturare un vecchio comò in chiave moderna

Un vecchio comò può trasformarsi anche in un mobile di stile moderno ed attuale. Si vede chiaramente dall’idea che ti proponiamo in cui un comò davvero molto “vecchio” ha ripreso vita cambiando colore e persino “stile” e “forme”. Sono stati, infatti, letteralmente eliminati dei cassetti che hanno fatto spazio a delle sorte di mensole utilissime per riporre oggetti.

Dal momento che ristrutturare un vecchio comò in questo modo porta alla creazione di un vero e proprio mobile porta TV, l’ideale sarebbe posizionare nei vari vani gli oggetti che ci permettono di fruire al meglio del televisore (ad esempio videoregistratori, lettori DVD o console di gioco). La colorazione del mobile dipenderà dal tipo di arredamento che hai in casa: tutte le tonalità saranno ben accette!

ristrutturare-vecchio-comò-foto-6

7. Ristrutturare un vecchio comò con le sfumature

Le sfumature sono da sempre sinonimo di bellezza e romanticismo. Ristrutturare un vecchio comò con colori che sfumano tra diverse tonalità è un’idea unica ed originale con la quale otterremo un mobile che farà invidia a tutti. Ma come puoi ottenere il giusto effetto sfumato ridipingendo un comò? Dato per scontato che la superficie deve prima essere preparata con carta vetrata e ritinteggiatura, come muoverti?

Realizzare l’effetto che puoi vedere in foto è molto semplice. In base al numero di cassetti previsti dal tuo vecchio comò dovrai semplicemente scegliere altrettanti colori che vadano, nelle tonalità, a sfumare l’uno dall’altro.

Nell’esempio che ti indichiamo, ad esempio, si passa dal rosa scuro del cassetto più basso al rosa chiaro di quello più alto. La struttura del comò, per ottenere il giusto effetto, deve sempre essere più chiara del colore del primo cassetto (in questo caso è stato scelto il bianco).

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-7

8. Ristrutturare un vecchio comò come porta utensili da giardino

Nel decidere di ristrutturare un vecchio comò, un’idea carina è quella di trasformarlo in un mobile porta utensili da giardino. Potresti eliminare i cassetti più bassi in modo da creare dei “vani” in cui conservare vasi ed utensili di dimensioni maggiori. Negli altri cassetti, quelli superiori, potresti conservare gli accessori più piccoli o le sementi.

Una volta riverniciato il mobile, dovrai proteggerne tutte le superfici ed il piano superiore. Di norma, infatti, questi mobili porta utensili si trovano all’esterno per cui hanno bisogno di maggiore protezione dagli agenti atmosferici. La scelta perfetta è una copertura in finto marmo (o materiale simile).

Per il resto della struttura basterà qualche mano di vernice trasparente protettiva. Creando una struttura a ferro di cavallo sul retro potrai ottenere una mensola che farà da appoggio per i vasi o altri oggetti. Se il comò era dotato di specchio, nella cornice di questo potrai inserire un reticolato cui “appendere” i vari utensili da giardino.

ristrutturare-un-vecchio-comò-1

9. Ristrutturare un vecchio comò con l’effetto spugnato

L’effetto spugnato è uno dei più belli che si possano realizzare su un mobile. Non è da tutti, però, riuscire a realizzarlo a regola d’arte. Se, comunque, fai parte di coloro che possono farlo, potresti ristrutturare un vecchio comò utilizzando proprio questa tecnica.

Comincerai con il riverniciare il mobile con il colore più chiaro che deciderai di utilizzare per lo spugnato. L’effetto, difatti, andrà poi a riguardare solo i cassetti.

Una volta che il vecchio comò sarà tutto di unica tinta chiara, prendi la spugna per realizzare lo spugnato, intingila nel colore più scuro ed inizia a creare l’effetto seguendo un po’ le forme che la fantasia ti suggerisce. Man mano che vai avanti utilizza colori sempre più scuri fino a quando ti riterrai soddisfatto. In alcune zone del mobile potrai, poi, creare delle zone di contrasto.

Per farlo (come nel caso in foto dove è stato scelto un beige che richiama un po’ il colore dei pomelli) dovrai attendere che la vernice utilizzata fino a questo punto sia perfettamente asciutta. Il passo finale sarà una bella lucidata con vernice apposita che darà anche una maggiore protezione al mobile.

ristrutturare-un-vecchio-comò-foto-9

10. Ristrutturare un vecchio comò con le applicazioni

Applicare perle e gioielli sulle superfici è un’attività che ci piace sin da piccoli. Perché, dunque, non farlo per ristrutturare un vecchio comò? Le applicazioni da utilizzare possono essere di svariato tipo, anche se quelle più amate, in questo caso, sono quelle che richiamano le perle, o comunque, l’eleganza.

Applicazioni di maggior effetto sono quelle di un colore in pieno contrasto con il mobile (come il bianco ed il nero della foto) e che, possibilmente, richiamano uno degli elementi del comò (come i pomelli).

Nel disporre le applicazioni è bene che tu non segua un disegno a caso con cui rischieresti di creare una figura disordinata e poco armoniosa. Meglio una figura preventivamente preparata magari con un leggero schizzo a matita.

ristrutturare un vecchio comò applicazioni

Galleria idee e foto per ristrutturare un vecchio comò

Visto quanto può essere facile e divertente ristrutturare un vecchio comò? Dai un’occhiata alla galleria immagini e potrai ripassare in rassegna le 10 idee che ti abbiamo fornito.