Come riciclare abito da sposa: idee creative e originali

Riciclare l’abito da sposa è un’opzione intelligente per rendere il vestito indossato nel giorno del proprio matrimonio riutilizzabile. Quali sono le idee più creative e originali? Ecco alcuni spunti per indossarlo ancora o creare oggetti del tutto nuovi.

come-riciclare-abito-sposa-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando si sceglie l’abito da sposa, si è consapevoli che con buone probabilità verrà indossato una sola volta nella vita. Tuttavia, il costo elevato del wedding dress dei sogni si può ammortizzare, provando a riciclare l’abito da sposa trasformandolo in qualcosa di nuovo, di diverso.

Molte donne, dopo il giorno del fatidico “sì”, si chiedono come riciclare l’abito da sposa, con la speranza di riuscire a evitare di accantonarlo in un angolo del guardaroba o peggio ancora in una polverosa soffitta. Fortunatamente, le possibilità per riadattare l’abito da sposa non mancano.

Uno dei modi più semplici è tagliare l’abito da sposa e utilizzarne le pregiate stoffe per cucire cuscini, tendaggi o realizzare decorazioni per la casa fai da te, ma è possibile anche sfruttare il vestito da sposa per un’occasione importante che richieda un look ricercato oppure per i propri outfit quotidiani, naturalmente con le opportune modifiche.


Leggi anche: Foglio di stile Css – Creare tema WordPress

come-riciclare-abito-sposa-2

Abito da sposa riutilizzabile: i modelli da preferire

Di solito, l’abito da sposa dei sogni viene scelto pensando al giorno più bello, quello del matrimonio. Raramente, infatti, le future spose si recano in atelier con l’idea di riciclare l’abito da sposa, ma pensano piuttosto di custodirlo gelosamente o di tramandarlo alle generazioni future. Tuttavia, se si trova intrigante l’idea degli abiti da sposa riciclati, non c’è modo migliore di approcciarsi all’acquisto optando sin da subito per un abito da sposa riutilizzabile.

Di che si tratta? In sostanza, ci sono dei modelli che si prestano molto bene al riciclo, modificati e abbinati in modo opportuno. Il riciclo dell’abito da sposa risulta particolarmente semplice in questi casi:

  • Abito da sposa due pezzi (corpetto e gonna)
  • Vestito da sposa colorato
  • Vestito da sposa corto
  • Abito da sposa con pantaloni o jumpsuit (tuta elegante intera)

come-riciclare-abito-sposa-3

Quando, infatti, l’abito da sposa è due pezzi – ossia prevede corpetto e gonna separati – è molto semplice indossare l’uno e l’altro capo anche singolarmente. Se si acquista un abito da sposa colorato, sarà facile sfruttarlo per esempio in vista di una cerimonia importante, apportando piccole modifiche o abbinando accessori stilosi come scarpe e pochette.

Lo stesso dicasi per l’abito da sposa corto, che se bianco può trasformarsi in un delizioso abito da cocktail dopo essere stato ritinteggiato. Anche l’abito da sposa con pantaloni o le jumpsuit da sposa, le tute eleganti bridal, sono molto facili da riutilizzare.


Potrebbe interessarti: John Constable Opere e riproduzioni – seconda parte

come-riciclare-abito-sposa-4

Riadattare l’abito da sposa

Quando si decide di riadattare l’abito da sposa, è possibile intervenire su più fronti. Per esempio, un abito da sposa in tessuto liscio e dallo stile minimal si trasforma immediatamente in un abito da sera se lo si accorcia al ginocchio o al polpaccio e lo si abbina ad accessori colorati.

Se, invece, l’abito da sposa è in pizzo o in tulle la prima cosa che è opportuno fare è separare il corpetto dalla gonna. Quest’ultima si può accorciare e rendere meno “gonfia” eliminando alcuni strati di tulle, diventando facilmente utilizzabile in abbinamento a capi basici come camicie, felpe o maglioni. Il corpetto si può usare sia sotto i blazer che come top in estate.

Il bianco non convince? Con le opportune accortezze, l’abito da sposa si può tingere in colori dei più diversi, assecondando il proprio gusto e le ultime tendenze.

come-riciclare-abito-sposa-5

Tagliare l’abito da sposa per fare cuscini e accessori

Specialmente se bisogna modificare l’abito da sposa della mamma o della nonna, quindi ci si confronta con modelli molto vecchi, riutilizzare il capo come vestito per tutti i giorni risulta difficile. In questo caso, meglio dare vita a qualcosa di completamente nuovo, sfruttandone i tessuti pregiati e le decorazioni. Un’idea originale, per esempio, è quella di realizzare dei cuscini fai da te, tagliando dei quadrati più o meno grandi di stoffa dal vestito da sposa in questione per poi cucirli tra loro. Basterà aggiungere un’imbottitura per avere dei cuscini perfetti da riporre sui divani, su una poltrona o sul letto.

Con ago e filo si possono ricavare anche eleganti pochette dai vecchi abiti da sposa. Anche in questo caso, basta ritagliare la stoffa a quadrati e cucirli tra loro. Per renderla più elegante, è possibile impreziosire la pochette con perline e decorazioni gioiello. Tra i modelli più facili da realizzare ci sono la classica pochette a busta e quella a sacchetto, con chiusura a coulisse.

come-riciclare-abito-sposa-6

Come riciclare il velo da sposa

Il velo da sposa è l’accessorio per eccellenza nel giorno del matrimonio. Molto spesso si tratta di vere e proprie opere di sartoria, con ricami, applicazioni e intrecci realizzati a regola d’arte. Per questo, meglio non sprecarlo: è bene tenere a mente che anche il velo da sposa si può riciclare e riutilizzare in mille modi diversi.

Per esempio, utilizzatelo per abbellire il vostro letto matrimoniale. Se amate il letto a baldacchino, non indugiate e realizzate il drappeggio che custodirà i vostri sogni notturni e il vostro riposo. Il velo si può riutilizzare anche come tenda per la culla dei neonati: un modo molto tenero e dolce per proteggere il piccolo di casa con qualcosa che è stato indossato dalla mamma.

Se amate giocare con la moda e con lo stile, invece, chiedete alla vostra sarta di fiducia di cucire un foulard primaverile servendosi del vostro velo. L’ideale, in questo caso, è tingerlo in modo da poter sfoggiare il foulard tutti i giorni. Il velo si può usare anche per ricavare una sensuale sottoveste ricamata.

Infine, utilizzatelo per ornare bouquet fioriti da disseminare in ogni angolo della casa o per realizzare deliziosi centrini.

come-riciclare-abito-sposa-7

Come riciclare l’abito da sposa senza rovinarlo

Per poter riciclare, riutilizzare e riadattare l’abito da sposa è essenziale conservarlo bene, onde evitare che si rovini. Dopo il matrimonio, bisogna lavarlo a secco e riporlo in un sacco sottovuoto. Per preservarlo, vanno evitati i luoghi umidi e troppo esposti alla luce.

Se si vuole tingere l’abito da sposa, meglio non optare per il fai da te. Bisogna prima assicurarsi che il tessuto sia in fibra naturale e chiedere il parere della lavanderia prima di procedere. Infine, sarebbe preferibile evitare le modifiche fai da te se non si ha dimestichezza con l’arte del cucito. Meglio chiedere aiuto a una sarta professionista, considerato che gli abiti da sposa hanno anche un costo ingente, oltre che un inestimabile valore affettivo.

come-riciclare-abito-sposa-8

Come riciclare l’abito da sposa: foto e immagini

Maria Teresa Moschillo
  • Scrittore e Blogger
  • Redattore specializzato in Arredo e Design
Suggerisci una modifica
Commenti Espandi

Lascia una risposta

Accedi per lasciare un commento.