Come pulire il camino da soli: alcuni semplici consigli

Francesca Siani
  • Dott. in Comunicazione d’impresa

Grazie a pochi e semplici consigli, pulire il camino da soli è ancora più facile. Attraverso poche mosse infatti è possibile pulire sia il camino che la canna fumaria. Adottando le giuste tecniche e utilizzando i prodotti più adatti, pulire il camino da soli è facile e veloce. Scopri ora i consigli su come farlo!

pulire-camino

Galleria foto ed immagini

Pulire il camino e la canna fumaria è molto importante non solo per un fattore estetico, bensì anche di sicurezza. È consigliabile infatti fare la corretta manutenzione di questa parte della casa, soprattutto della canna fumaria, al fine di evitare incendi o fumi. La pulizia costante è un ottimo modo per prevenire questi fenomeni. Ecco allora alcuni consigli su come pulire il camino da soli in pochi e semplici step!

cleaning glass on gas fireplace – Ambiance Fireplaces and Grills

Pulire la canna fumaria dal tetto

Pulire il camino dal tetto è rischioso e può richiedere competenze tecniche da professionisti. Soprattutto dal punto di vista della sicurezza infatti l’intervento dal tetto è sconsigliato. Infatti se si opera sulla canna fumaria dal tetto è necessario utilizzare delle imbracature a norma, in particolare una linea vita in grado di agganciarsi al camino. Solitamente questo sistema si basa sull’utilizzo di un cavo d’acciaio che viene assicurato al tetto e permette di lavorare in maggiore sicurezza.

Dopo essersi assicurati al tetto e aver controllato tutti i sistemi di sicurezza è possibile procedere al sigillo della bocca del camino in casa, solitamente usando della carta gommata. Attraverso un riccio, un’apposita spazzola, e una lunga corda è possibile pulire la canna fumaria. Per farlo più facilmente viene spesso collegato un peso alla spazzola. Alla fine di questo procedimento tutti i i pezzi di carbone saranno depositati nella bocca del camino e pronti per essere buttati.

pulire-camino-02

Pulire la canna fumaria dall’interno di casa

Un procedimento sicuramente meno difficile e rischioso è pulire il camino da soli dall’interno. Oggi professionisti e non solo optano per questa modalità di pulizia, in quanto più semplice e pratica. Inoltre in commercio sono disponibili moltissimi kit di pulizia e spazzole pensati appositamente per pulire dall’interno la canna fumaria. La scelta della spazzola è fondamentale in quanto deve essere fatta considerato il diametro della canna fumaria.

Per pulire questa area di casa bisognerà far salire l’attrezzatura, spazzolando prima delicatamente e poi con più forza la canna fumaria. Per assicurarsi un risultato ottimale potrebbe essere utile rifare il procedimento 3 o 4 volte. Anche in questo caso prima di iniziare bisogna sigillare la bocca del camino per evitare di avere polvere ovunque. A differenza del procedimento dal tetto, in questo caso sarà necessario lasciare uno spazio in cui inserire le prolunghe delle spazzole.

pulire-camino-08

Rimuovere le braci dal camino

Tra i nemici della canna fumaria e del camino ci sono sicuramente cenere e fuliggine. Per questo motivo in qualsiasi fase di pulizia della canna fumaria è consigliabile coprire i mobili vicini o sigillare la bocca del camino. Per pulire questa zona è sicuramente fondamentale aspettare che le braci siano completamente spente e per farlo possono essere necessarie diverse ore dallo spegnimento del fuoco.

Per evitare spiacevoli inconvenienti, come braci ancora roventi, può essere utile spargere un po’ di sale sulla legna spenta o utilizzare i fondi del caffè. In entrambi i casi sarà possibile cosi ridurre la fuliggine prodotta dal camino o inumidirla in modo da frenare il bruciare della legna. Una volta applicati questi prodotti è comunque necessario attendere che si raffreddino le braci, prima di raccoglierle e gettarle.

pulire-camino-06

La pulizia delle superfici

Per pulire le pareti del camino, ma anche la canna fumaria, possono essere utilizzati diversi prodotti in grado di smacchiare e pulire in profondità anche fuliggine e cenere. Un esempio può essere il misto di acqua e aceto, in quanto quest’ultimo è uno sgrassante e un metodo naturale al 100% per smacchiare.

Per questo motivo è infatti utilizzato anche per lavare diverse parti della casa o l’abbigliamento. L’aceto può essere utilizzato anche non diluito, ma è consigliabile fare una seconda passata con l’acqua per rimuoverne parte dell’odore. Un’alternativa valida è anche il bicarbonato di sodio, anch’esso con un forte potere sbiancante e ideale per le superfici anche più incrostate.

pulire-camino-03

Pulire il vetro

Spesso i camini moderni hanno un parafiamma in vetro, con l’obiettivo di evitare che le braci possano schizzare all’esterno e provocare danni a mobili e pavimenti. Spesso però questo vetro, nonostante sia fatto apposta, può macchiarsi di fuliggine e scurirsi. Per sbiancare questa parte il detersivo per vetri può non bastare.

In commercio esistono però diversi detersivi antifuliggine che vanno spruzzati sul vetro e lasciati agire per qualche minuto, almeno 10. È fondamentale che anche questo passaggio venga fatto con il vetro freddo, quindi dopo aver spento il fuoco e aver fatto raffreddare il tutto. Allo stesso modo possono essere puliti anche ferri e griglie, come i bordi del camino o gli strumenti per girare la legna.

pulire-camino-05

Alcuni semplici consigli su come pulire il camino da soli: foto e immagini

Grazie alle fotografie della galleria fotografica oggi puoi ottenere ispirazione su come pulire il camino da soli, così come su quali materiali e prodotti optare per una pulizia profonda del camino e della canna fumaria.