Climatizzatore dual e inverter: 3 consigli, info e caratteristiche

Lorenzo Renzulli
  • Dott. in Conservazione dei Beni Culturali

Avere un climatizzatore in casa o in ufficio è ormai percepito non tanto come un lusso ma come una vera e propria necessità, in particolare, come ovvio, nei mesi più caldi dell’anno. Non bisogna abusare del condizionatore ma è innegabile che proprio questo elettrodomestico possa migliorare non poco le condizioni di vita e di lavoro. Oggi scopriremo tre caratteristiche e consigli dei climatizzatori dual e inverter.

Galleria foto ed immagini

Climatizzatore dual e inverter: 3 consigli, info e caratteristiche

Esistono varie tipologie di climatizzatore e imparare a riconoscerle, almeno a grandi linee, ci può aiutare non poco al momento di acquistarne uno. Saremo, infatti, in grado di capire meglio cosa effettivamente ci serve e quanto sia giusto spendere per averlo, evitando sprechi inutili e magari anche un eccessivo impatto sull’ambiente. Scopriamo insieme qualcosa in più su questo elettrodomestico ormai indispensabile!

Climatizzatore dual e inverter: 3 consigli, info e caratteristiche

1. Climatizzatore dual split

Climatizzatore dual e inverter: 3 consigli, info e caratteristiche

Una prima grande differenziazione, se parliamo di climatizzatori, è quella tra i modelli mono split e dual split, o anche multi split (ci sono ad esempio anche condizionatori trial split, quadri split).

Il climatizzatore mono split si compone di un’unità refrigerante interna collegata ad un’unità o motore esterno. Il dual split è, invece, dotato di due unità interne adibite alla refrigerazione, collegate comunque ad una sola unità esterna.

Un condizionatore dual split permette un risparmio iniziale, dovuto al minor costo di installazione. Prevedendo, infatti, una singola unità esterna, i tempi e i costi relativi alla manodopera si riducono ed anche l’impatto sull’estetica generale dell’edificio su cui viene installato si riduce al minimo.

I climatizzatori multi split permettono di risparmiare anche sulla bolletta visto che consumano un po’ meno elettricità. Naturalmente dovranno sempre essere scelti correttamente in base alle proprie reali esigenze. Andrà, soprattutto, calcolata con attenzione la potenza necessaria, in BTU (British Thermal Unit), in base alle dimensioni dei nostri ambienti.

Le variabili da considerare sono molteplici e improvvisare non è facile, oltre a non essere affatto una buona idea. Sarà sempre meglio farsi seguire e consigliare da esperti del settore per individuare il modello di climatizzatore più adatto alle nostre necessità e non doverci pentire dell’acquisto fatto.

2. Climatizzatore mono e multi split, pro e contro

Climatizzatore dual e inverter: 3 consigli, info e caratteristiche

Nel momento stesso in cui ci troveremo a dover scegliere tra un climatizzatore mono o multi split ci saranno vantaggi e svantaggi che dovranno essere valutati con la giusta attenzione. Quali sono? Vediamoli più da vicino!

Un sistema multi split permette di climatizzare una stanza molto grande dal momento che si possono posizionare due o più unità interne. Un eventuale blocco o guasto all’unità esterna di un climatizzatore multi split, però, potrà mettere fuori uso tutte le unità interne. Questo è un aspetto non di poco conto che va tenuto strettamente in considerazione!

Solitamente i climatizzatori dual split risultano essere un po’ più rumorosi di quelli mono split, ma questo dipende anche dalla qualità, dal modello e dal brand a cui si fa riferimento, oltre che da frequenza e qualità della manutenzione ordinaria.

A proposito: la manutenzione ordinaria per un dual split è in genere meno costosa, essendoci un solo motore esterno sul quale intervenire. A lungo termine, infine, i sistemi mono split potrebbero garantire una capacità di raffreddamento migliore, ma, al contempo, far lievitare non poco i costi della bolletta elettrica.

3. Climatizzatore inverter

Climatizzatore dual e inverter: 3 consigli, info e caratteristiche

Un climatizzatore inverter è in grado di modificare la potenza da erogare in relazione alla temperatura impostata e a quella rilevata in un determinato ambiente. Questo avviene sia per l’emissione di aria fredda che per quella di aria calda.

Un climatizzatore inverter si differenzia da uno tradizionale per le caratteristiche del compressore presente nella sua unità esterna e che dispone di una tecnologia più recente ed evoluta rispetto al passato e di conseguenza anche più costosa.

Un elettrodomestico di questo tipo ha la capacità di ridurre la potenza assorbita dal compressore esterno una volta che è stata raggiunta la temperatura ottimale o quella impostata sul termostato. Questo permette di mantenere sempre costante la temperatura desiderata.

Riduce, inoltre, i getti d’aria fredda troppo intensi, che caratterizzano invece i climatizzatori delle precedenti generazioni. L’inverter funziona a regimi ridotti, ma in modo continuativo, regolandosi in base al fabbisogno reale dell’ambiente da rinfrescare o riscaldare.

Le migliori case produttrici, al momento, puntano molto su questa tecnologia, che riduce i consumi e permette un maggiore comfort. Altra caratteristica non trascurabile dei climatizzatori inverter è la loro silenziosità: una volta raggiunta la temperatura desiderata, il dispositivo diventa estremamente silenzioso, anche se continua a lavorare.

Questo approccio, oltre a tutti i vantaggi citati, porta in genere anche un allungamento della vita del climatizzatore, che essendo sottoposto a minori attivazioni e disattivazioni del motore, avrà prestazioni ottimali molto più a lungo nel tempo.

Un climatizzatore inverter, insomma, offre notevoli vantaggi, in particolare per chi trascorre molto tempo in casa o in ufficio utilizzandolo in maniera continuativa. Ricordiamo che la scelta migliore, in termini di consumi, deve sempre ricadere su modelli di classe A o superiore.

Galleria idee e foto di climatizzatore dual e inverter

Un climatizzatore dual o multi split con tecnologia inverter può essere un’ottima soluzione per garantirci una casa o un ufficio sempre alla temperatura ideale, sia in estate che in inverno, tenendo al contempo sotto controllo sia il comfort che i consumi. Ridate un’occhiata alle immagini che vi abbiamo appena proposto.