Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

Asciugare il bucato velocemente è un’esigenza sempre più avvertita, soprattutto qualora non si abbiano gli spazi sufficienti per farlo all’aria aperta oppure le condizioni meteo non lo permettano. Un’asciugatrice a gas è un’opzione che devi senza dubbio prendere in considerazione perché ti garantisce ottimi risultati in termini di tempo ed efficacia.

Galleria foto ed immagini

Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

L’acquisto di un’asciugatrice a gas permette di ridurre in modo considerevole i tempi di asciugatura e ci assicura dei risultati eccellenti. La sua tecnologia e le alte temperature che raggiunge ci daranno un bucato pulito, disinfettato e profumato. 

La morbidezza che conferisce ai capi ci consentirà inoltre di risparmiare sui tempi di stiratura, che per molti risulta essere un’attività pesante e noiosa.

Vuoi sapere come funziona un’asciugatrice a gas? Quali sono le sue caratteristiche principali a livello di qualità, prezzo, consumi e, soprattutto, quali sono i vantaggi del suo utilizzo?

In questo articolo cercheremo di dare una risposta a tutti questi quesiti.

Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

Asciugatrice a gas: come funziona

Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

Avrete sentito parlare tante volte di asciugatrice a gas, conosciuta anche come asciugatrice a gas americana. Come ci suggerisce il nome stesso, l’elettrodomestico è alimentato a gas (metano o gpl).
Ma come funziona un’asciugatrice a gas ? Il meccanismo è molto semplice: l’aria viene riscaldata attraverso la combustione del gas, presente in un serbatoio esterno, successivamente entra in contatto con il bucato umido posto all’interno del tamburo, che gira costantemente garantendo un’asciugatura uniforme dei capi.

Il vapore acqueo che si genera all’interno dell’elettrodomestico infine viene espulso all’esterno attraverso il tubo di scarico della condensa: è preferibile sceglierlo in acciaio inox al fine di evitare che le alte temperature possano corroderlo e, ovviamente, va posizionato in un foro nel muro.

Un altro elemento distintivo è il filtro della lanugine che dovrebbe essere smontato e pulito periodicamente per garantire la massima efficienza ed il buon funzionamento dell’asciugatrice.

Installazione e posizionamento

Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

Installare un’asciugatrice a gas è più complesso rispetto ad un modello elettrico, per questa ragione è sempre preferibile avvalersi di un professionista. Tuttavia, se si ha un pò di manualità è possibile ricorrere al fai da te e risparmiare sull’installazione.

Per prima cosa si consiglia di controllare che la presa elettrica e l’elettrodomestico siano compatibili a livello di voltaggio, altra cosa da non dimenticare è quella di verificare che il foro di sfiato dell’asciugatrice corrisponda a quello del vostro appartamento.

Una volta collegati i tubi del gas, l’ultimo passaggio consiste nel controllare la presenza di eventuali perdite. Un metodo molto semplice è quello di preparare una soluzione composta al 50 per cento di acqua e al 50 per cento di sapone liquido da spennellare lungo il tubo e le giunture, se si formano bolle, ovviamente, saremo in presenza di una perdita.

Un’asciugatrice a gas ha lo stesso ingombro di un modello elettrico, le proporzione standard sono 60 cm di larghezza e profondità e 80 cm di altezza, ma si trovano anche i cosiddetti modelli modelli slim, questi ultimi hanno dimensioni più piccole e sono consigliati per chi ha a disposizione spazi ridotti.

Il suo posizionamento dipende dagli spazi della nostra casa e talvolta da questioni pratiche, come la presenza di una presa ed uno scarico compatibili. Le asciugatrici a gas si possono collocare anche in aree esterne come verande o balconi, ma va tenuto a mente in questo caso le temperature più rigide allungheranno i tempi per raggiungere la temperatura di lavoro e di conseguenza anche i consumi.

È buona norma lasciare libero un adeguato spazio davanti l’oblò e qualche centimetro di distanza che la separi dal muro.
Se si vogliono ottimizzare i tempi di lavoro, abbiamo la possibilità di impilare l’elettrodomestico sopra la lavatrice attraverso appositi cavalletti.

Asciugatrici a gas: caratteristiche e consumi

Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

La scelta dell’asciugatrice dipende dalle nostre esigenze familiari, dal tempo a nostra disposizione e da altri fattori, come i prezzi dell’energia ed il luogo dove viviamo.
Esistono diversi modelli in commercio che possono soddisfare ogni nostra esigenza, ma vediamo nello specifico le caratteristiche principali di un’asciugatrice a gas per poter fare la miglior scelta.

  • Capacità di carico: se siamo single o una coppia avremo dei bisogni diversi da quelli di una famiglia numerosa, la capacità è un parametro importante da tenere in considerazione quando acquistiamo un’asciugatrice, sul mercato si trovano modelli da 5kg o 10kg.
  • Cicli e sicurezza: i modelli più performanti, attraverso la presenza di un computer integrato, danno la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di programmi, ognuno pensato per uno specifico tipo di fibra e per determinate esigenze di asciugatura. Abbiamo la possibilità di scegliere tra: Heavy duty, per i capi che richiedono più calore come i jeans, rapido, eco, air dry, delicato ecc… Avendo a che fare con un materiale altamente infiammabile come il gas, è un elettrodomestico che risponde ai massimi requisiti di sicurezza, grazie a dispositivi come il raffreddamento automatico, il segnale di fine ciclo e il bloccaporta. Inoltre non dimentichiamo la certificazione NSF che attesta l’adesione ai più alti standard igienico sanitari.
  • Prezzi: I prezzi di un’asciugatrice a gas sono più alti rispetto a quelli dei modelli a pompa di calore, ma è possibile ammortizzare la spesa in breve tempo per via dei consumi più ridotti. I prezzi oscillano in un range che va dalle 1000 euro, fino ad arrivare alle 1800 euro per i modelli top di gamma.
  • Consumi: il vero punto di forza dell’asciugatrice a gas, come detto precedentemente, è costituito dai suoi bassi consumi. Il modello che consente più risparmio è quello a metano, per via del costo più basso della materia prima rispetto al GPL. Il gas permette di raggiungere una temperatura elevata in tempi più bassi rispetto all’asciugatrice elettrica, se i consumi di quest’ultima vanno da 1,42 kW a 1,77 kWh nel caso della classe A++, l’asciugatrice a gas consuma circa 200 W ogni ora, una differenza abissale.

Asciugatrice: perché scegliere un modello a gas

Asciugatrice a gas: tutto dalla A alla Z, consigli e pregi

Fino ad ora abbiamo fatto una panoramica generale sulle asciugatrici a gas, sul loro funzionamento e sulle caratteristiche; abbiamo visto come la differenza di prezzo con i modelli elettrici sia ampiamente compensata dagli innumerevoli vantaggi. Proviamo ad elencare i principali vantaggi dell’acquisto di un’asciugatrice a gas:

  • Asciuga i capi più velocemente e senza lasciare troppe pieghe ed increspature, ciò permette di ridurre fino all’70% la stiratura
  • Capi disinfettati e profumati, grazie alle alte temperature.
  • Consumi nettamente più bassi rispetto ai modelli elettrici.
  • Ingombro e design simili rispetto alle asciugatrici elettriche.
  • Alti standard di sicurezza e tutela della salute.

Galleria idee e foto di asciugatrici a gas

In questo articolo abbiamo descritto  i parametri più importanti da considerare quando si decide di acquistare un’asciugatrice a gas. Sul mercato troveremo una vastissima gamma di modelli, che variano per design e caratteristiche. Per orientarvi nella scelta di un’asciugatrice a gas, potete dare un’occhiata alla galleria di immagini.