Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

Lorenzo Renzulli
  • Dott. in Conservazione dei Beni Culturali

Grazie all’integrazione fra la videocitofonia e l’impianto domotico di casa, ci si apre ad un mondo di opzioni veramente interessanti sul fronte della sicurezza e dell’usabilità, che però non tutti conoscono e sfruttano pienamente. Oggi ci occuperemo della videocitofonia domotica valutando caratteristiche e opzioni.

Galleria foto ed immagini

Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

Un videocitofono di ultima generazione integra funzionalità che lo fanno assomigliare ad un moderno smartphone, come la possibilità di impostare suonerie personalizzate, una segreteria citofonica con registrazione visite e molto altro ancora, ecco alcuni consigli per scoprire e usare al meglio queste ed altre funzioni.

Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

1. Videocitofonia e facilità di installazione

Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

Come abbiamo visto i videocitofoni sono sempre più evoluti e questo può complicare un po’ le cose al momento di scegliere il più adatto per la nostra casa. Seguendo alcuni semplici consigli si eviteranno però problemi e seccature.

Non sempre ci si presta la giusta attenzione, ma una delle variabili che dovrebbero guidarci nella scelta di un dispositivo è anche la sua facilità di installazione, utilizzo e manutenzione.

Ci sono videocitofoni che si possono installare in autonomia, senza essere degli esperti, altri che, in particolare se dialogano con altri dispositivi dell’abitazione, necessitano dell’intervento di un tecnico e quindi avranno costi di installazione che vanno considerati.

I videocitofoni più moderni e performanti, potrebbero poi richiedere degli aggiornamenti software per garantire nel tempo elevati standard di sicurezza e continuare ad avere funzionalità competitive.

Anche in questo caso va valutata la facilità nell’eseguire gli aggiornamenti, ad esempio inserendo una scheda di memoria o semplicemente collegando il dispositivo al Wi-Fi di casa.

2. Videocitofonia domotica casa l’importanza di una buona videocamera

Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

Un consiglio che potrebbe sembrare scontato, ma che è assolutamente fondamentale è quello di scegliere videocitofoni con una buona videocamera, in grado di restituire immagini sempre nitide e stabili in ogni condizione, questo significa di giorno e di notte, con tanta o poca luce, con sole, pioggia, ecc.

Un videocitofono che ci fa vedere immagini confuse serve a poco, mette potenzialmente a rischio la sicurezza e di sicuro non si rivela un buon investimento. La qualità del video e dell’audio sono l’aspetto sul quale ci si dovrebbe sempre soffermare di più quando ci si trova a scegliere un videocitofono.

Importante è poi anche il monitor o il display che permette da dentro casa di vedere chi ha suonato alla porta, dovrà essere posizionato in modo da risultare comodo, avere una buona qualità e una dimensione di almeno 4 pollici. Tutti i dispositivi, interni ed esterni alla casa dovranno poi funzionare entro range piuttosto ampi di temperatura ed umidità.

3. Funzioni utili del videocitofono che non tutti conoscono

Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

Nella casa domotica il videocitofono può rispondere a numerose sentite esigenze, grazie a funzioni veramente interessanti che però non tutti conoscono e quindi sfruttano a dovere.

Alcuni videocitofoni effettuano uno scatto fotografico in modo automatico al momento della chiamata. Altri apparecchi danno la possibilità di scegliere se registrare gli accessi ed eventualmente anche le comunicazioni.

Alcuni modelli integrano un tastierino numerico esterno utile al controllo degli accessi e che permette di aprire la porta con una password, dimenticandosi delle classiche chiavi.

La funzione di telecamera per la sorveglianza domestica è tra le più diffuse ed apprezzate. L’utente può attivare la telecamera del citofono attraverso un’app sullo smartphone e monitorare la situazione da remoto.

Nelle case sviluppate su più piani il videocitofono può essere usato anche per mettere in comunicazione i diversi ambienti, in modo molto semplice e comodo. Ad esempio per avvisare chi è in camera al piano di sopra che la cena è pronta in tavola.

Ultima funzionalità molto interessante, ma spesso non sufficientemente valorizzata è quella del trasferimento di chiamata. Se suonano alla porta di casa e non ci siamo potremmo ricevere la chiamata sul nostro telefono, fisso o mobile, così da parlare con chi ci sta cercando.

Funzione utilissima per dare indicazioni a postini o corriere o per salutare un vecchio amico che era passato a farci una sorpresa.

4. Manutenzione videocitofonia domotica, qualche consiglio

Videocitofonia domotica casa: 4 consigli

L’installazione così come la sostituzione dei videocitofoni è un intervento considerato come di manutenzione straordinaria, che può rientrare quindi in eventuali bonus per le ristrutturazioni di casa. Prima di procedere sarà quindi bene informarsi per sfruttare al meglio eventuali opportunità di risparmio.

Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria del videocitofono basterà tenere puliti i dispositivi, con particolare attenzione alla telecamera esterna e verificare quotidianamente che tutto funzioni correttamente. Alla prima avvisaglia di qualche problema bisognerà contattare subito l’assistenza, che in genere interviene in modo molto rapido. Molto dipenderà però dalla marca del citofono e dal contratto con l’installatore.

Le modalità con le quali avviene l’assistenza e gli eventuali costi aggiuntivi della stessa dovrebbero infatti venire sempre attentamente considerati al momento dell’acquisto, cosa che però non sempre si fa, commettendo come ovvio un errore.

Galleria idee e foto videocitofonia domotica casa

Il mondo della videocitofonia e della domotica casa in genere è in continua evoluzione e per capirne e sfruttarne al massimo le tante potenzialità può risultare utile seguire alcuni semplici consigli.