Touch AVE, la domotica convive con l’estetica

Autore:
Andrea Proietti

Possono convivere due aspetti come la domotica e l’estetica degli apparecchi ad essa connessi? Assolutamente sì. Ne abbiamo un esempio con la tecnologia touch AVE, un modo molto semplice e smart di gestire casa anche da remoto senza però dimenticare elementi belli da vedere, anche eleganti, che donano un tocco del tutto originale. Gli ambienti di casa con i dispositivi dedicati insomma non passeranno inosservati, per l’efficienza e l’estetica.


La domotica in casa con Touch AVE
Photo by geralt – Pixabay

Il Touch Ave si propone come grande innovazione della gestione domotica della casa. Nello specifico si fa sempre più largo tra appassionati ed esperti WEB Server AVE, un dispositivo grazie al quale si potrà gestire sia sul posto che quando si è lontani fisicamente da casa il sistema domotico AVEbus.

La logica conseguenza di un dispositivo domotico è ormai nota,  cioè il controllo attraverso un’applicazione dedicata di tutte quelle funzioni che saranno integrate all’interno di questo impianto. Quali in particolare? Dal controllo delle luci fino a quello di audio e video, passando per tenere sotto controllo i sistemi antiintrusioni fino all’utilizzo di elettrodomestici e tapparelle.

Avete l’idea di stare nel vostro letto o seduti sul divano e poter comandare tutta casa?

Non saranno esclusivamente gestiti in maniera separata. Al contrario si potranno impostare scenari per l’attivazione di diverse automazioni nello stesso momento. Un comando unico o anche programmato in serie temporale.

La casa verrà facilità soprattutto nel controllo. Saranno infatti fino a 6 i comandi per ogni punto luce e si potranno attivare anche semplicemente sfiorando la superficie della placca. Tutto questo disponibile attraverso i dispositivi Multi Touch.

Questi sono gli elementi che caratterizzano un dispositivo domotico davvero di livello, affidabile e adatto a tutti. Ma qual è la particolarità che spesso non si trova in altri prodotti domotici? Che cosa lo rende speciale? Scopriamo.

Touch AVE, efficienza fa rima con design

La domotica può far rima con design
Photo by 422737 – Pixabay

Per una casa domotica che si rispetti sarà importante anche l’aspetto dell’estetica. Questo è il caso che fa per noi.

Le placche a cui abbiamo fatto riferimento in precedenza non potranno passare inosservate per il vetro Vera 44 che è tutt’intorno proprio a prese, connettori, interruttori e sensori presenti nell’impianto. Proprio le stesse prese saranno protette da placche scorrevoli che le nasconderanno quando non saranno utilizzate.

Anche l’occhio vuole la sua parte, si dice. Noi possiamo confermare anche in abito domotico con un design unico.

I passi in avanti che ha fatto la tecnologia negli ultimi anni sono stati importanti e la domotica lo testimonia. Sempre più persone, che abbiano una casa nuova o stiano ristrutturando una vecchia, scelgono la gestione facile e veloce della casa.

Adesso viene data una soluzione in più, rendere casa più elegante anche sotto l’aspetto visivo oltre che altamente efficiente.

Miracolo della domotica? Probabilmente, visti i numeri su case che sono trasformate in edifici sostenibili, meno inquinanti e che permettono un risparmio energetico. I costi sono importanti anche se i diversi bonus e agevolazioni possono rendere meno pesante la spesa. Fatto sta che l’investimento trasformerà del tutto la gestione dei nostri ambienti più intimi, anche se fisicamente saremo lontani.