Risparmio energetico: la domotica che aiuta il portafoglio

Martina Melgazzi
  • Dott. in Lettere Moderne

La domotica può aiutare i proprietari di casa a ridurre molte delle spese legate alle bollette e al consumo di energia. Quante volte hai lasciato per sbaglio le luci accese? O hai impostato il termostato un po’ troppo alto durante inverno? L’automazione di queste utenze con la domotica può migliorare la qualità della vita, riducendo al contempo lo spreco di energia e il costi in bolletta. 

Risparmio energetico: la domotica che aiuta il portafoglio
Sistema domotico per controllo temperatura

Possedere una casa può essere costoso! Per tutti gli enormi vantaggi che derivano dall’essere proprietario di una casa, c’è anche una lunga lista di costi: le bollette per il gas e l’elettricità coprono una larga percentuale delle spese da sostenere per gestire un’abitazione. Poiché i costi dell’energia continuano ad aumentare, l’efficienza energetica sta diventando sempre più importante.

E qui, entra in campo la domotica! La tecnologia domotica non solo migliorerà il comfort e il benessere della tua vita quotidiana, ma può anche farti risparmiare cospicue somme di denaro nel tempo.

Risparmio energetico: la domotica che aiuta il portafoglio
Utilizzare domotica da remoto

Riscaldare e rinfrescare casa con la Domotica

Risparmio energetico: la domotica che aiuta il portafoglio
Impostare temperatura casa da remoto

Il primo modo in cui la domotica può farti risparmiare denaro è rendere i processi di riscaldamento e il raffreddamento più efficienti dal punto di vista energetico. In altre parti del mondo, dove il caldo è più aggressivo, è ormai uso comune ottimizzare il più possibile anche i condizionatori o gli impianti di raffreddamento: in Italia queste innovazioni riguardanti i processi rinfrescanti stanno facendo capolino solo di recente, mentre è già da diversi anni che i benefìci della domotica applicata ai riscaldamenti a pavimento o centralizzati sono ben noti.

È un fatto provato che l’utilizzo della domotica per controllare gli impianti di riscaldamento riduca la quantità di energia che viene consumata. Anche un’automazione tanto semplice come l’abbassamento automatico della temperatura in casa quando tutti i componenti della famiglia sono fuori dall’abitazione può portare a una grande differenza in bolletta.

La domotica, se applicata ai sistemi di riscaldamento (per esempio con contatori intelligenti, centraline smart di controllo e termostati di ultima generazione), può prendere decisioni strategiche e matematicamente convenienti in base a fattori che spesso sfuggono al controllo umano. Vediamo quali sono!

Gli orari e le abitudini della famiglia.

La tua è una famiglia di smartworker o di persone che passano la maggior parte della giornata fuori casa? Che temperatura vi aspettate di avere al risveglio? E durante la notte? Quante persone si trovano nell’abitazione durante le ore del giorno? Siete freddolosi o calorosi? Quali sono le stanze più utilizzate e quali quelle meno visitate? I sistemi domotici per il controllo intelligente del riscaldamento prendono in considerazione tutte queste variabili e si adoperano per proporre le soluzioni più smart e in grado di ottimizzare al meglio l’uso dell’energia. Spesso non ci facciamo caso, ma anche un mezzo grado o una mezz’ora di troppo possono pesare in bolletta!

Potrebbe interessarti Superbonus 110 domotica 2022

Le temperature esterne.

Sei davvero convinto che la tua casa debba avere una temperatura di 20-21° tutto il giorno, tutti i giorni, durante l’inverno? Lo sapevi che la variazione delle temperature esterne influisce sulla nostra percezione del freddo in casa e gioca un ruolo nell’ottimizzazione dei gradi interni e dei periodi di tempo in cui il riscaldamento dovrebbe rimanere acceso? Forse quest’informazione ti suona nuova, ma non lo è certo per i sistemi domotici più avanzati, che sanno effettuare calcoli complessi e previsioni altrettanto importanti. 

I cambi di temperatura nel corso del giorno. All’alba e alla sera può fare più freddo, ma durante il giorno le temperature si alzano, anche d’inverno, e tenere il riscaldamento interno al massimo h24 è inutile, nonché dispendioso e costoso. La regolazione dei gradi a seconda delle ore del giorno è uno dei compiti base dei sistemi di domotica per le case intelligenti.

La presenza di finestre aperte o malfunzionanti. Alcuni impianti domotici centralizzati e di ultima generazione possono rilevare la presenza di finestre aperte o “malfunzionanti” e ricordarti di chiuderle o di sistemarle, nonché darti consigli utili sul momento del giorno migliore in cui aprirle per far girare l’aria, senza che questo intacchi o influisca troppo sul riscaldamento e sull’energia utilizzata per emettere calore nelle stanze.

Usare la domotica per ridurre i costi della luce

Risparmio energetico: la domotica che aiuta il portafoglio
Scegliere impostazioni da smartphone

Un altro modo in cui la domotica può farti risparmiare denaro è attraverso i controlli intelligenti dell’illuminazione della tua casa. A causa di distrazioni, contrattempi, imprevisti e attimi di pigrizia, le luci rimangono spesso accese inutilmente, creando grossi sprechi energetici e facendo lievitare i costi in bolletta. Dopotutto, quando non c’è nessuno in una stanza, non c’è davvero motivo per cui le luci siano accese, no?

I comandi domotici dell’illuminazione a distanza e le luci attivate da sensori sono entrambe ottime soluzioni per lasciare che a fare il “lavoro sporco” sia la tecnologia e non noi: sono sistemi che aiutano a risparmiare elettricità ed eliminano ogni possibilità che le lampadine rimangano accese senza motivo.

  • Luci che si attivano tramite sensori di movimento: usate per accendere le luci quando entri in una stanza e spegnerle automaticamente dopo che ne esci, rendono la vita casalinga più comoda e meno dispendiosa di elettricità.
  • Luci telecomandate: ti assicurano il controllo completo del sistema d’illuminazione della tua casa dallo schermo del tuo cellulare. Ottime per le famiglie numerose e sempre in movimento, che più facilmente potrebbero dimenticare luci accese inutilmente.

Alcuni sistemi smart d’illuminazione automatizzati possono anche essere configurati per rispondere alla luce del giorno. Man mano che arriva più sole dalle finestre, le luci si attenueranno e si spegneranno automaticamente.

Elettrodomestici automatizzati

Risparmio energetico: la domotica che aiuta il portafoglio
Controllare elettrodomestici da remoto

In conclusione, non dimentichiamoci della domotica applicata agli elettrodomestici. Dai frigoriferi alle macchine da caffè, il numero di elettrodomestici intelligenti disponibili sul mercato è ormai sbalorditivo. Molti di questi sono progettati per spegnersi dopo essere stati lasciati inattivi o in stand-by per un lungo periodo di tempo.

Altri apparecchi possono essere programmati per azionarsi o spegnersi con l’uso di sensori di movimento e possono anche essere controllati a distanza. Anche gli elettrodomestici che non dispongono di funzionalità Wi-Fi possono essere controllati da remoto, se collegati a una presa intelligente o a una presa multipla.