FP2, prodotto nato dalla collaborazione tra Aqara e Samsung

Autore:
Andrea Proietti

Aqara, nota società che si occupa dello sviluppo di strumenti per le case intelligenti, ha sviluppato un nuovo sensore di presenza, l’FP2. Questo gioiello della domotica nasce grazie alla collaborazione con Samsung e le tecnologie più avanzate messa a disposizione dall’azienda su Smart Things.

FP2, casa ancora più intelligente
Photo by geralt – Pixabay

Collaborano Aqara e Samsung, nasce FP2. Questo nuovo prodotto della compagnia asiatica oltre a rendere la vostra casa più hi-tech vi permetterà di avere una maggiore sicurezza. In più se siete anche utenti Samsung potrete personalizzare al meglio e come desiderate l’esperienza domestica delle vostre giornate.

L’annuncio è avvenuto in occasione dell’evento Samsung Developer Conference 2023, o in breve SDC 23, svoltosi il 5 Ottobre a San Francisco.

Tra le numerose conferenze che si sono svolte la più eclatante è stata quella di Aqara che ha ufficializzato la collaborazione con Samsung. E’ diventata in questo modo la più grande potenza nel mercato della domotica.

Nel corso dell’evento, oltre all’annuncio della cooperazione, i presenti hanno potuto assistere alle capacità della nuova azienda asiatica e non solo. Infatti, hanno mostrato le grandi e innovative capacità che il sistema creato da questo connubio è riuscito a produrre.

Si può dire senza ombra di dubbio che il sensore di presenza FP2 prodotto dagli sforzi di Aqara sia il prodotto che meglio si adatta alle moderne tecnologie ed al numeroso catalogo dei prodotti disponibili su Samsung Smart Things.

Obiettivo: una casa intelligente sicura e totalmente personalizzabile

Collaborazione tra Samsung e Aqara
Photo by geralt – Pixabay

L’obiettivo, che entrambe le aziende si sono preposte per questo progetto, è di riuscire a garantire a tutti gli utenti Samsung la più sicura e personalizzata esperienza che si possa creare attualmente all’interno delle mura domestiche.

Tutto questo per permettere a chiunque acquisti i prodotti per la casa intelligente della compagnia di non creare solamente un semplice ambiente automatizzato ma anche, e soprattutto, di soddisfarne al meglio possibile le esigenze.

Si può dunque dire che il risultato sperato è stato ottenuto proprio con il sensore di presenza FP2, che, secondo alcune fonti, verrà rilasciato sui mercati a partire dai primi mesi del 2024.

L’FP2 è in grado di rivelare le persone presenti nella stanza al minimo movimento, persino con un semplice respiro si può essere individuati.

In più è possibile usarlo anche per avere una gestione completa ed efficiente di tutti i sistemi di gestione energetica come il riscaldamento, il ventilatore, l’illuminazione e tanto altro ancora.

Insomma, per dirla in maniera più semplice, basta usare semplicemente la funzione di rilevamento della posizione del FP2 per poter controllare tranquillamente tutti i dispositivi SmartThings.

Pare poi che il progetto del modello FP2 sia solo il primo dei tanti piani che vedranno insieme le due aziende asiatiche collaborare.

In futuro, infatti, sembra che già siano previsti degli ulteriori aggiustamenti alla vasta gamma di dispositivi del catalogo di Aqara. Questi verranno presto modificati per essere compatibili con la nota applicazione Samsung Smart Things.

Ancora non lo sappiamo per certo, ma questo è un chiaro indizio che ben presto ci saranno molti altri progetti che vedranno le due realtà collaborare per rendere ancora più efficiente il mondo della casa intelligente.