La tua casa ad intelligenza artificiale! Ecco le nuovissime soluzioni

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di possedere una casa IoT (Internet of Things), quindi caratterizzata dall’onnipresenza della rete internet? Conviene fidarsi di queste nuovissime tecnologie che nei prossimi anni probabilmente stravolgeranno la nostra vita? Scopriamolo insieme.

Casa IoT: dalla A alla Z, vantaggi e svantaggi

Galleria foto ed immagini

Lungi dall’essere meramente una tecnologia riservata a pochi, l’IoT (Internet of Things) sta diventando sempre più protagonista nelle case, trasformandole di fatto in Smart Home. Sempre più famiglie in tutto il mondo stanno infatti adottando questa tecnologia intelligente nelle loro case e nella routine quotidiana. Processi che prima sembravano “futuristici”, come ad esempio possedere un frigorifero che comunica con noi, oggi sono meno fantasiosi che mai.

Una casa intelligente ha molti vantaggi e pochi svantaggi. Una Smart Home è una casa dotata di una tecnologia che consente la comunicazione tra dispositivi, per l’appunto, smart . Insomma, stiamo parlando di tecnologia allo stato puro che sta rendendo gli ambienti domestici sempre più belli da vivere. Ogni azienda tecnologica propone la sua ricetta della IoT, sta a noi decidere quale sistema scegliere per trasformare la casa in maniera radicale e completa.

Nel pezzo di oggi andremo a vedere almeno 2 vantaggi e 2 svantaggi che si possono riscontrare possedendo una Smart Home dotata di tecnologie IoT.

Leggi anche Bonus sicurezza 2022

Casa IoT: dalla A alla Z, vantaggi e svantaggi

1. Monitoraggio e risparmio dell’energia

Casa IoT: dalla A alla Z, vantaggi e svantaggi

Nelle case intelligenti, quindi dotate di una connessione internet praticamente onnipresente, ci sono alcuni dispositivi che hanno la funzionalità di risparmiare energia. Dal monitoraggio energetico all’abbassamento della temperatura della casa: sono tutte piccole azioni che insieme permettono un grande risparmio. I dispositivi ideati per la casa intelligente hanno il potere di comunicare tra di loro, rendendo in questo modo molto facile il loro controllo. Sono solitamente regolati da un unico hub centrale che raccoglie tutti i segnali utili.

In definitiva, possiamo dire che l’IoT è una tecnologia molto complessa ma che, nonostante questo, si sta facendo strada anche nell’immaginario collettivo dell’opinione pubblica. Quest’ultima ha ancora qualche remora ad accettare una tecnologia del genere, essendo questa totalmente rivoluzionaria. I dati, comunque, confermano che ci si avvicina sempre di più a questo concetto di “casa del futuro”.

2. Sicurezza

Casa IoT: dalla A alla Z, vantaggi e svantaggi

La domotica è l’insieme di tutte le tecnologie presenti nell’ambiente domestico. Dispositivi grandi e piccoli risultano convenienti e aggiungono una serie di comodità alla vita quotidiana di tutta la famiglia. Tuttavia, non bisogna mai dimenticare l’aspetto centrale della sicurezza. Essendo tutta l’abitazione connessa tramite internet appare normale che la sicurezza risulti quantomeno essenziale.

Ma con le tecnologie IoT non bisogna preoccuparsi più di tanto, in quanto il livello di sicurezza che viene fornito da questi dispositivi è molto elevato. In più, è possibile controllare tutto tramite una semplice applicazione che, tramite notifiche specifiche, sarà in grado di comunicare cosa non va e cosa va. Si consiglia inoltre di dotare la propria casa di un sistema di antifurto perimetrale o semplicemente d’installare delle telecamere di sicurezza in quei luoghi considerati nevralgici. In questo modo la sicurezza sarà praticamente garantita!

3. Costi elevati

Casa IoT: dalla A alla Z, vantaggi e svantaggi

La tecnologia intelligente può diventare un investimento costoso. I prezzi negli anni sono drasticamente diminuiti, ma è chiaro che equipaggiare un’intera casa con dispositivi ed elettrodomestici connessi può diventare molto poco economico.

Facciamo un esempio. I costi della manodopera dovuta all’installazione degli interruttori intelligenti su ogni pulsante della luce della casa si somma all’energia che si dovrà usare. Anche se è probabile che strumenti come interruttori e prese possano durare anni e anni, è chiaro che se dovessero rompersi a causa di un blackout comporterebbero prezzi di riparazione ingenti!

Poi, se si posseggono elettrodomestici come lavatrici e asciugatrici, il discorso si fa più complesso, perché già senza connessione consumano parecchia energia. Insomma, è bello pensare a una casa intelligente, tuttavia non bisogna dimenticare che queste tecnologie hanno valori di mercato molto elevati.

4. Il problema della privacy

Casa IoT: dalla A alla Z, vantaggi e svantaggi

Il rapporto tra tecnologia e privacy non è nuovo, anzi già a partire dalla diffusione degli smartphone gli esperti hanno cominciato a parlare di questo problema molto complesso (molti studiosi considerano addirittura la tecnologia un oggetto attivo che impatta sulle nostre decisioni). Infatti, essendo completamente pervasive, le tecnologie non possono fare altro che ledere la nostra privacy, un bene prezioso che nessuna ipertecnologia può deteriorare.
Ebbene, scegliendo una casa dotata di questo tipo di tecnologie, è evidente che la privacy ne risulterà drasticamente danneggiata. Ovviamente, grazie a password e a codici specifici è possibile essere protetti dalle sempre più pericolose manovre di hackeraggio.

Galleria idee e foto di casa IoT

Come visto nell’articolo, possedere una smart home, ossia una struttura dotata di oggetti IoT, comporta sia vantaggi che svantaggi. Tutto sommato possiamo ritenere molto conveniente vivere in una casa del genere, dove tutte le comodità sono costantemente connesse con un hub centrale in grado di raccogliere ed elaborare dati di diversa natura.
Insomma, ci sembra una tecnologia veramente sensazionale e in grado di aprire scenari sempre più sorprendenti, ma che ovviamente non può mai e poi mai compromettere la privacy di ciascuno di noi. Di seguito troverete una serie di foto a nostro parere indicative!