Come progettare l’illuminazione del giardino

Fabiola Criscuolo
  • Dott. in Scienze Politiche

Quali sono le regole per illuminare un giardino senza creare un effetto abbaglio? Quali sono le zone a cui dare risalto? E le luci migliori? In questo articolo sveleremo le regole per progettare al meglio l’illuminazione del giardino.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-01

Galleria foto ed immagini

Che si tratti di una villetta o di un appartamento al piano terra, chi possiede un giardino, anche se piccolo, non può non pensare ad illuminarlo correttamente. Ciò infatti consente non solo di dargli risalto in ogni momento, ma anche di utilizzarlo nelle serate più fresche.

Al momento della progettazione, però, sorgono mille dubbi. Quali luci utilizzare, dove posizionarle e come, sono tutte domande che ci poniamo e che devono trovare soluzione prima della realizzazione dell’impianto. Il rischio è quello di incorrere in spese inutili e creare un ambiente poco accogliente.

In questo articolo mostreremo quindi, i punti da seguire per realizzare al meglio l’impianto di illuminazione di ogni giardino. Sveleremo anche qualche trucco, che aiuterà a rendere l’ambiente ancora più suggestivo per lasciare a bocca aperta ospiti e passanti.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-02

Misurare il giardino

La prima cosa da fare, quando iniziamo a progettare l’illuminazione del nostro giardino, è quella di misurarlo. È chiaro che uno spazio piccolo non potrà avere lo stesso impianto e luci di uno grande, ma ci sono anche altre considerazioni da valutare al momento della misurazione.

Non conta infatti solo il perimetro e l’area del nostro giardino, ma anche le misure di eventuali passaggi e di una veranda, oltre che la posizione di alberi di una grandezza importante. Tutti questi dati ci aiutano ad avere già una prima idea di ciò che vogliamo realizzare, evitando così di incorrere in spese superflue.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-03

Distinguere tra luci funzionali e di atmosfera

Esiste una distinzione tra le luci che ci servono per illuminare la zona dove mangeremo e quelle per il perimetro del giardino. Le prime sono luci funzionali, in quanto occorrono necessariamente per avere una buona visuale durante le serate all’aperto, le seconde sono di atmosfera, per creare un clima più suggestivo.

Distinguere in partenza i due tipi di illuminazione, ci aiuterà a capire dove posizionare correttamente le lampade e quindi ad evitare di creare zone di luce troppo intensa.

Infatti, se per le luci di atmosfera possiamo optare per lampadine o led con una bassa temperatura, per quelle funzionali dovremo optare per modelli più intensi. Queste ultime raggiungeranno un raggio più ampio che dovremo considerare al momento della progettazione.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-04

Illuminare solo i punti di forza

Tutto ciò che illuminiamo avrà maggiore risalto. È importante capire, quindi, quali siano realmente i punti del nostro giardino che meritano di essere evidenziati.

Ad esempio, possiamo evitare di illuminare una ringhiera che non ci aggrada esteticamente, favorendo gli alberi con un fogliame piccolo e stretto che lascino filtrare la luce creando un’atmosfera suggestiva.

Allo stesso modo, la zona in cui passeremo il tempo all’aria aperta deve essere correttamente illuminata per consentirci di raggiungerla e sfruttarla al meglio. Vediamo alcune idee per i punti più comuni da esaltare.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-05

Illuminare il tavolo

Che sia sotto la veranda adiacente alla casa o all’interno di un gazebo, il tavolo necessita della giusta illuminazione. Se abbiamo un muro nelle vicinanze possiamo puntare su applique suggestivi, all’interno dei quali posizionare lampadine idonee all’uso esterno. In alternativa possiamo puntare anche su lampade da terra con faretti led da posizionare sui lati del tavolo.

Possiamo anche realizzare un doppio sistema di illuminazione, funzionale per quando mangiamo, di atmosfera per i momenti di relax. In questo secondo caso puntiamo su lampade led a bassa temperatura da posizionare sul perimetro del tavolo o sopra di esso.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-06

Illuminare i passaggi

I passaggi pedonali sono molto importanti in un giardino, siano questi realizzati con semplici mattonelle o con un sistema di pedane. Per evitare di incorrere in pericoli durante le serate all’aperto, dobbiamo illuminare questa zona, ma non sarà necessario esagerare.

Per far risaltare i passaggi basterà posizionare faretti led, anche quelli ad energia solare, lungo tutto il percorso. Possiamo optare tra un sistema integrato nel pavimento o lampade alte.

Molte di quelle ad energia solare non necessitano di fili e possono quindi, essere posizionate ogni volta in modo diverso in base al nostro gusto.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-07

Illuminare le piante

La zona verde del nostro giardino merita di risaltare. Per ogni pianta possiamo scegliere la giusta illuminazione. In questo caso puntiamo sempre su luci di atmosfera, quindi con una temperatura non molto alta, in modo da non infastidire la vista e i vicini.

Per gli alberi possiamo usare faretti da terra che puntino verso il fogliame, in modo da ricreare un effetto da giardino incantato. Se abbiamo siepi con fiori colorati, nascondiamo i lampioni all’interno, assicurandoci che la loro altezza non superi di molto la vegetazione. Per le piante in vaso, invece, possiamo optare per i modelli che si illuminano, magari anche che cambiano colore.

È importante però seguire una regola. Se tutte queste piante sono a distanza ravvicinata non sarà necessario illuminarle tutte. Da atmosfera suggestiva, infatti, passeremo ad un giardino abbagliante, effetto che sarebbe meglio evitare.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-08

Usare i sensori di movimento

Illuminare un giardino potrebbe essere dispendioso non solo al momento della realizzazione, ma anche durante l’utilizzo in sé. Un trucco, per evitare una spesa eccessiva, potrebbe sicuramente essere quello di utilizzare un sistema di led a basso consumo energetico.

Quello che però potrebbe tornarci davvero utile è un sistema con sensori di movimento. Questi, infatti, possono essere posizionati nella zona di passaggio in modo da far accendere le luci solo all’occorrenza. Possono essere importanti anche sul perimetro del giardino usati come una sorta di sistema di allarme.

progettare-l-illuminazione-del-giardino-09

Come progettare l’illuminazione del giardino: immagini e foto

Illuminare un giardino potrebbe non essere facile come sembra. Eppure, con pochi semplici trucchi, riusciremo ad ottenere la giusta atmosfera. Sfogliate questa galleria di immagini per scoprire come progettare al meglio il sistema di illuminazione.