Come arieggiare al meglio la camera da letto

Finalmente dopo una lunga giornata possiamo a andare a letto, ma l’aria viziata della stanza non riesce a farci dormire! Ecco quindi qualche semplice trucchetto per mantenere fresca la camera da letto.

Tenere la camera da letto al fresco non significa che in questa stanza debba fare tanto freddo da ospitare una colonia di pinguini. Sicuramente le alte temperature estive sono quelle che più riscaldano le stanze, ma anche in inverno, l’uso smodato dei termosifoni, può rischiare di appesantire l’aria in camera da letto compromettendo il nostro sonno ristoratore.

Per un riposo ottimale e non soffrire il caldo, la camera da letto dovrebbe avere una temperatura di 18°C e un tasso di umidità intorno al 30%. Questi sono parametri difficilmente raggiungibili senza qualche accorgimento.

Se in estate la temperatura esterna tende a riscaldare anche la nostra abitazione, in inverno le frequenti piogge possono alzare il livello di umidità facendoci percepire temperature sgradevoli che compromettono il sonno e la salute. Come fare quindi per avere una camera sempre fresca 12 mesi all’anno? Basta adottare pochi semplici trucchi. Vediamoli insieme.


Leggi anche: Scritte, testi, simboli e disegni ASCII

Ventilatore per camera da letto

Nelle giornate più calde la voglia di accendere il condizionatore è tanta, soprattutto nella camera da letto nella speranza di poter dormire freschi e rilassati. In realtà il getto d’aria del condizionatore abbassa sì la temperatura, ma al tempo stesso secca l’aria provocando un’abbassamento del tasso di umidità che potrebbe compromettere comunque il sonno.

La soluzione? Il caro vecchio ventilatore! Che sia da soffitto o a piantana non importa, questo sprigionerà un getto meno intenso che ci aiuterà a tenere la camera fresca senza seccare l’aria o farci svegliare con tremendi capogiri.

Questa può rivelarsi una valida soluzione anche nel periodo invernale, in particolare in camere da letto non molto grandi o con finestre piccole. I termosifoni accesi possono infatti riscaldare eccessivamente l’aria compromettendo il riposo e questo accessorio può aiutare il riciclo veloce dell’aria.

Se non vogliamo aggiungere altri accessori in camera possiamo sempre utilizzare la modalità ventilatore del nostro condizionatore, ricordandoci però di impostare la velocità bassa della ventola. Inoltre, in tutti questi casi, è importante non puntarlo dritto su di noi: l’obiettivo è quello di rinfrescare la camera, non prendere una bronchite.

Arieggiare la stanza

Arieggiare la stanza aiuta a mantenerla fresca in estate e in inverno. Sì, anche quando ci svegliamo con il gelo artico fuori dalla nostra finestra è fondamentale lasciare questa aperta per qualche ora al giorno.

Questo accorgimento favorisce il ricircolo dell’aria e permette di mantenere al fresco la nostra camera da letto in qualsiasi stagione. Con le temperature alte, se il sole penetra troppo nella stanza, possiamo chiudere gli infissi oscuranti così da far entrare solo aria fresca.


Potrebbe interessarti: Come tenere in ordine la camera da letto

Scegliere bene le tende

La scelta delle tende gioca un ruolo fondamentale per la temperatura della stanza. Avere tende di un tessuto pesante e troppo coprente rischia di far passare meno aria anche quando lasciamo la finestra o il balcone aperto.

L’ideale sarebbe scegliere tende in tessuto leggero e traspirante. Se poi abbiamo voglia, o necessità, di avere una tenda coprente che non faccia passare la luce nelle prime ore dell’alba, possiamo optare per una doppia tenda. In questo modo, quando dobbiamo far arieggiare la stanza, ci basterà aprire completamente la tenda oscurante e lasciare solo quella leggera.

Scegliere la giusta biancheria da letto

Anche la scelta della biancheria gioca un ruolo chiave. Molti tessuti infatti tendono a intrappolare e sprigionare più calore rispetto ad altri. non solo, il colore influisce proprio come per l’abbigliamento.

Un tessuto pesante in una colorazione scura attirerà sicuramente più calore, che sia quello esterno o quello sprigionato dal termosifone. Per questo motivo è utile scegliere biancheria da letto 100% in cotone o altre fibre naturali preferendo le tonalità chiare che, oltretutto, daranno più luce all’ambiente.

Sbattere le lenzuola

Rifare il letto prima di uscire di casa dona ordine all’ambiente. Ma sbattere le lenzuola lo rinfresca e ci aiuta ad avere un letto pulito la notte. Per quanto la mattina, a causa della fretta, siamo tentati solo a tirare le lenzuola, prenderci un paio di minuti per toglierle e sbatterle aiuta ad averle sempre fresche anche senza cambiarle ogni due giorni. Ricordiamo comunque di cambiare regolarmente la biancheria da letto almeno una volta la settimana.

Trovare la giusta temperatura del termosifone

Se in estate il caldo afoso può compromettere il riposo notturno, in inverno il nostro nemico è il termosifone. Le basse temperature infatti ci portano ad alzare la temperatura di casa e, anche se spegniamo il termosifone prima di coricarci, se la casa e quindi la camera da letto ha una temperatura elevata possiamo sudare e svegliarci male.

Non dimentichiamo che in inverno tendiamo già ad indossare biancheria da notte pesante e anche il piumino è più caldo. Avere quindi una temperatura dell’ambiente che superi quella consigliata rischia solo di rendere troppo calda la camera da letto.

L’ideale sarebbe spegnere i termosifoni quando la casa raggiunge una temperatura di 20°C così da non seccare troppo l’aria e mantenere fresca la camera da letto. Se non possediamo un termostato che ci indichi la temperatura possiamo sempre optare per un termometro decorativo, anche digitale.

Usare il deumidificatore

Non è da sottovalutare l’utilizzo di un deumidificatore in camera da letto sia nella stagione calda che in quella fredda. L’umidità dell’aria infatti influisce molto sulla temperatura percepita e inoltre, se troppo alta o troppo bassa, rischia di essere dannosa anche per la nostra salute.

Esistono in commercio sia deumidificatori da parete sia mobili che possiamo posizionare al centro della stanza quando è in funzione e nascondere dietro l’armadio quando non ci serve.

Per il periodo invernale invece, quando i termosifoni rischiano di seccare l’aria, possiamo usare gli umidificatori appendere a questi. Che siano semplici o decorati ci basterà aggiungere un poco d’acqua all’interno e, se vogliamo, qualche goccia di olio essenziale alla lavanda che favorisce il sonno.

Come arieggiare la camera da letto: immagini e foto

Una galleria di immagini con trucchi e consigli per avere sempre una camera da letto fresca.

Fabiola Criscuolo
  • Titolo di studio: Laurea Magistrale in Scienze Politiche
  • Autore specializzato in Arredamento, Design
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi seguire le novità in tema di casa, design, vedere le migliori idee per arredare, dipingere e tanti altri contenuti originali. Registrati gratuitamente alla nostra newsletter.