Climatizzare bagno: idee, pro, contro

Siete stufi di trovare sempre il bagno freddo? Ci sono tantissime soluzioni che potete adottare per risolvere questo fastidioso problema. Dai termosifoni ai sistemi di riscaldamento a pavimento, ecco tutte le idee per climatizzare il bagno, con i loro pro ed i contro!

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-17

Galleria foto ed immagini

In particolare in inverno, quando le temperature sono più basse, non è affatto piacevole trovare il bagno freddo. Infatti, se magari abbiamo una stufa che riscalda le altre stanze di casa, non sempre pensiamo a mantenere caldo il bagno. Il risultato è che ce ne pentiamo nell’instante in cui vi entriamo.

Tuttavia, ci sono diverse soluzioni, più o meno economiche, che potete adottare per climatizzarlo. Alcune sono più invasive, in quanto richiedono dei veri e propri lavori di ristrutturazione, ma altre sono molto più pratiche e rapide. Insomma, in base alle vostre esigenze potete scegliere qual è l’opzione che fa al caso vostro.

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro

Climatizzare il bagno con i termosifoni

Uno dei modi più semplici per riscaldare il bagno è con un termosifone. Generalmente, oggi quasi tutte le case ne hanno uno in tutte le stanze, bagno compreso. Una volta accesi, bastano pochi minuti affinché riscaldino tutto l’ambiente. In più, se l’impianto dei termosifoni è autonomo, potete decidere voi quando metterli in funzione.


Leggi anche: Scritte, testi, simboli e disegni ASCII

Uno dei vantaggi principali del termosifone è che il calore resterà per molto tempo anche una volta che sono stati spenti. Il problema con questo sistema di riscaldamento sorge nel caso in cui la vostra casa ne fosse sprovvista. Far installare dei termosifoni, infatti, richiederà dei lavori che devono essere fatti da professionisti.

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-3

Climatizzare ed abbellire il bagno con il termoarredo

Un’alternativa ai termosifoni sono i termoarredi. In realtà, come i termosifoni, funzionano grazie ad una caldaia o ad una pompa di calore che ha il compito di riscaldare l’acqua presente nei radiatori. Si differenziano però, per la loro estetica. Infatti, esistono termoarredi di diverse forme e dimensioni che oggi sono diventati un vero e proprio elemento di design.

Possiamo dire, quindi, che il loro vantaggio principale è quello di arricchire anche esteticamente il bagno. Anche in questo caso, il problema sorge perché c’è bisogno di lavori di ristrutturazione per poterli installare.

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-1

Climatizzare tutta casa con il riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento è uno dei sistemi più innovativi per riscaldare tutta la casa. Funziona grazie a dei tubi che passano sotto il pavimento. Al loro interno, una caldaia o una pompa hanno il compito di far circolare l’acqua calda. La sensazione di calore che sale dal basso e si diffonde in tutto l’ambiente è molto piacevole.

Questo sistema è molto pratico da usare negli spazi piccoli in quanto non c’è bisogno di nessun particolare apparecchio da mettere nella stanza. Lo svantaggio in questo caso sta nella realizzazione dell’impianto.


Potrebbe interessarti: Riscaldamento casa economico

Bisognerebbe smontare tutto il pavimento per installarlo. Il consiglio, quindi, è quello di optare per il riscaldamento a pavimento solo se dovete ristrutturare totalmente casa, o se è in fase di costruzione.

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-14

Climatizzare il bagno con lo scaldasalviette elettrico

Decisamente più comodo e pratico è lo scaldasalviette elettrico. Si tratta di un elettrodomestico dalla forma simile a quella di un termosifone. La differenza sta nel fatto che questo funziona solo se attaccato alla corrente. È stato pensato per poggiarci sopra gli asciugamani, in modo che siano caldi quando dobbiamo usarli.

Esistono diversi modelli, più o meno costosi. Alcuni hanno dei piedi o una struttura che permette di appoggiarli per terra, altri devono essere montati alla parete. Tutti, però, incidono abbastanza sulla bolletta, in quanto consumano molto. Attenzione, quindi, a quanto tempo li tenete in funzione.


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-7

Aria calda e fredda con il climatizzatore

Molto spesso in casa, soprattutto chi non ha i termosifoni, decide di montare dei climatizzatori. Il vantaggio principale è che, oltre a tenere caldi in inverno, permettono di rinfrescarci durante l’estate. Quasi tutti i modelli, infatti, possono essere regolati per diffondere sia aria calda che aria fredda.

I climatizzatori hanno inoltre dimensioni variabili e per questo sono comodi da mettere anche in bagno. In questo caso il consiglio è quello di sceglierne uno leggermente più piccolo in quanto l’ambiente da riscaldare non è molto grande. Come unico accorgimento, bisogna evitare di tenerli in funzione per molto tempo affinché non incidano troppo sulla bolletta.

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-9

Usare una stufa a pellet canalizzata

Un altro modo per climatizzare il bagno è quello di usare una stufa a pellet canalizzata. Non c’è bisogno di mettere la stufa proprio nel bagno, può essere messa in qualsiasi altra stanza. Questi modelli, infatti, sono dotati di un impianto di canalizzazione che passa per tutta la casa.

Ovviamente, per realizzarlo c’è bisogno di lavori, ma si hanno diverse alternative. La soluzione più semplice è quella di impiantarlo lungo la parete, in modo che possa essere ricoperto facilmente, ad esempio con del cartongesso. L’alternativa, comoda se dovete ristrutturare o costruire ex novo casa, è quella di realizzarlo a pavimento.

climatizzare-il-bagno-idee-pro-contro-12

Climatizzare bagno: foto immagini

Nella galleria sottostate potete osservare diverse idee per climatizzare il vostro bagno. Non esitate a dare uno sguardo alle immagini per trovare la soluzione più adatta a voi!

Federica De Blasio
  • Titolo di studio: Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica